Alla loro seconda gara della stagione, Cerrai-Palma (Ferrari F 430) hanno colto una doppia vittoria nella 4° prova del Sara GT Campionato Italiano Gran Turismo disputata all’autodromo del Mugello. In gara-1 i portacolori dell’Advanced Engineering hanno preceduto La Mazza-Bontempelli (Ferrari F 430-Edil Cris) e i compagni di squadra Livio-Casè, mentre in gara-2 si sono invertite le posizioni alle spalle dei vincitori con Livio-Casè che hanno concluso davanti a La Mazza-Bontempelli. Nelle altre classi le vittorie sono andate a Piccini-Berton (Lamborghini Gallardo), impostisi nella GT3A, Earle e Coldani-Molteni (Ferrari F 430), vincitori della GT3B e Gallina-Caprotti (Ferrari F 430) primi nella GT Cup. Nella classifica generale della GT2 "Linos"-Mugelli mantengono la leadership con 78 punti davanti a Casè-Livio avvicinatisi a sole otto lunghezze, mentre Castellaneta-Formilli Fendi (Porsche 997-Autorlando/Italeasing), penalizzati da problemi alle gomme, sono scesi in quinta posizione a quota 62. Nella GT3A Berton-Piccini consolidano la prima posizione con 111 punti, mentre Coldani e Proietti-Merzario mantengono la prima posizione, rispettivamente, nella GT3B e nella GT Cup.

Cronaca Gara 1: All’accendersi del semaforo verde era il poleman Alessi a prendere la testa della gara davanti a "Linos", Bontempelli, Piccini, primo della GT3A, Tenchini, Sperati e Palma, che nelle prime battute perdeva ben quattro posizioni. Al secondo passaggio Formilli Fendi con problemi alle gomme usciva sulla sabbia ripartendo nelle retrovie, mentre Coldani si confermava leader della GT3B. Dopo un avvio piuttosto lento, era Palma a mettersi in evidenza nelle prime battute, passando dapprima Sperati, poi Tenchini e infine al quarto giro Piccini. Nella stessa tornata Bontempelli aveva la meglio sul compagno di squadra "Linos" portandosi in seconda posizione alle spalle di Alessi, mentre al sesto passaggio Piccini, forte ormai del primo posto nella GT3A, si lasciava sfilare da Tenchini e Livio in lotta tra loro. Al comando, intanto, Alessi accumulava un vantaggio di oltre due secondi su Bontempelli seguito da Linos e Palma che, giro dopo giro, si avvicinava sempre più al suo immediato antagonista. Alle loro spalle Livio precedeva Tenchini, Piccini, Sperati e Coldani, ancora leader della Gt3B. Ormai in vista dei cambi, arrivava il colpo di scena con il ritiro del leader Alessi per un principio di incendio sulla sua Ferrari 360. Terminati i cambi, al rientro in pista era La Mazza, succeduto a Bontempelli, a prendere il comando, ma il pilota siciliano veniva scavalcato poco dopo da Cerrai, subentrato a Palma, mentre Casè, che aveva preso il volante da Livio, si inseriva in terza posizione davanti a Plati, Mugelli, Castellano, Berton, primo della GT3A, Marti, Coggiola e Castellaneta,penalizzato da evidenti problemi alle gomme. Gli ultimi giri vedevano un Cerrai scatenato allungare con decisione su la Mazza, che aveva il suo bel da fare per contenere gli attacchi di Casè, mentre Marti guadagnava la settima posizione ai danni di Castellano. Sul traguardo Cerrai andava a cogliere la sua prima vittoria della stagione davanti a La Mazza che per pochi centesimi precedeva Casè. Quarto era Mugelli che chiudeva la gara precedendo Plati, Berton, primo della GT3A, Marti, Castellano e Coggiola. Nella GT3B il successo andava al texano Earle, grazie ad uno stop & go che l’equipaggio Coldani-Molteni doveva scontare per una irregolarità nel cambio pilota, mentre nella GT Cup si imponevano Gallina-Caprotti.

