Nel weekend a Sonoma si deciderà la combattutissima IndyCar Series 2018. Uno Scott Dixon rinvigorito dal risultato positivo di Portland si presenterà sulla pista della California con un vantaggio di 29 punti sul rivale di tutta la stagione, Alexander Rossi.

Dixon per puntare al suo quinto titolo può avvantaggiarsi di una discreta esperienza sulla pista di Sonoma, dove ha conquistato tre delle sue 43 vittorie, più precisamente nel 2007, 2014 e 2015, in 13 apparizioni. Per Rossi si tratterà invece solo del terzo start in altrettante stagioni, col quinto posto del 2016 quale miglior risultato.

Il punteggio doppio, con 100 punti in palio più i bonus per la pole position ed il maggior numero di giri condotti in gara, consente anche a Will Power e Josef Newgarden, terzi a pari merito a quota 511, 87 in meno del leader, di sperare in un risultato a sorpresa. Per tutti e quattro i piloti comunque una stagione positiva, con tre vittorie ciascuno.

25 le DW12 iscritte al season finale, con le preannunciate novità Pato O’Ward e Colton Herta per Harding Racing, oltre alla terza vettura di Dale Coyne per Santino Ferrucci, a rimpinguare lo schieramento. Schieramento che nel 2019 potrebbe vedere, oltre all’espansione a due macchine del team diretto da Brian Barnhart e l’impegno ancora in bilico da parte della McLaren, anche gli ingressi di Scuderia Corsa e DragonSpeed ed il passaggio a full-season del team Juncos, con United Autosports già alla finestra per il 2020.

Paradossalmente, l’espansione a circa 26-28 vetture fisse potrebbe generare qualche problema di sovraffolamento in pitlane su alcuni circuiti, senza contare le implicazioni a livello di fornitura di motori. Honda, che quest’anno, per la prima volta dall’introduzione del V6 biturbo, si è aggiudicata il trofeo costruttori, ha dichiarato di poter eccedere le 13-14 unità previste per tutta la stagione, ma a costi maggiorati. Chevrolet, che a Sonoma spingerà invece solo 11 delle macchine iscritte, potrebbe risultare quindi una scelta quasi obbligata per le new entry.

Dal paddock di Sonoma, pieno di azione già da giovedì per una tornata di test collettivi, rimbalza anche una nuova conferma per il 2019. Si tratta di Spencer Pigot, che anche il prossimo anno difenderà i colori dell’Ed Carpenter Racing sulla DW12 #21.

Ulteriore novità per la prossima stagione, lo svolgimento del tradizionale Spring Training di febbraio al Circuit of The Americas. Il circuito texano, ultima aggiunta alla schedule 2019, sostituirà anche in questa funzione l’ovale di Phoenix, che non ha trovato il rinnovo con la serie.

Le attività ufficiali in pista a Sonoma inizieranno venerdì 14 settembre alle 11.00 AM con le prime prove libere. La gara domenica 16 settembre alle 3.40 PM, fuso del pacifico.

Piero Lonardo

L’entry list di Sonoma


Stop&Go Communcation

La matematica regala speranze anche e Power e Newgarden. Pigot confermato in ECR per il 2019

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/09/DixonRossi.jpg IndyCar – Dixon o Rossi? A Sonoma l’atto finale del 2018