L’International GT Open riparte: stagione nuova, campionato identico… con Imola, vera novità, teatro della sesta edizione chiamata ad aprire le ostilità. Il leit motiv della serie? Regole stabili e chiare, e costi ragionevoli per lasciare quel giusto spazio sia alla GT2 che alla GT3. Questa filosofia sembra essere molto apprezzata dai piloti e dalle squadre che affollano sempre più numerose le piste di grande prestigio toccate nel corso della stagione, a cui quest’anno si aggiunge il rinnovato circuito di Zwelteg.

Sono attese oltre 26 vetture in pista sin da questo primo appuntamento, alcuni accordi ancora sono in fase di delineamento in queste ultime ore ed alcune squadre si uniranno al carrozzone dopo la prima tappa, ma si può dire che ormai i giochi sono fatti ed i protagonisti sono per la maggior parte noti. Nella categoria SuperGT ci sarà il tanto atteso debutto della nuova Ferrari F458 e sarà molto interessante vedere la battaglia con le F430 che sono comunque sempre molto competitive. Le prime saranno portate in pista dalla EdilCris (con Raffaele Giammaria e Miguel Ramos), dalla Kessel Racing (con Michal Broniszewski e Philipp Peter), dalla Vittoria Competizioni (al suo ritorno nel GT Open con il campione uscente della classe GTS Marco Frezza affiancato da Cochito López), dalla JMB Racing (con Sohleil Ayari e Nicolas Misslin) e dalla Villorba Corse che debutta in questo campionato con i campioni italiani uscenti Emanuele Moncini e Andrea Montermini (già campione del SuperGT nel 2008).

Anche la francese Luxury Racing schiererà due F458 con le quali fa il salto di qualità entrando nella categoria SuperGT i cui piloti non sono ancora noti ma qualche indiscrezione dice che uno dei sedili sarà di un ex pilota di Formula 1. Anche la AF Corse, campione in carica, sta preparando una F458, mentre la AT Racing avrà i due Talkanitsa padre e figlio al volante del nuovo modello, ma schiererà altre due F430 per le coppie Michele Rugolo-Claudio Sdanewitsch e Luca Rangoni-Alessandro Garofano. Il nutrito branco di cavallini rampanti sarà contrastato dalle Porsche 911 RSR della Drivex e della Autorlando, dalla Aston Martin Vantage GT della Villois Racing e dal prototipo spagnolo SRX della Sunred.

Anche nella classe GTS la battaglia più aspra sarà tra le Ferrari e le Porsche, ma la varietà degli elementi disturbatori sarà più ampia con Ford, Aston Martin, Mercedes, Audi, Lamborghini ai quali, nel corso della stagione, si aggiungeranno McLaren e BMW. La carica del Cavallino di Stoccarda sarà guidata dalle due vetture della Autorlando Sport, la squadra italiana che ha messo insieme due equipaggi pressoché inattaccabili (Gianluca Roda-Fabio Babini ed il campione uscente SuperGT Alvaro Barba insieme ad Andrea Ceccato). Sarà contrastata nella corsa al titolo dall’austriaca Deboeuf Racing che mette in pista Thomas Gruber e Marco Seefried.

Anche la versione GT3 della Ferrari F458 può contare su schieramenti di prim’ordine con Lorenzo Bontempelli e Stefano Gattuso per la Kessel Racing, Stefano Bizzarri e Andrea Rizzoli per la AF Corse, Joel Camathias e Bruno Hernandez con la JMB Racing. Altri equipaggi di lusso si potranno trovare a bordo delle Ferrari 430 della Kessel Racing (Crespi-Earle e Caccia-Mantovani), delle Aston Martin della Villois Racing (la cui vettura di punta in questa classe sarà pilotata da Max Wiser e Gabriele Lancieri), della bellissima Ford GT della RPM (Alex Mortimer e Peter Bamford) e di una Mercedes SLS che si aggiungerà in Portogallo.

Gioia Cafaro


Stop&Go Communcation

L’International GT Open riparte: stagione nuova, campionato identico… con Imola, vera novità, teatro della sesta edizione chiamata ad aprire le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgt-020411-01.jpg GT Open – Imola, preview: Si riparte fra poche novità e tante curiosità