Si avvicina sempre più l’evento più glamour della stagione, ovvero il Gran Premio di Montecarlo, e già da qualche settimana sono partite alcune considerazioni proprio riguardo questo appuntamento. La FIA starebbe pensando di non far utilizzare il DRS, il Drag Reduction System, che in poche parole è l’ala posteriore mobile: l’idea è nata dal fatto della difficoltà che emergerebbe ad usare questo dispositivo su un circuito angusto e tortuoso come quello del Principato.

Anche un buon gruppo di piloti pare favorevole ad una soluzione del genere, come afferma Jarno Trulli, uno dei piloti più esperti del Circus: “A Monaco, gareggiare con il DRS è inutile – ha detto l’alfiere del Team Lotus – Non lo useremmo per molto tempo sui rettilinei, sono troppo corti ed inoltre significa che spenderemmo molto tempo nel concentrarci sui bottoni, e di conseguenza non avremmo abbastanza tempo e spazio per pensare al resto”.

La pericolosità dunque sembra l’aspetto primario per evitarne il suo utilizzo a Montecarlo, ma anche la mancata funzionalità deve essere presa in considerazione: “Non è un beneficio e non ti aiuterà affatto nel sorpassare, così penso non vi sia alcun punto adatto per usarlo – ha continuato nell’analisi Trulli – Questa è la mia opinione personale ed è condivisa da altri piloti, ma non dipende da noi decidere se utilizzarlo o meno”.

Mattia Fachinetti


Stop&Go Communcation

Si avvicina sempre più l’evento più glamour della stagione, ovvero il Gran Premio di Montecarlo, e già da qualche settimana […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f1-300411-trulli-monte.jpg Jarno Trulli favorevole all’idea di non usare l’ala mobile a Montecarlo