Cronaca Gara 2: Al via Cerrai si portava subito al comando davanti a Marti, ma era Castellaneta, partito dalla settima posizione, a mettersi in evidenza risalendo nelle prime battute fino alla terza posizione. Quarto era Casè che precedeva Plati, Berton, primo della GT3A, La Mazza, Maggi e Mugelli. La rimonta di Castellaneta non terminava e al giro successivo il romano passava in seconda posizione, mentre alle sue spalle la bagarre si faceva ancora più accesa con Casè che aveva la meglio su La Mazza. Il pilota modenese nel giro di qualche giro si portava a ridosso anche di Castellaneta che doveva cedere la seconda posizione nel corso del quinto giro. Ma ormai le gomme del pilota romano non garantivano più un’adeguata aderenza e, al settimo giro, il portacolori dell’Autorlando era costretto a cedere le armi a La Mazza, Marti, Mugelli, Plati e Berton, che, nel corso di successivi duelli, si scambiavano più volte le posizioni. In una di queste fasi Plati, nel tentativo di attacco di La Mazza, si scomponeva alla S. Donato uscendo sulla sabbia e scivolando nono. Ai cambi pilota, era Palma, subentrato a Cerrai, a portarsi al comando davanti a Livio, succeduto a Casè e Zampaloni che aveva preso il volante da Marti. "Linos" era quarto davanti a Bontempelli, Formilli Fendi, Tenchini, Coggiola e Piccini, primo della GT3A. Con Palma e Livio nelle prime due posizioni, era Bontempelli a salire in cattedra passando dapprima il suo compagno di squadra "Linos" successivamente Zampaloni. Non pago del terzo posto, il portacolori dell’Edil Cris si buttava all’inseguimento di Livio, ma al 19° passaggio il pilota monzese si girava ripartendo poco dopo ancora alle spalle di "Linos", che passava definitivamente alla 21^ tornata.

Ormai in vista del traguardo, dopo una gara molto combattuta, le posizioni si delineavano con Palma che rallentava l’andatura permettendo a Livio di avvicinarsi. Ma sotto alla bandiera a scacchi il portacolori dell’Advanced Engineering non aveva problemi a regolare Livio che concludeva alle sue spalle e davanti a Bontempelli. Quarto era "Linos" davanti a Zampaloni, Tenchini, Alessi, in grande recupero dopo aver preso la vettura dal suo compagno in 16^ posizione, Piccini, primo della GT3A, Stancheris e Coldani, che andava a vincere la GT3B. Nella GT Cup Gallina-Caprotti bissavano il successo di gara-1.

Classifica Gara-1:

1. Cerrai-Palma (Ferrari F 430) in 50’39.266;

2. La Mazza-Bontempelli (Ferrari F 430) a 7.150

3. Livio-Casè (Ferrari F 430) a 7.562

4. "Linos"-Mugelli (Ferrari F 430) a 22.994

5. Plati-Tenchini (Ferrari F 430) a 37.045

6. Piccini-Berton (Lamborghini Gallardo) a 1’17.772

7. Zampaloni-Marti (Ferrari F430) a 1’40.672

8. Castellano-Sperati (Ferrari 360) a 1’53.569

9. Coggiola-Coggiola (Porsche 997)

10. Castellaneta-Formilli Fendi (Porsche 997)

Classifica Gara-2:

1. Cerrai-Palma (Ferrari F 430) 51’29.592

2. Livio-Casè (Ferrari F 430) a 6.135

3. La Mazza-Bontempelli (Ferrari F 430) a 6.213

4. "Linos"-Mugelli (Ferrari F 430) a 25.184

5. Plati-Tenchini (Ferrari F 430) a 34.184

6. Zampaloni-Marti (Ferrari F 430) a 49.289

7. Orts-Alessi (Ferrari 360) a 50.970;

8. Piccini-Berton (Lamborghini Gallardo) a 1’13.323

9. Stancheris-Smurra (Lamborghini Gallardo) a 1’48.034

10. Coldani-Molteni (Ferrari F 430) a 2’01.792

Classifica GT2: 1. Mugelli e "Linos" 78; 3. Casè e Livio 70; 5. Castellaneta e Formilli Fendi 62

Classifica GT3A: 1. Berton e Piccini 111; 3. Smurra e Stancheris 55; 5. Frassineti 42

Classifica GT3B: 1. Coldani 111; 2. Capelli 60; 3. Coggiola , Di Bari e Earle 57

Classifica GT3 Cup: 1. Proietti e Merzario 81; 3. Gallina 59; 4.Greco 51; 5.Urbani e Benvenuto 31

Nella foto, Berton-Piccini in azione


Stop&Go Communcation

Alla loro seconda gara della stagione, Cerrai-Palma (Ferrari F 430) hanno colto una doppia vittoria nella 4° prova del Sara […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/SARA_GT_55_Berton_Piccini.jpg Gt Italia: Mugello – Gare, Doppietta Cerrai-Palma in Toscana