Si è disputata sul circuito “Piero Taruffi” di Vallelunga la quinta tappa del Green Scout Cup, il Campionato Italiano Energie Alternative che vede protagoniste le Kia Venga alimentate a GPL con impianto BRC. Due gare emozionanti e ricche di colpi di scena i cui risultati hanno ristretto la lotta per il titolo finale ad un affare fra Jimmy Ghione e Gabriele Volpato, anche se la matematica non “condanna” ancora del tutto la giovane Alessandra Brena.

Indubbio protagonista del weekend è stato anche il debuttante Michele Tassone (già campione del Trofeo Abarth 500 Rally) che si dimostra subito a suo agio sulla vettura coreana. Il cuneese già nelle prove ufficiali fa registrare il secondo miglior tempo alle spalle di Gabriele Volpato, che anche sul circuito romano si conferma Pole man. Ottimo terzo tempo di qualifica per un ritrovato Alberto Carobbio che precede Jimmy Ghione.

Al via di gara 1 Volpato esita e viene subito infilato da Tassone. Alle loro spalle si portano Ghione, Carobbio, Brena e Calcinati. Dopo solo un giro Volpato sferra l’attacco alla curva Cimini e si porta in testa. La gara è combattutissima e tutti i piloti sono racchiusi in poco spazio. Volpato sente la pressione, commette un errore e viene nuovamente passato da Tassone. Ne approfitta anche Ghione che si porta in seconda posizione. Volpato terzo precede la Brena, Calcinati e Cozzari.La lotta fra i primi tre è serrata. Si inserisce anche la Brena in cerca di punti importanti per la classifica.

Al quarto giro la Brena e Volpato hanno un contatto, ha la peggio la giovane pilota bergamasca che esce di pista e si ritrova in ultima posizione e fuori dai giochi. Volpato viene sanzionato dai commissari con un drive-trough. Rientrerà in 12esima posizione.

Tassone continua a condurre davanti a Ghione. Calcinati e Cozzari che precedono Carobbio, sono protagonisti di una bella lotta per il terzo posto. Anche Ghione non è da meno ed attacca Tassone in tutti i modi. Il cuneese, nonostante un problemino al cambio, non molla e chiude in trionfo gara 1 davanti all’inviato di Striscia. Calcinati completa il podio precedendo Cozzari, Carobbio, Corino, Fontanella e Lombardelli.

Classifica Gara 1 (Top 10)

01. Michele Tassone – 11 giri
02. Jimmy Ghione – +0.163
03. Renzo Calcinati – +3.163
04. Sauro Cozzari – +3.381
05. Alberto Carobbio – +6.951
06. Sandro Corino – +7.587
07. Ferruccio Fontanella – +7.871
08. Jacopo Lombardelli – +8.281
09. Diego Servetti – +9.046
10. Stefano Fiamingo – +11.581

In Gara 2 Lombardelli non sfrutta appieno la pole garantita dall’inversione dell’ordine di arrivo di Gara 1 ed al via viene passato da Fontanella e Corino. Volpato, partito dalla sesta fila, è autore di una partenza fulminea e dopo solo un giro è già in quinta posizione alla spalle di Cozzari e davanti a Ghione, Tassone e Carobbio.

Dopo soli tre giri la gara assume una nuova fisionomia. Fontanella accusa un problema ai freni e finisce nelle retrovie. Volpato continua la sua rimonta a suon di sorpassi. Al quarto giro Corino conduce davanti a Volpato e ad un ottimo Lombardelli. Seguono Tassone, Cozzari e Ghione. Tassone, sceso a Vallelunga per dimostrare il suo valore anche in pista, passa Lombardelli e si porta in terza posizione. Volpato attacca e passa Corino.

Dopo sei giri i primi tre, Volpato, Corino e Tassone, allungano. Intanto la Brena partita in tredicesima posizione recupera risalendo fino all’ottavo posto che garantisce punti preziosi per la classifica generale.

Volpato controlla, fa registrare giri veloci e allunga. Tassone prova in tutti i modi ad attaccare Corino. I due si toccano ma il pilota albese è determinato a mantenere la seconda posizione. Dopo undici giri Volpato passa per primo sotto la bandiera a scacchi e si riporta in lotta per il titolo. Alle sue spalle Corino, che conquista il primo podio della sua carriera, quindi Tassone, Lombardelli e Cozzari.

Classifica Gara 2 (Top 10)

01. Gabriele Volpato – 11 giri
02. Sandro Corino – +3.152
03. Michele Tassone – +3.554
04. Jacopo Lombardelli – +4.762
05. Sauro Cozzari – +5.953
06. Diego Servetti – +7.679
07. Jimmy Ghione – +8.599
08. Alessandra Brena – +11.895
09. Alberto Carobbio – +13.998
10. Paolo Strabello – +14.558

La Green Scout Cup vivrà l’evento conclusivo e determinante della sua stagione ad Adria, nel weekend del 13 e 14 ottobre, dove finalmente si saprà chi sarà il primo Campione Italiano delle Energie Alternative.


Stop&Go Communcation

Si è disputata sul circuito “Piero Taruffi” di Vallelunga la quinta tappa del Green Scout Cup, il Campionato Italiano Energie […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/09/mixage-190912-01.jpg Green Scout Cup – Vallelunga: I successi a Tassone e Volpato