Fine settimana completamente da dimenticare per Raffaele Marciello. Ancora una volta la sfortuna sembra non volersi distaccare dal giovane pupillo di casa Ferrari: letteralmente dominatore delle sessioni di prove libere del venerdì, l’italo-svizzero aveva mostrato facilmente un passo superiore e nettamente più veloce degli altri concorrenti.

Incamminato verso un week-end “facile” che lo avrebbe portato ad allungare in classifica di campionato grazie alla pole position conquistata ai danni di Agostini, l’alfiere della JD Motorsport si è visto togliere la prima piazzola in griglia per una penalità (a dire il vero discutibile…) riguardante delle bandiere gialle in pista non rispettate.

Scattato nono, durante le primissime tornate l’ennesimo colpo di sfortuna: nel tentativo di rimontare le posizioni perse Marciello ha attaccato in staccata alla Rivazza il russo Zimin, il quale però ha chiuso con una mossa “criminale” la traiettoria del talento napoletano scaraventandolo in aria a velocità pazzesca.

Sette capottamenti, telaio distrutto, due vertebre schiacciate e un dito malconcio. Anche se la partecipazione a Gara 2 si è resa impossibile, l’importante a questo punto è che il driver JD stia bene e che sia pronto a tornare in pista per il quarto round di Varano.


Stop&Go Communcation

Fine settimana completamente da dimenticare per Raffaele Marciello. Ancora una volta la sfortuna sembra non volersi distaccare dal giovane pupillo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f-abarth-13456_1508532040087_1437920529_1348441_8091675_n1.jpg Imola – Marciello Report: Fine settimana da dimenticare, doppio zero e tanta paura