Un uomo solo al comando: Sebastien Loeb si conferma il mattatore assoluto di questa prima fase della Dakar al volante della Peugeot 2008 DKR.

Una vettura che in questa edizione sembra completamente diversa e molto più competitiva rispetto alla “lontana parente” del 2015. L’alsaziano ha conquistato anche la quinta tappa – salendo così a tre scratch in tutta la competizione – aumentando marginalmente il vantaggio sugli avversari. Si allontana Stephane Peterhansel (Peugeot), terzo al traguardo e secondo in classifica a oltre sette minuti dal nove volte iridato nel Mondiale Rally.

Ottima performance anche per Carlos Sainz – al via con la terza 2008 DKR (le altre due sono affidate a Cyril Despres e Romain Dumas) – secondo nella tappa Marathon ma penalizzato da alcuni problemi nel corso delle prime giornate di gara. Lo spagnolo è comunque riuscito a risalire fino al terzo posto nella generale (13 minuti di ritardo). L’outsider di lusso resta per la Casa del Leone così Nasser Al-Attiyah (Mini), quarto nella classifica generale davanti alle Toyota di Poulter e De Villiers. Scende in settima posizione Mikko Hirvonen (Mini). Oggi tappa insidiosa da 542 chilometri, con il circuito di collegamento da Uyuni a Uyuni.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

Un uomo solo al comando: Sebastien Loeb si conferma il mattatore assoluto di questa prima fase della Dakar al volante […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/01/1170737_1042850195774287_6429838918823295259_n.png Dakar – Day 5: Podio targato Peugeot, Loeb allunga ancora