Il pilota monegasco della Ferrari Driver Academy si impone ancora una volta, allungando in classifica generale. Una gara ricca di incidenti, terminata sotto bandiera rossa.

Charles Leclerc conquista una nuova vittoria nel weekend più difficile: la scomparsa dell’amato padre solo due giorni fa, una figura importante nella carriera di Leclerc che si è visto cascare il mondo sotto le suole delle sue scarpe.

Il pilota monegasco non ha però mostrato alcun segno di vacillamento in pista, anzi, la pole conquistata nella giornata di ieri è stata il perfetto viatico per una partenza impeccabile nella Feature Race di questa mattina.
Secondo in griglia, Matsushita (ART) rischia di stallare la propria monoposto, precipitando in quinta piazza. Chi invece stalla per davvero la monoposto Dallara è Johnny Cecotto Jr, protagonista pochi minuti dopo di un’uscita a muro in Curva 1, nella foga del recupero.

Prima Safety Car che entra in pista sull’insidioso circuito cittadino, la prima di una lunga serie. Alla ripartenza Antonio Fuoco (Prema) spreca una probabile top 5 tamponando Sergio Canamasas alla staccata di Curva 4: pericolosa la dinamica, con la monoposto di Fuoco che decolla lanciandosi in una delle poche vie di fuga presenti in pista.

Inizia il valzer dei pit-stop, Charles Leclerc è uno dei primi a fermarsi, non senza brividi, rischiando una unsafe release nei confronti di Sirotkin (Rapax) in uscita box. Chi rimane invece in pista è Luca Ghiotto (Russian Time), che si ritrova dunque in testa al Gran Premio.

Altra Safety Car poche tornate dopo per un’uscita a muro di Louis Deletraz in Curva 2: alla ripartenza Luca Ghiotto, Charles Leclerc e Nyck De Vries (ART) si ritrovano uno in scia all’altro, dando vita ad una bella battaglia a 3.
Ghiotto rientra ai box al giro 20, montando le gomme più morbide. Sfortunatamente la sosta è molto lenta, complice un problema all’avvitamento della posteriore sinistra.

Leclerc si ritrova così nuovamente in testa, libero di esprimere il proprio passo gara superiore. Al giro 25 succede di tutto: la Arden di Sean Galeal si schianta contro le barriere all’entrata della zona del castello, Sirotkin non può evitarlo e lo colpisce, ostruendo di fatto la carreggiata al resto del gruppo.

Gara interrotta con bandiera rossa e risultato acquisito al giro precedente: Charles Leclerc conquista così una vittoria speciale, dedicata al padre, davanti ad un Nyck De Vries in crescita e la DAMS di Nicolas Latifi.

Gara 1:

POSDRIVERTEAMTIMEGAP
1Charles LeclercPrema Racing52m33.196s
2Nyck de VriesRapax52m36.665s3.469s
3Nicholas LatifiDAMS52m39.586s6.390s
4Oliver RowlandDAMS52m42.286s9.090s
5Artem MarkelovRUSSIAN TIME52m44.890s11.694s
6Norman NatoPertamina Arden52m50.270s17.074s
7Jordan KingMP Motorsport52m51.766s18.570s
8Ralph BoschungCampos Racing52m54.544s21.348s
9Sergio CanamasasTrident52m56.066s22.870s
10Sergey SirotkinART Grand Prix52m57.238s24.042s
11Gustav MaljaRacing Engineering52m58.024s24.828s
12Nobuharu MatsushitaART Grand Prix52m58.892s25.696s
13Sergio Sette CamaraMP Motorsport53m02.871s29.675s
14Sean GelaelPertamina Arden53m06.297s33.101s
15Robert VișoiuCampos Racing53m06.516s33.320s
16Luca GhiottoRUSSIAN TIME53m22.403s49.207s
Louis DeletrazRacing Engineering25m04.273sRetirement
Nabil JeffriTrident20m03.787sRetirement
Antonio FuocoPrema Racing14m00.436sRetirement
Johnny Cecotto Jr.RapaxRetirement

 

Lorenzo Lucidi


Stop&Go Communcation

Il pilota monegasco della Ferrari Driver Academy si impone ancora una volta, allungando in classifica generale. Una gara ricca di incidenti, terminata sotto bandiera rossa.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/06/51b0dec6d4093ca18d69f67d72bfa49a.jpg FIA F2 – Baku, Gara 1: Leclerc trionfa nel Caos!