Il Phoenix International Raceway è stato teatro nel weekend del primo test collettivo del 2017 dell’IndyCar Series.

Sull’ovale recentemente ripavimentato, tutti e 21 i “regular” della serie si sono cimentati in una due giorni graziata del clima favorevole, che ha permesso a squadre e piloti di prendere confidenza con la pista, recentemente rientrata in calendario, con un totale di 5.134 giri totali compiuti.

Dopo quattro sessioni sono state le due DW12-Chevy dell’Ed Carpenter Racing a primeggiare, con il nuovo acquisto JR Hildebrand (nella foto) autore della media record di 193.234 mph davanti al team owner.

A seguire un terzetto Penske capeggiato proprio dall’ex Josef Newgarden, che ha subito uno dei rari incidenti dei test, a seguito di un contatto con Sebastien Bourdais.

Altri contatti a muro per Alexander Rossi, Graham Rahal, Takuma Sato e per il leader Hildebrand, tutti senza particolari conseguenze per i piloti.

Mikhail Aleshin il migliore in assoluto delle Honda, che hanno dominato la sessione finale in notturna di sabato. In assetto da gara, Ryan Hunter-Reay ha preceduto altre quattro Dallara spinte dal V6 giapponese; dietro il campione 2012 infatti, Sebastien Bourdais, con la #19 del Dale Coyne Racing rinvigorita dall’arrivo della nuova crew, Marco Andretti, Max Chilton e Takuma Sato.

Da segnalare infine il test svolto da Jay Leno con una monoposto della sua collezione privata, sotto gli occhi attenti di Scott Dixon, che in questo weekend ha girato con livrea e tuta totalmente immacolate.

Le monoposto più veloci del pianeta si ritroveranno tutte assieme nel season opener di St-Petersburg, il 12 marzo prossimo.

Piero Lonardo

I risultati dell’Open test di Phoenix


Stop&Go Communcation

Le Honda al top in notturna in assetto da gara

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/02/Hildebrand1.jpg IndyCar – L’Ed Carpenter Racing svetta a Phoenix