Pollice su per Raffaele Marciello. Addetti ai lavori, tecnici ed esperti del settore sono rimasti letteralmente strabiliati dalle doti del napoletano di Lugano espresse nei due giorni di test collettivi sul circuito capitolino di Vallelunga. L'alfiere della JD Motorsport, il più giovane dell'intera serie tricolore di Formula Abarth, ha infatti messo tutti i rivali alle sue spalle in virtù di un crono riscosso nella seconda sessione della prima giornata, che non lascia dubbi sulla sua competitività in ottica campionato: 1'33"218. Un crono definito stratosferico dai media, ma che Raffaele sa perfettamente di poterlo ulteriormente limare…

Raffaele ha sfoggiato una sicurezza quasi da veterano, ben figurando sotto gli occhi di esperti e ingegneri di varie case quali JD, Tatuus e perfino Ferrari. “Sono davvero soddisfatto di queste prove svolte qui a Vallelunga – ha sottolineato – perché non fanno altro che migliorare il mio feeling con la macchina e lo staff della JD Motorsport. Una squadra fantastica con cui mi sono subito trovato a meraviglia e con cui mi sto rendendo conto di potermi davvero togliere tante soddisfazioni. Alla base di tutto c’è ovviamente l’impegno costante e la dedizione verso il lavoro, non a caso sto per cambiare trainer e programma di allenamenti psico-fisici. I test fatti al Driver Program del professor Elia mi hanno davvero aperto gli occhi e vorrei quindi cercare di proseguire e apprendere ancora quelle nozioni che ho incamerato presso il centro di Forlì”.

“Rispetto alla F.Renault
– ha concluso – questa F.Abarth appare decisamente più potente. Il turbo si sente eccome, ti aiuta ad uscire più forte dalle curve quasi fosse una Formula 3 con gomma fresca, ma ti mette ovviamente in difficoltà quando l’usura degli pneumatici comincia a farsi sentire… La monoposto tende a scomporsi e diventa poi dura dominarla, ma è decisamente affascinante. Se le nuove Kumho rispondono bene? Rispetto a quelle usate in precedenza di provenienza australiana sicuramente queste sono di tutt’altra fattura. E’ una mescola morbida che ben si adatta alla nuova Tatuus e in cui riesci a ‘timbrare’ il tempo in sette/otto tornate. Poi però cominciano a deteriorarsi e a non rendere più ovviamente come quando le hai appena montate”.

Nella foto, Raffaele Marciello


Stop&Go Communcation

Pollice su per Raffaele Marciello. Addetti ai lavori, tecnici ed esperti del settore sono rimasti letteralmente strabiliati dalle doti del […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/fjuniorraf.jpg F.Abarth – Test Vallelunga – Marciello report: “Fiero del lavoro svolto a Roma”