Sotto un cielo velato da qualche nuvola si è concluso oggi sul circuito Montmelò, a Barcellona, uno dei campionati più emozionanti del panorama europeo GT. Come ogni anno l’ultima gara della stagione ha offerto grandi emozioni con il titolo aggiudicato soltanto all’ultimo agguerritissimo giro, con Ayari che si laurea campione assoluto 2011 tagliando il traguardo in 4° posizione.

Sul podio per la classe Super GT (GT2) salgono Alessandro Pier Guidi e Juan Manuel López con la F430 n. 5 della Vittoria Competizioni, seguiti da Marco Frezza e Rob Bell, F458 n. 23 JMB Racing, e da Andrea Ceccato e Álvaro Barba, con la Porsche 911 RSR n. 4 Autorlando Sport.

Per la classe GTS Lorenzo Bontempelli e Stefano Gattuso, con la F458 n.51 della Kessel Racing, coronano una splendida stagione con una meritata vittoria e la conquista del titolo di classe. Insieme a loro sul podio salgono Gabriele Lancieri e Massimiliano Wiser (Aston Martin DBRS 9 n. 54 Villois Racing) ed Eugenio Amos e Peter Kox (Lamborghini Gallardo LP600 n. 76 della GoodSense Racing Team) debuttanti in questo campionato con un’ottima prestazione in entrambe le gare.

Non appena le vetture si schierano in griglia viene osservato 1’ di silenzio in onore di Marco Simoncelli, prematuramente scomparso in gara domenica scorsa in sella alla sua moto durante il Gran Premio di Malesia a Sepang. Alla partenza Montermini, in pole position, nonostante la ressa mantiene la testa del gruppo mentre nelle retrovie, invece, avvengono contatti e fuori pista, tanto da rendere necessario l’intervento della safety car che resta in pista per i primi 3 giri. Quando viene ridata la bandiera verde l’ordine in pista è Montermini, Kox (primo della GTS), Bell, Camathias, Griffin e Rangoni. Per la GTS in seconda posizione c’è Gattuso (12° assoluto) e Wiser (14° assoluto).

Al 9° giro si apre la finestra per il cambio pilota e Kox rientra subito, poco dopo anche Camathias, mentre Montermini continua a spingere sull’acceleratore per cercare di accumulare più vantaggio possibile in vista della sosta ai box che effettua all’11° giro insieme al suo inseguitore Bell. La pit lane chiude al 15° giro ed al comando troviamo Garofano (F458 n. 1 AF Corse) seguito da Moncini (F458 n.8 Villorba Corse) e da Ceccato (Porsche 911 n.4 Autorlando), Pier Guidi, Frezza, Gerber (F430 n.18 AF Corse), Giammaria (F458 n. 3 EdilCris) e da Ayari (F458 n.9 JMB Racing). Per la classe GTS troviamo al 10° posto il più veloce: Lancieri seguito da Mantovani e da Bontempelli. Pochi giri dopo la ripresa della gara Lancieri e Mantovani sono costretti ad un drive through a causa dell’eccesso di velocità in uscita dalla pit lane, Bontempelli ha, quindi, campo libero e la certezza del titolo in tasca, mentre Mantovani lascia il podio di classe a Kox.

Il ritmo in pista aumenta, Ayari attacca Giammaria che resiste, mentre in testa avviene il duello più acceso. Pier Guidi sorpassa Ceccato e poco dopo anche Frezza si porta in 4° posizione. Moncini tallona Garofano, intanto Pier Guidi si avvicina e comincia a premere sulla n. 8 che a due giri dal termine deve capitolare. Garofano, Pier Guidi e Moncini restano incollati l’uno all’altro fino a quando, a poche curve dalla bandiera a scacchi, il colpo di scena: Ayari riesce a sopravanzare Giammaria e la n. 5 sorpassa la n. 1 che tenta di recuperare la posizione con Moncini sempre incollato, la n. 5 resiste e Garofano deve arrendersi, tenta il rientro in traiettoria, trova il muso della F458 di Moncini e va in testacoda abbracciando la n. 8, entrambe finiscono contro le barriere di protezione. Gara terminata a pochi metri dal traguardo per le due vetture, ma peggio svanisce così la possibilità di ottenere il titolo per l’equipaggio della Villorba Corse.

La bandiera a scacchi sventola al 26° giro per l’ultima volta in questa stagione dell’International GT Open, l’appuntamento è per il prossimo anno con una stagione che, considerando il passato, preannuncia già grandi sfide.

Classifica

01. Pier Guidi/Lopez – Ferrari F430 (Super GT) – 26 giri
02. Frezza/Bell – Ferrari 458 (Super GT) – +0.715
03. Ceccato/Barba – Porsche 911 (Super GT) – +11.292
04. Ayari/Camathias – Ferrari 458 (Super GT) – +12.546
05. Ramos/Giammaria – Ferrari 458 (Super GT) – +14.218
06. Peter/Broniszewski – Ferrari 458 (Super GT) – +15.714
07. Gerber/Griffin – Ferrari F430 (Super GT) – +50.172
08. Bontempelli/Gattuso – Ferrari 458 (GTS) – +1:15.840
09. Ramos/Silva – Ferrari F430 (Super GT) – +1:24.421
10. Wiser/Lancieri – Aston Martin DBRS9 (GTS) – +1:30.204
11. De Castro/Giao – Porsche 911 (Super GT) – +1:31.262
12. Amos/Kox Gallardo LP600 (GTS) – +1:32.397
13. Sicart/Enjalbert – Ferrari F430 (GTS) – +1:34.087
14. Cunha/Ramos – Lamborghini Gallardo (GTS)  – +1:47.835
15. Garofano/Rangoni – Ferrari 458 (Super GT) – a 1 giro
16. Montermini/Moncini – Ferrari 458 (Super GT) – a 1 giro
17. Earle/Crespi – Ferrari F430 (GTS) – a 1 giro
18. Caccia/Mantovani – Ferrari 458 (GTS) – a 1 giro
19. Sdanewitsch/Rugolo – Ferrari F430 (Super GT) – a 1 giro
20. Míguez/Godinho – Ferrari F430 (Super GT) – a 1 giro
21. Coimbra/Silva – Mercedes SLS (GTS) – a 1 giro
22. Daniels/Palttala – Porsche 911 (GTS) – a 1 giro
23. Kremer/Schmidt – Ferrari F430 (GTS) – a 1 giro
24. Unzurrunzaga – Mosler GT600 (GTS) – a 1 giro
25. Lanting/Haane – Ferrari 458 (GTS) – a 1 giro
26. Campanico/Figueiredo – Audi R8 LMS (GTS) – a 1 giro

Ritirati

27. Bizzarri/Rizzoli – Ferrari 458 (GTS) – 17 giri
28. Lavio/Sicart – Ferrari F430 (Super GT) – 15 giri
29. Talkanitsa/Talkanitsa Jr. – Ferrari 458 (Super GT) – 11 giri
30. Gravereaux/Marroc – Ferrari 458 (GTS) – 11 giri
31. Roda/Babini – Porsche 997 (GTS) – 3 giri
32. Heyrowsky/Aka – Porsche 997 (GTS) – 2 giri

Non partiti

33. Geri/Cioci – Ferrari 458 (GTS)

Gioia Cafaro


Stop&Go Communcation

Sotto un cielo velato da qualche nuvola si è concluso oggi sul circuito Montmelò, a Barcellona, uno dei campionati più […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/barcelona.jpg GT Open – Barcelona, Gara 2: Ayari campione all’ultimo giro, titolo GTS a Bontempelli