Qualifiche come sempre avvincenti quelle della European Le Mans Series da Portimao. Sotto uno splendido sole che ha fatto da contraltare al diluvio di ieri pomeriggio si sono sfidate le tre classi in gara per l’ultima sessione del 2018.

Alla fine è stato Nico Jamin ad ottenere la prima pole position per se stesso e per il Duqueine Engineering col tempo di 1.33.197. L’ex-Indy Lights ha dovuto però faticare fino alla bandiera a scacchi per ottenere un giro ritenuto valido dalla direzione gara di Eduardo Freitas, oggi particolarmente fiscale proprio con i prototipi della classe regina.

A farne le spese sono stati Will Stevens e l’Oreca del Panis-Barthez Competition, che Jamin ha preceduto di soli 60 millesimi. P3 per Filipe Albuquerque, che sembrava destinato alla pole sul circuito di casa dopo aver egli stesso perso diversi giri utili, davanti a Paul-Loup Chatin, cui non è riuscito – a differenza del Red Bull Ring – l’assalto finale ai danni del connazionale.

Solo P5 per Jean-Eric Vergne con l’Oreca neo titolata del G-Drive Racing, mentre Felipe Nasr ha portato la Dallara del Cetilar Villorba in nona posizione. Qualifiche da dimenticare infine per Olivier Pla, caduto ripetutamene sotto la mannaia della direzione gara, e che rincorrerà il secondo posto finale per Racing Engineering dalla 12ma piazzola.

Lucas Légeret ha invece ripetuto le buone prestazioni delle ultime libere regalando alla Norma e all’YMR la seconda pole stagionale dopo il round iniziale di Le Castellet col tempo di 1.40.715.

Dietro il 17enne svizzero per 61 millesimi l’altra Norma dell’Ultimate di Mathieu Lahaye e la Ligier dell’AT Racing di Mikkel Jensen. La sessione è stata interrotta dopo 6’39” per l’uscita di strada di Giorgio Mondini in curva 5, e dopo la bandiera rossa la top five si è completata con Marvin Klein e la Norma del DKR e da Scott Andrews, recente vincitore a Spa con la Ligier #2 dello United Autosports.

I capolista dell’RLR MSport partiranno solo dalla settima piazzola; più indietro ancora i major contender di John Farano e Job van Uitert, con il 360 Racing in P10 e la Ligier #3 dello United Autosports addirittura in P15.

Miguel Molina beffa infine nel finale le Porsche del Proton Competition, regalando alla Ferrari del JMW Motorport la seconda pole stagionale in GTE dopo il Red Bull Ring. Molina col tempo di 1.42.765 ha preceduto le due 911 RSR di Christian Olsen e di Matteo Cairoli, quest’ultimo autore del miglior tempo in pista con 1.42.692, tempo poi deletato per aver ecceduto i limiti di curva 15.

Il punto extra avvicina il team inglese a 10,5 punti dai battistrada Giorgio e Gianluca Roda che si avvicenderanno sulla Porsche Proton #88 condivisa con Cairoli.

Lo start della 4 ore di Portimao domenica alle 12.30 locali.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Molina regala la pole alla Ferrari del JMW. Légeret al palo in LM P3 per DKR

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/10/Kaminpole.jpg ELMS – Portimao, Qualifiche: Jamin, finalmente!