A pochi giorni dall’entusiasmante season opener di St.Petersburg, i protagonisti dell’IndyCar Series si sono ritrovati a Barber Park per due giorni di test collettivi.

L’evento ha visto il ritorno al volante di una monoposto di Juan Pablo Montoya, sulla quinta entry del Team Penske, contraddistinta dal numero 22 (nella foto), insieme alla quale sarà protagonista della prossima Indy 500 e del GP of Indianapolis.

Il colombiano, nonostante non salisse su di una DW12 dallo scorso settembre, è sembrato subito a proprio agio e alla fine ha segnato il quarto tempo assoluto nella seconda giornata.

Il migliore in assoluto è stato però il teammate, sfortunato protagonista del debutto stagionale, Will Power, con 1.07.7518, davanti a Max Chilton, migliore tra gli Honda, e a Josef Newgarden. I primi quattro sono racchiusi dentro il decimo, ma va detto che nell’ultima ora è stato abilitato il push-to-pass che concede 60 kmh extra.

Nella prima giornata era stato invece Takuma Sato a primeggiare con la #26 del Team Andretti, con 1.08.1705, davanti di un soffio a Tony Kanaan, uno dei pochi a non migliorarsi il martedì. In generale si è assistito, come a St.Pete, ad un sostanziale equilibrio tra i due costruttori.

Da segnalare infine, nonostante i ben 1.147 giri complessivamente percorsi a dispetto dei soli quattro treni di gomme concessi per pilota (cinque per il rookie Ed Jones) , solo un’interruzione per l’uscita di strada di Spencer Pigot alla curva 6 durante la prima giornata.

Prima del secondo appuntamento stagionale, il Grand Prix of Long Beach del 9 aprile, i team Honda si ritroveranno all’Indianapolis Motor Speedway per una ulteriore sessione di test venerdì prossimo, 24 marzo,

Piero Lonardo

I risultati del primo giorno di test

I risultati del secondo giorno di test


Stop&Go Communcation

Power il più veloce della due giorni grazie ai push-to-pass

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/Montoya_Barber.jpg IndyCar – Ritorna Montoya nei test di Barber