A distanza di quasi un mese dallo spettacolare season opener di St.Petersburg, l’IndyCar Series, dopo una serie di test, ritorna finalmente a gareggiare nel weekend con la prima prova su ovale della stagione, presso l’ISM Raceway di Phoenix.

23 le vetture iscritte a dare la caccia al trionfatore di St.Pete, Sebastien Bourdais; rispetto ai muretti della Florida mancherà la terza vettura dell’SPM gestita da Michael Shank affidata a Jack Harvey. Gli altri tre cambiamenti riguardano Ed Carpenter, che si riappropria del sedile della DW12-Chevy #20 al posto di Jordan King, che ha così ben fatto in prova alla prima esperienza nella serie, Kyle Kaiser al primo turnover con Renè Binder, e di Pietro Fittipaldi, che esordisce sulla seconda vettura del Dale Coyne Racing.

Il giovane nipote d’arte (nella foto), che inizia l’alternanza con Zachary Claman de Melo, è anche uno dei ben sei debuttanti sull’ovale di un miglio del sudovest, tornato in calendario due anni or sono. Insieme a lui anche gli altri rookie: Matheus Leist, Robert Wickens, Kyle Kaiser e Zach Veach, più Spencer Pigot, che nelle due scorse stagioni non ha avuto la possibilità di gareggiare in favore del’owner/driver dell’ECR.

Ulteriore novità per la gara, la “gommatura” artificiale della parte superiore del circuito, così da rendere più sicura la parte alta della pista ed eventualmente favorire qualche sorpasso extra.

Il programma del weekend inizierà venerdì 6 aprile con le prime libere alle 2.00 PM, seguite dalle qualifiche e dalla sessione finale alla luce dei riflettori. La gara sabato 7 a partire dalle 6.35 PM, ora locale.

Nell’occasione spazio alle celebrazioni per il 25mo anniversario dell’ultima delle 52 vittorie nella serie da parte di Mario Andretti, presenti anche altre leggende delI’IndyCar.

Piero Lonardo

L’entry list di Phoenix


Stop&Go Communcation

Tra i sei debuttanti sull’ovale dell’Arizona, Pietro Fittipaldi

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/04/PL52761-1024x682.jpg IndyCar – La serie ritorna nel weekend a Phoenix