Che caos! L’ultimo appuntamento della Formula Abarth sul circuito di Monza fa registrare l’addio prematuro alle gare di uno dei protagonisti dell’European Series: Lorenzo Camplese. Dopo il drive-trough inflitto dalla Direzione Gara nella corsa di ieri (poi dimostratosi errato e smentito dalle immagini ufficiali richieste a gran voce dal team principal dell’Eurointernational Antonio Ferrari), il pilota abruzzese ha deciso col suo staff di abbandonare il tempio della velocità brianzolo perché infastidito dal goffo comportamento e giudizio adottato dagli stewards nei suoi confronti che, peraltro, hanno ammesso l’errore proponendo allo staff del pilota un curioso “patteggiamento”: l’undicesimo posto finale…

Da segnalare che sempre nella giornata di ieri si era verificato un caso analogo nel Campionato Italiano di Formula 3, con l’argentino Facundo Regalia che se ne è andato sbattendo furiosamente la porta in segno di protesta per l’improvvisa e reiterata “non prestanza” del suo propulsore. ‘Gialli’ su ‘gialli’ quindi nei campionati propedeutici di Formula targati ACI-CSAI. Ma che succede? Stop&Go, oltre ad informare da anni le sue migliaia di lettori con una corretta informazione, vorrebbe vederci chiaro. Per ora raccogliamo e pubblichiamo integralmente la protesta ufficiale di Eurointernational (che ha ritirato e non farà partecipare a Gara 2 e all’ultimo round di Barcellona nemmeno l’altro suo alfiere Dustin Sofyan), in attesa ovviamente della replica di ACI-CSAI e/o AciSport, organizzatrice del campionato di Formula Abarth European Series col supporto della Ferrari Driver Academy.

Michele Benso

Fonte: Stopandgo.tv

© Riproduzione riservata

Copyright Stopandgo.tv

Riceviamo da Eurointernational e pubblichiamo:
“La Eurointernational, concorrente della vettura n.30 di Lorenzo Camplese partecipante alla Gara 1 sulla pista di Monza della Formula Abarth European Series, precisa i fatti relativi alla erronea penalizzazione di Drive Through ricevuta dal pilota italiano.

Lorenzo Camplese dopo essere partito dodicesimo, transitava in quinta posizione al terzo giro, passando il pilota Luca Ghiotto, vettura n. 3, alle curve Lesmo conquistando la quarta posizione in scia con il trio in testa alla gara.

Dopo circa 20 secondi dal sorpasso di Camplese su Ghiotto la Direzione Gara richiede l’intervento della Safety Car per un incidente ed in regime di Safety Car, il pilota Luca Ghiotto ha superato Camplese all’ingresso della curva Ascari, come evidenziato dai video disponibili. Nel successivo rettilineo all’ingresso della curva Parabolica Luca Ghiotto, accortosi del sorpasso in regime di Safety Car ai danni di Camplese ha correttemente rallentato ed allargato la traiettoria per permettere a Camplese di recuperare la quarta posizione che il pilota della Eurointernational aveva raggiunto ampiamente prima dell’ingresso della Safety Car. Ormai in regime di Safety Car, Camplese, quarto seguito da Ghiotto, quinto, transitava quarto sulla linea del traguardo accodandosi al trio di testa che rallentava nel raggiungere la Safety Car che aspettava le vetture in pista alla fine del rettilineo di partenza.

In regime di Safety Car le vetture compivano due giri completi di pista ed un terzo giro incompleto, prima di rientrare a box per la ripartenza della gara. Durante questi tre giri accadevano i seguenti fatti:

–       Sui video a disposizione dei Team, incluso Eurointernational, non veniva mostrato alcuna ripresa dei fatti di sotto investigazione per una qualsiasi ragione.

–       Dai box della Eurointernational, avendo rilevato l’ingresso della Safety Car ed il passaggio sul traguardo di Camplese in quarta posizione dalla quinta, nel giro precedente l’ingresso della Safety Car, viene chiesto via radio a Camplese se ci fosse stato un sorpasso dopo l’ingresso della Safety Car, ma il pilota italiano ha spiegato chiaramente alla radio i fatti riportati sopra con il suo sorpasso ai danni di Ghiotto alle curve Lesmo, senza nessuna bandiera gialla esposta e prima dell’ingresso della Safety Car. La conversazione radio si e’ protratta per i due giri successivi di Safety Car.

–       Nonostante non vi fosse alcuna indicazione sui monitor dei Team, ne alcuna indicazione dalla Direzione Gara, dai box della Eurointernational viene comunicato via radio a Camplese, che nel primo giro successivo alla ripartenza, era preferibile, al fine di evitare ogni dubbio, restituire la quarta posizione a Luca Ghiotto, prima della linea del traguardo, rimanendo in scia per un possibile ulteriore sorpasso per guadagnare nuovamente la posizione alla staccata prima della curva 1. 

Alla ripartenza dopo i tre giri si Safety Car accadevano i seguenti fatti:

–       Nonostante Camplese non fosse daccordo, il pilota accettava la richiesta del suo box facendo passare Luca Ghiotto poco prima della linea di arrivo, come confermato dal cronologico dei giri.

