A una settimana di distanza dall'ultima gara di campionato della Superleague Formula, prevista il prossimo weekend a Jerez de la Frontera, abbiamo ascoltato il parere di Davide Rigon, pilota del Beijing Gu'aon e attuale leader della nuova serie "Formula Calcio".

Parlaci della tua esperienza in questa prima stagione della Superleague Formula e della monoposto Elan/Panoz
"La Elan/Panoz è una vettura fantastica grazie ai suoi 750 CV. E’ una monoposto che richiede una grande preparazione fisica e mentale in quanto è molto sensibile a qualsiasi cambiamento (atmosferico e di bilanciamento)ed è molto divertente da guidare. La prima volta che l’ho provata nei test sono stato colpito dalla frenata e dal cambio molto rapido. Il livello del campionato è elevato, infatti mi sono trovato a lottare contro piloti provenienti dalla Formula 1, GP2 e World Series. Inoltre, essendoci pochissimo tempo tra le varie sessioni, bisogna sfruttare al meglio ogni secondo: anche nel giro di rientro ai box durante le sessioni di prove continuo a parlare con il mio ingegnere per stabilire subito i cambiamenti da apportare alla macchina, in modo da poter tornare immediatamente in pista. Solo alla sera del sabato, dopo le qualifiche, riesci ad analizzare la telemetrie apportando così i maggiori cambiamenti in vista delle due gare della domenica. Divertente anche il format delle qualifiche, anche se non ti concede nessun margine di errore, in quanto con il giro secco qualsiasi indecisione viene pagata pesantemente".

Dopo aver iniziato i test collettivi con i colori del Borussia Dortmund sei passato a vestire la maglia bianco-verde del Racing Team Beijing Gu'aon
"Sono orgoglioso di indossare questa divisa e di poter rappresentare un club così importante come il Beijing Gu'aonn e, anche a Jerez, spero di potergli regalare un altro grande risultato. Mi sono trovato subito bene nel team e i ragazzi sono veramente molto preparati: ogni volta che abbiamo avuto un problema sono riusciti a riparare la vettura in tempo per farmi partire, come in Germania quando un guasto al nostro propulsore ci aveva rallentato in qualifica e per sostituire l’unità hanno lavorato tutta la notte. In Portogallo, all’Estoril, hanno poi fatto un mezzo miracolo, infatti in meno di due ore sono riusciti a sostituire completamente la scatola del cambio".

Fino a questo momento qual’è stato il momento chiave del tuo campionato?
"Ogni gara è stata sicuramente molto importante anche se con la seconda vittoria sul tracciato di Zolder, terza tappa del campionato, avevo preso un buon margine di vantaggio sugli altri club: proprio da quel momento ho iniziato a sentire la pressione per il campionato. Sempre in quel fine settimana, per la prima volta, non avevo finito la gara a causa di un contatto con l’AC Milan di Robert Doornbos che mi aveva messo fuori gioco dopo la prima curva. La vittoria nel secondo appuntamento ha preso un sapore ancora migliore".

Tra meno di quindici giorni ci sarà l’ultima finale sul tracciato spagnolo di Jerez. Quali sono le tue aspettative?
"Sono carico per questo appuntamento e proprio due settimane fa ho avuto modo di provare per la prima volta questo tracciato al volante della Dallara GP2. Il team è pronto e speriamo di concludere al meglio questa avventura. Certamente non scenderò in pista pensando solamente alla classifica, ma proverò a conquistare la quarta vittoria stagionale".

Nella foto, Davide Rigon


Stop&Go Communcation

A una settimana di distanza dall'ultima gara di campionato della Superleague Formula, prevista il prossimo weekend a Jerez de la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfSL_Nur_21_09_0583_central_banners.jpg Intervista a Davide Rigon a un solo round dalla meta di Jerez