Succede di tutto sul cittadino di Singapore, quella che doveva essere una serata rossa è diventata in pochi attimi buio pesto con Raikkonen e Vettel out insieme a Verstappen. Hamilton ringrazia e vince, 2° Ricciardo, 3° Bottas.

Profondo Rosso a Singapore. Questo il titolo forse più congeniale per esprimere la domenica della Ferrari, dalle stelle dell’incredibile pole position di ieri, alle stalle del doppio ritiro in pochi secondi. Partenza che non ti aspetti da parte di Kimi Raikkonen, abile a scattare forte dalla quarta posizione ed affiancare Max Verstappen per la seconda. Pochi attimi di normalità che hanno preceduto una carambola violentissima, il tedesco scattato dalla pole si sposta verso sinistra per coprire la posizione innescando inconsapevolmente il contatto fatale tra la Red Bull e la vettura del compagno. Botto tremendo che porterà il finlandese a urtare il retrotreno della SF70-H di Vettel fino allo strike in curva uno con lo stesso Verstappen e l’incolpevole Fernando Alonso, poi ripartito.

Tre manovre considerate non illegali dei commissari, evento classificato dunque come incidente di gara.
Si poteva evitare? Difficile da dire, specialmente con il senno di poi, certo è che la paga più salata tocca a Sebastian Vettel. Uno zero che, attualmente, pesa come un macigno, forse evitabile lasciando più spazio a Vertsappen, o forse tutto frutto della signora bendata del motorsport. Stesso discorso per Max Verstappen, ancora nel mezzo di un incidente allo start, non estromesso Kimi Raikkonen autore della partenza perfetta al momento forse “meno opportuno”.

Chi sorride e tanto, è ancora Lewis Hamilton passato primo in mezzo giro di gara. Inizio che non si aspettava nemmeno lui vista la quinta posizione della qualifica, regalo perfetto per scappare e addormentare la gara dall’inizio alla fine, a suo modo. Dominio che vale la tripletta dopo Spa e Monza ma soprattutto un +28 in classifica su Sebastian Vettel. Distacco importante che il britannico difenderà con il coltello tra i denti per le restanti sei gare di questo incredibile 2017. Sul podio chiude anche Daniel Ricciardo, secondo con una Red Bull che delude ancora le aspettative dei primi due giorni di azione in pista. Chiude con una medaglia di bronzo che vale oro per il Costruttori, l’anonimo Valtteri Bottas autore di una gara/parata dal primo all’ultimo giro.

Fuochi d’artificio in casa Toro Rosso, ad un passo dal secondo podio della sua storia, Carlos Sainz ha infatti concluso il Gp in quarta posizione. Miglior piazzamento in carriera, arrivato in un momento chiave come l’ufficialità del passaggio in Renault per il 2018. Rimonta e bene Sergio Perez, partito dalla dodicesima piazza, alle sue spalle gara quasi incredibile di Joylon Palmer. Frutto della carambola iniziale e di una Renault veramente competitiva, il quasi ex pilota di Formula 1 mette a segno una gran prestazione. Bene anche Stoffel Vandoorne ottavo con la McLaren, punti per Lance Stroll (Williams) e Romain Grosjean (Haas) in ottava e nona piazza. Chiude la top ten Esteban Ocon, in affanno ma ancora in zona punti con la seconda delle “pantere rosa”.

Undicesimo e dodicesimo posto per Felipe Massa e Pascal Wehrlein, ultimi piloti in gara visti i numerosi ritiri. Da segnalare la doppia safety cara causata da Daniil Kvyat prima e Marcus Ericsson poi, grandi delusi Nico Hulkemberg e Fernando Alonso. Il tedesco per buona parte della gara in zona podio, ha dovuto salutare la compagnia tradito dalla sua vettura, ancora più sfortunato Fernando Alonso colpito nel crash di curva 1 e successivamente ritirato per i danni subiti.

Sei gare al termine con 150 punti da assegnare e 28 da recuperare per Sebastian Vettel nei confronti del leader Lewis Hamilton. Ingredienti giusti per vivere a pieno l’entusiasmante finale di stagione, appuntamento a Sepang tra quindici giorni.

2017 Formula 1 Singapore Airlines Singapore Grand Prix – Marina Bay, race results

Simone Corradengo

 


Stop&Go Communcation

Succede di tutto sul cittadino di Singapore, quella che doveva essere una serata rossa è diventata in pochi attimi buio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/21740589_1821918731171076_2398873740389148214_n-e1505674351899.jpg F.1 – Singapore, Gara: disastro Ferrari, Hamilton ringrazia e vince in solitaria