Jon Lancaster ha stupito tutti al suo primo weekend di gara nell’Auto GP. Arrivato a Brno con soli due giorni di test alle spalle, per di più tenuti ormai sei mesi fa a Barcellona, il pilota britannico è stato da subito tra i più veloci: 2° nella prima sessione di prove libere, Jon si è poi qualificato quinto a soli due decimi dalla pole e in Gara 1 si è addirittura confermato come il pilota più veloce in pista: attardato per evitare le vetture coinvolte nell’incidente alla Curva 2 è riuscito a recuperare in pochi giri un distacco sui primi vicino ai 10″, facendo registrare il giro più veloce della gara e chiudendo poi al quarto posto a un soffio dal podio. Ecco qual è il suo punto di vista sul fine settimana ceco:

“Credo che il bilancio del mio weekend sia senza dubbio positivo, soprattutto contando che ho dovuto togliermi un po’ di ruggine di dosso: da ottobre ad oggi ho fatto solo cinque giorni in pista, di cui solo due con l’Auto GP a Barcellona nel lontanissimo novembre. Nonostante questo ho trovato subito un buon feeling con la macchina e con i tecnici della Super Nova: in qualifica ho fatto un piccolo errore ma avevo la prestazione per andare in prima fila, e in gara sono riuscito ad essere più veloce di Filippi. Luca è un ottimo riferimento, sia perché è veloce in assoluto sia perché conosce questa macchina come le sue tasche ormai. Essere già più veloce di lui mi dà grande fiducia, e credo che sia anche importante sottolineare che dal punto di vista dei risultati il mio weekend avrebbe potuto essere ancora migliore”.

Senza essere ostacolato dall’incidente davanti a te avresti potuto sfruttare il tuo gran ritmo ben diversamente…
“Spesso nelle corse essere nel posto giusto al momento giusto è importante almeno quanto essere veloci. Io al primo giro di Gara 1 mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato, e per evitare le tre macchine incidentate sono dovuto andare sull’erba perdendo molto tempo. Fortunatamente mi sentivo a mio agio con la macchina per cui ho potuto spingere forte e ho recuperato in fretta. Quando sono arrivato alle spalle di Ceccon, però, le mie gomme erano abbastanza affaticate e la perdita di carico che si ha quando si è in scia a un avversario ha reso le cose ancora più difficili. Ero comunque più veloce di lui e degli altri davanti, ma non abbastanza per passarli su una pista come Brno”.

Tra poco meno di un mese l’Auto GP farà tappa a Donington: che sensazioni hai in vista della tua gara di casa?
“Correre nel proprio Paese è sempre speciale, e oltre a questo devo dire che con Donington ho un buon rapporto. L’ultima volta che ho corso lì è stato nel 2007 con la F.Renault 2.0 e in quel weekend ho fatto la pole e vinto una gara. Ovviamente l’Auto GP è una macchina molto diversa e più impegnativa, ma sono molto fiducioso di poter fare bene. Ho già capito come sfruttarla al massimo, per cui credo di poter dare del filo da torcere a tutti anche in Inghilterra”.

Pur avendo solo 22 anni hai già una notevole esperienza in diverse serie internazionali e su diverse monoposto. Come giudichi la Lola-Zytek dell’Auto GP dopo questo weekend?
“Beh la macchina mi era piaciuta molto già a Barcellona e a Brno mi è piaciuta ancora di più. Ha tanta potenza, si fa guidare lavorando con l’acceleratore e in più ha tantissimo grip e molto poco da invidiare in frenata alle monoposto coi freni in carbonio. Ma quel che è più importante è il grande feeling che trasmette: è molto comunicativa e ti permette di guidarla esattamente come vuoi. Altre macchine che ho provato richiedono, se si vuole sfruttarle al limite, che il pilota adatti il suo stile di guida a certe caratteristiche o a qualche difetto. Con l’Auto GP non è così, la macchina fa sempre esattamente quello che le dici di fare, e questo fa una gran differenza”.


Stop&Go Communcation

Jon Lancaster ha stupito tutti al suo primo weekend di gara nell’Auto GP. Arrivato a Brno con soli due giorni […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/auto-gpautogp-220611-01.jpg Jon Lancaster soddisfatto del debutto in Auto GP