Scatta la Serie A? Al via anche la Superleague! Dopo mesi di intenso lavoro la Superleague Formula ha dato inizio all’atteso evento inaugurale. Il circuito di Donington, sotto un cielo che non tradisce le aspettative di una tipica giornata inglese, è stato testimone di un straordinario e coinvolgente avvio di campionato.

A seguito delle due sessioni di prove libere, il nuovo format dedicato alle qualifiche ha garantito fin da subito uno straordinario e coinvolgente spettacolo: divisione dei Team in due gruppi, A e B, attraverso una estrazione che ha visto i singoli piloti direttamente coinvolti, le monoposto V12 da 750 cv sono scese in pista per darsi battaglia in una sessione di 15 minuti per gruppo. La prima finestra, dedicata al gruppo A, ha visto il Galatasaray SK segnare il 4° miglior tempo appena dietro l’Olympiacos, il PSV Eindhoven e il capolista Sevilla FC. L’Anderlecht e il Flamengo hanno segnato, invece, rispettivamente il 5° e il 6° tempo.

La successiva finestra, dedicata questa volta al gruppo B, ha visto l’AC Milan conquistare la 2° posizione, appena dietro il Beijing Gu’Aon di Davide Rigon. A seguire, i miglior tempi sono stati dell’AS Roma con Toccacelo, Tottenham Hotspur, Al- Ain, BVB Borussia Dortmund, FC Porto, SC Corinthians e del Glasgow Rangers.

Lo step successivo, fondamentale per disegnare la griglia di partenza per la prima gara, ha visto le prime 4 vetture di ogni gruppo affrontare in un testa a testa una sfida lanciata: la 1° vs l’8°, la 2° vs la 7°, la 3° vs la 6° e la 4° vs la 5°. Lo scontro diretto tra i colori rosso-neri di Robert Doorbons e l’Olympiacos vedrà il giovane pilota olandese partire dalla 3° fila. Il Galatasaray SK, invece, a seguito dello scontro con il Beijing Gu’Aon, vedrà Pier Guidi partire dalla 4°. I quattro racing team protagonisti dei quarti di finale hanno, poi, affrontato la semifinale in un identico scontro a due. La finale, combattuta tra il Sevilla e il Beijing Gu’Aon del nostro Rigon, che conquista così la prima pole position nella storia della Superleague Formula. Lo start nella prima gara del weekend è in programma domani mattina alle 11. Ricordiamo che ogni weekend saranno disputate due gare (44 minuti + 1 giro) con la particolare caratteristica, in gara 2, della griglia invertita rispetto l’ordine di arrivo della prima.

Alessandro Pier Guidi: "Le prove libere sono andate molto bene ma purtroppo abbiamo avuto dei problemi durante queste qualifiche. In ogni caso per domani saremo pronti e ci rifaremo. A dire la verità non sono molto soddisfatto anche se partire dalla quarta fila non è poi un così brutto risultato. Mi ha colpito molto il nuovo format delle qualifiche. Personalmente preferisco quello tradizionale, seppure questa sessione sia stata molto divertente".

Robert Doornbos: "Non sono molto contento. Nella prima parte della sessione andava tutto benissimo ma poi abbiamo riscontrato alcuni problemi tecnici. Dovremo lavorare ancora su questo e su una buona strategia di gara ma per domani contiamo di essere al top. Il Team ha comunque fatto un gran lavoro. L’obiettivo era quello di conquistare la pole e abbiamo combattuto per questo. La nuova formula delle qualifiche mi piace. Per un pilota c’è sempre una grande soddisfazione nel segnare il giro secco".

Nella foto, il poleman Davide Rigon (Team Beijing Gu’Aon)

Qualifiche

1. Guoan – Davide Rigon
2. Siviglia – Borja Garcia
3. PSV Eindhoven – Yelmer Buurman
4. Olympiakos – Kasper Andersen
5. Milan – Robert Doornbos
6. Roma – Enrico Toccacelo
7. Galatasaray – Alessandro Pierguidi
8. Tottenham – Duncan Tappy
9. Al Ain – Andreas Zuber
10. Anderlecht – Craig Dolby
11. Borussia Dortmund – Nelson Philippe
12. Flamengo – Tuka Rocha
13. Porto – Tristan Gommendy
14. Corinthians – Andy Soucek
15. Rangers – Ryan Dalziel
16. Basilea – Max Wissel
17. Liverpool – Adrian Valles


Stop&Go Communcation

Scatta la Serie A? Al via anche la Superleague! Dopo mesi di intenso lavoro la Superleague Formula ha dato inizio […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfrigon.jpg Donington – Libere e Qualifiche: La prima pole porta la firma tricolore di Davide Rigon