L’European Le Mans Series passa il giro di boa questo weekend con l’inizio della seconda metà della stagione con il tradizionale round in terra francese a Le Castellet.

Per l’occasione il Circuit Paul Ricard si presenterà nella configurazione prevista per il prossimo Gran Premio di Francia di Formula 1, con una chicane a rallentare il lunghissimo rettilineo del Mistral.

Questa la novità più eclatante, per un appuntamento che presenta sostanzialmente la stessa entry list di un mese or sono al Red Bull Ring. Rispetto al circuito austriaco, l’unica assenza è quella della Ligier del Tockwith Motorsport, che un paio di settimane or sono ha dichiarato la separazione consensuale dal pilota Phil Hanson. Curiosa la motivazione ufficiale che ha portato alla sospensione del rapporto vincente nell’ultima Asian Le Mans Series tra le LM P3, in quanto la famiglia Hanson si sarebbe alterata per l’utilizzo dell’Audi R8 LMS vincente nel Britcar Sprint Championship 2016 in un video musicale.

Saranno quindi 12 le LM P2 presenti, con il testa a testa in classifica generale tra G-Drive ed United Autosport. Una vittoria contro due fino ad ora per la Ligier della compagine angloamericana, che però insegue a 4 punti di distacco l’Oreca battente bandiera russa, che presenta sempre l’esperto Nic Minassian al posto di Ryo Hirakawa, ancora impegnato nel SuperGT giapponese.

Attesi alla rivincita dopo la sfortunatissima prestazione in Stiria, la Dallara del Cetilar Villorba di Andrea Belicchi, Giorgio Sernagiotto e Roberto Lacorte, grazie anche ai progressi del prototipo parmense.

Tra le LM P3, categoria foltissima con ben 17 entry con almeno quattro equipaggi in lotta concreta per il titolo. Giorgio Mondini e Davide Uboldi, grazie al post-gara di Zeltweg sono tornati in corsa per il titolo ed inseguono in classifica un trio di Ligier composto dai favoritissimi John Falb e Sean Rayhall dello United Autosport, da Ultimate ed YMR.

Sempre solo 6 infine le GTE iscritte, e anche qui in classifica una lotta serrata che vede al momento l’Aston Martin del TF Sport primeggiare sulla Ferrari del JMW, che trionfò nel 2016 grazie anche ad Andrea Bertolini, ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale sulla Ferrari #51 di Spirit of Race. La compagine diretta da Amato Ferrari si presenta da terzo incomodo nella lotta al titolo di categoria grazie all’equipaggio dell’altra 488 GTE #55 composto da Matt Griffin, Duncan Cameron ed Aaron Scott, grazie alla vittoria in Austria.

Al Paul Ricard ritorna anche la Michelin Le Mans Cup. La serie cadetta, giunta al quinto dei sette appuntamenti previsti, vede al comando delle LM P3, grazie alla vittoria del Red Bull Ring, l’equipaggio dell’unica Norma iscritta dal DKR per Alexander Toril e Jean Glorieux con un discreto margine su Anthony Wells e Colin Noble del Nielsen Racing. Tra le GT3 invece, Emanuele Busnelli e Fabio Babini hanno capitalizzato al meglio la vittoria in terra austriaca e conducono la classifica di categoria con la Lamborghini Ebimotors.

Appuntamento in pista a Le Castellet venerdì 25 agosto alle 11.20 del mattino per il consueto test dei piloti bronze ranked.

Piero Lonardo

L’entry list della 4 ore di Le Castellet


Stop&Go Communcation

Rallentato il Mistral in configurazione F1 2018

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/08/Start2-1024x682.jpg ELMS – In 35 a Le Castellet con la nuova chicane