–       Circa 30 secondi dopo che Camplese e’ transitato quinto sul traguardo, dietro Ghiotto, al passaggio del successivo giro, veniva esposto il cartello di Drive Through a Lorenzo Camplese e sui monitor dei Team veniva indicata la stessa penalita’ per non aver rispettato la procedura di Safety Car.

–       La penalita’ veniva comunicata via radio a Camplese, che protestava e rallentava, rispettando l’ordine della Direzione gara scontando il Drive Through nel giro successivo.

–       Dopo la comunicazione di Drive Through a Camplese sui monitor dei Team, il Manager della Eurointernational, Antonio Ferrari, si recava immediatamente in Direzione Gara per riportare i fatti indicati da Camplese via radio, ma gli veniva vietato l’accesso ricevendo la semplice comunicazione che “… il sorpasso di Camplese su Ghiotto era evidentissimo in Parabolica e ripreso dai video del circuito…e che la decisione del Collegio dei Commissari Sportivi era scontata ed inappellabile..”. Antonio Ferrari si recava pertanto al Collegio dei Commissari Sportivi e riportava i fatti al Presidente Alessandro Tibiletti, mostrando il cronologico dei giri, che confermava la restituzione della posizione, indipendentemente dal fatto che l’infrazione non sussiste, perche’ era di fatto Luca Gotto che restituiva in ingresso alla Parabolica la posizione a Camplese e non Camplese che passava Gotto in regime di Safety Car.

–       Nonostante quanto sopra, alle 17.03 il Collegio dei Commissari Sportivi emetteva la Decisione n. 13 : Drive Through a Lorenzo Camplese, che lo aveva gia’ scontato.

Al termine della gara Lorenzo Camplese ed Antonio Ferrari esponevano nuovamente i fatti al Collegio dei Commissari Sportivi, i quali convocavano anche il pilota Luca Ghiotto, che confermava interamente la versione dei fatti riportata da Camplese e dalla Eurointernational ed il Collegio dei Commissari Sportivi emetteva la Decisione n. 16 che confermava che la VERICITA’ DELL’ACCADUTO era quella indicata da Camplese e dalla Eurointernational:

“Convocato e sentito il Concorrente n. 3 Ghiotto afferma che lui aveva superato il concorrente n.30 Camplese, in regime di safety car e che in seguito il Concorrente n. 3 Ghiotto (accortosi dell’errore) restituiva la posizione al Concorrente n. 30 Camplese Lorenzo”

PRESA VISIONE DI TUTTI I FILMATI ED APPURATA LA VERICITA’ DELL’ACCADUTO

SENTITO IL DIRETTORE DI GARA

La stessa Decisione N. 16 informa che viene deciso di :

“Ripristinare la situazione prima della penalita’ di Drive Through, al Concorrente n. 30 Eurointernational Conduttore Camplese Lorenzo, restituendogli la 11ma posizione”

 L’ERRORE DEL DIRETTORE DI GARA E DEI COMMISSARI SPORTIVI DIVENTA UNA BEFFA ULTERIORE PER LORENZO CAMPLESE PERCHE’ IN PISTA AL MOMENTO DELLA SANZIONE DI DRIVE THROUGH ERA QUINTO NON UNDICESIMO,AVENDO APPENA RESTITUITO SUL TRAGUARDO LA QUARTA POSIZIONE A GHIOTTO. Per scontare il Drive Through Camplese ha rallentato per rientrare ai box e il Collegio dei Commissari Sportivi HA CONSIDERATO LA POSIZIONE DI CAMPLESE tagliando il traguardo nella corsia dei box (!!!) e non in pista ( giro precedente Drive Through ??), quando Camplese transitava nei box a 60 km/h ed i gli altri piloti lo passavano ad oltre 200 km/h in pista……

I fatti riportati sono confermati dalle testimonianze dei piloti coinvolti e dai video.

Lorenzo Camplese per l’ennesimo errore del Direttore di Gara e del Collegio dei Commissari Sportivi contro una vettura della Eurointernational, viene privato della possibilita’ di salire sul podio e possibilmente vincere la gara di Monza.

In segno di Protesta contro la Direzione Gara, il Collegio dei Commissari Sportivi e la ACI CSAI che organizza la Formula Abarth European Series, il Concorrente Eurointernational della vettura di Lorenzo Camplese , n. 30, e della vettura di Dustin Sofyan, n.29, non partecipera’ alla Gara 2 di Monza e si ritira dal Campionato Formula Abarth European Series e non partecipera’ alla ultima gara di Barcelona.

Con un separato Comunicato Stampa, la Eurointernational evidenziera’ tutte le motivazioni dietro il ritiro del Team dal Campionato di Formula Abarth European Series.


Stop&Go Communcation

Che caos! L’ultimo appuntamento della Formula Abarth sul circuito di Monza fa registrare l’addio prematuro alle gare di uno dei […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/11/lorenzo112234erthg5.jpg Esclusivo: Rabbia Camplese ed Eurointernational, furioso ritiro in segno di protesta!