Un altro nome si aggiunge alla lista dei 33 fortunati che andranno a correre la 101ma edizione della Indy 500. Si tratta di Jay Howard, che si è aggiudicato il sedile sulla terza macchina dello Schmidt Peterson Motorsports contraddistinta dal numero 77.

L’opportunità si è resa disponibile grazie all’asso della NASCAR Tony Stewart e alla sua fondazione, la One Cure, che, come già preannunciato su queste pagine, supporterà l’effort dell’ex-campione Indy Lights 2006.

Howard ha gareggiato solo una volta nel “Greatest spectacle in racing”, nel 2011 con uno sforzo congiunto proprio tra la squadra di Sam Schmidt ed il team RLL; gli altri tre tentativi dal 2008 al 2012 non hanno mai portato ad una apprizione in pista del 36enne britannico.

Non si placa invece l’hype per la partecipazione di Fernando Alonso. Il bi-campione di F1 sarà presente a Barber Park e si offrirà ai media domenica 23 aprile insieme al patron McLaren, Zak Brown, al CEO della Hulman & Company, proprietaria dell’IndyCar e dell’Indianapolis Motor Speedway, Mark Miles, ed al team owner Michael Andretti.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Fernando Alonso in visita a Barber Park

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/04/04-14-Jay-Howard-Pitlane-TEXOpenTest.jpg IndyCar – Jay Howard sulla terza entry SPM a Indy