Nicolas Lapierre porta nuovamente in pole position l’Oreca del DragonSpeed nelle qualifiche della 4 ore di Le Castellet con il tempo di 1.52.761. Si tratta della seconda pole stagionale dopo la sfortunata prova di Silverstone, e ben difficilmente potrà contribuire a riportare in lotta per il titolo la compagine statunitense, ma di sicuro fa capire il potenziale delle Oreca sul tracciato di casa.

Le LM P2 di Hughes de Chaunac piazzano infatti un tris tutto transalpino con gli altri due piloti sin qui in pole, Lèo Roussel, secondo a 145 millesimi, al volante dell’altra vettura del team di Elton Julian marchiata G-Drive al comando della classifica generale, e con il poleman di Monza, Enzo Guibbert, sulla #39 del Graff, a 3 decimi.

Ulteriore aspetto da non tenere in secondo piano, la prestazionalità delle nuove LM P2, che nonostante un Mistral rallentato da una chicane, si portano a poco più di 5” dal miglior crono dello scorso anno, che ha lasciato però un Lapierre “très très fatigué” dopo la conquista della pole.

Primo degli “altri” la sorpresa del weekend, Matevos Isaakyan, con la Dallara dell’SMP Racing, a precedere a sua volta la Ligier del vincitore del Red Bull Ring, Filipe Albuquerque, e l’altra Dallara del Cetilar Villorba Corse affidata a Giorgio Sernagiotto.

Un altro tris questa volta a marchio Ligier, in LM P3. Ross Kaiser ha preceduto con il tempo di 2.02.186 il connazionale Alex Kapadia rispettivamente sulle entry di 360 Racing ed RLR MSport. Terza piazza per Alexandre Cougneaud con l’altra JS P3 dell’YMR. Il giovane francese aveva in realtà ottenuto la migliore prestazione, che gli è stata però annullata dalla direzione di gara per track limits.

Solo quarta la prima delle Norma M30, quella nera con le scritte giallo flash di Yann Erlacher dell’YMR, a precedere i leader della serie dello United Autosport, qui solamente quinti con Sean Rayhall.

Da segnalare, sempre in ottica campionato, che la vincitrice del Red Bull Ring dell’Eurointernational si presenta qui con Marco Jacoboni al fianco di Giorgio Mondini in luogo di Davide Uboldi.

Dopo un inizio di campionato fra alti e bassi tira invece a riconquistare un posto al sole in GTE la Ferrari biancoverde di Matt Griffin iscritta da Spirit of Race. Il pilota irlandese ha conquistato la seconda pole position stagionale dopo Monza col tempo di 2.04.202, precedendo di oltre 3 decimi Matteo Cairoli con la Porsche Proton.

A seguire le altre due 488 GTE di Andrea Bertolini e Johnny Cocker, quest’ultimo vittima di una distrazione nell’ultimo giro utile con le Dunlop nuove. Chiudono il corto ma assai competitivo schieramento di categoria le due Aston Martin di Darren Turner e Nicki Thiim.

Lo start della 4 Ore di Le Castellet domenica alle 12.

Piero Lonardo

I risultati delle Qualifiche


Stop&Go Communcation

Kaiser e Griffin, pole in LM P3 e GTE

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/08/Dragonpit-1024x682.jpg ELMS – Le Castellet, Qualifiche: Lapierre re del Paul Ricard