Max Busnelli e Mauro Massironi si aggiudicano la ProAm Race al volante della solita e affidabile Ferrari 430 GT2 del Playteam, la gara lunga di un’ora svoltasi stamane sul circuito brianzolo, penultimo appuntamento di stagione per il Gt Open 2007. Una gara condotta fin dalla prima curva, complice gli errori degli avversari, cui l’equipaggio nostrano ha lasciato solo le briciole. Ma entriamo nel dettaglio della corsa, con la cronaca della stessa.

Cronaca: Partenza convulsa: Andrea Montermini, che scattava dalla pole, finisce lungo in prima variante mentre Busnelli, che gli partiva di fianco, si installa subito al comando. Gara terminata alla prima chicane per Peter (GPC) e Sundberg (RSV). Dietro, invece, i due equipaggi del Playteam, Pasini (AF) e Serra (RCA), si danno battaglia ravvicinata, col figlio di Chico Serra che riesce a sopravanzare sia Pasini che Montermini per la seconda posizione. Al momento del pit, giustamente il primo dei big a infilarsi nella corsia dei box è Montermini, seguito subito dopo dal suo team mate e dalle Ferrari "targate" AF e GPC. Dopo che tutti hanno effettuato la sosta obbligatoria, le posizioni di testa sono ancora cristallizzate. Ci pensa allora Mauro Massironi a regalare l’unico vero brivido. Il milanese, subentrato al compagno Busnelli, si concede un’escursione fuori pista alla Parabolica che però non compromette la sua posizione. Nel frattempo Livio, che ha dato il cambio a Pasini, si riappropria della piazza d’onore mentre la vettura di Montermini-Maceratesi viene passata anche da Bobbi e Giammaria (GPC), autori di una bella rimonta. Vince comunque la coppia Busnelli-Massironi, raggiunta sul podio da Pasini-Livio (AF Corse) e Bonetti-Bobbi (GPC). Poi Roda-Gianmaria, Montermini-Maceratesi e la prima delle non Ferrari, la SR21 di Gutierrez-Zapata, precedono nell'ordine sotto la bandiera a scacchi gli equipaggi Lietz-Camathias (Autorlando) e Peter-Frezza (GPC). In assenza di Mowlem, licenziato dopo i fattacci di Brands Hatch, il giovanissimo driver milanese ha cambiato partner risultando conunque subito competitivo come con Bobbi. Seguono Frigerio-Gattuso (Advanced) e Del Castello-Belicchi, che sbarcano subito nella top ten alla loro prima gara assieme sulla nuova Porsche appena acquistata da Racing Box.

Battaglie a senza esclusione di colpi nella GTS, dove la gialla Viper della Scuderia La Torre pilotata dalla coppia Romagnoli-Marchetti la spunta sugli agguerritissimi alfieri Racing Box. Pellizzato-Moncada (su Viper) e Geri-Cioci (su Lamborghini Gallardo) chiudono a podio anche la prima delle due corse del weekend brianzolo. Ma se per i due romani, Geri-Cioci, è ormai routine fare la doccia di champagne a fine gara, la sorpresa proviene invece dalla giovane coppia della squadra novarese composta appunto da Pellizzato e Moncada. Il primo, splendido protagonista nell'Egts, ha confermato le sue doti anche nella più dura serie europea. Mentre il secondo, in luce già ad Oschersleben, ha trovato subito feeling e affiatamento col veneto adeguandosi senza problemi al suo passo. Bene anche Romanini-Lancieri, quarti all'arrivo davanti a Bonaldi-Gabbiani e Severin-Matzke. In GTB porimi Arias-Zoest con la Ferarri 430 Challenge davanti alla vettura gemella di Desbrueres-Desbrueres. A domani per la GT Open Race.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Max Busnelli e Mauro Massironi si aggiudicano la ProAm Race al volante della solita e affidabile Ferrari 430 GT2 del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/playteam.jpg Gt Open – Monza: Gara 1, Playteam al top ancora con Busnelli-Massironi