Come da tradizione spetta all’Italian Baja ad aprire la stagione del Cross Country Italiano. La manifestazione organizzata da Fuoristrada Club 4×4 Pordenone e Automobile Club Pordenone è la prima tappa di una stagione che si preannuncia interessante e tutta da scoprire. Molti sono infatti i temi sportivi che la prova friulana mette in mostra e che andranno a svilupparsi anche nei successivi appuntamenti della serie tricolore ACI.

La maratona che prende le mosse da Pordenone è anche la prova d’apertura della FIA World Cross Country Cup, serie iridata di specialità, e come ogni anno si rinnovano le sfide tra i piloti stranieri ed i driver di casa nostra. Krzysztof Holowczyc è uno degli protagonisti del Cross Country al volante della Mini All4 Racing del Monster Energy X-Raid Team, ma nella corsa alla vittoria assoluta sono annunciati anche i sovietici Bogdan Novytskyi e Boris Gadasin, entrambi con un G-Force Proto, i cechi Miroslav Zapletal e Zdenek Porizek, al volante di un H3 Evo targato Offroadsport. Al via della gara pordenonese anche l’esperto Jean Louis Schlesser con lo spettacolare buggy Sonangol.

Primo risultato positivo dei nostri rappresentanti e raggiunto ancor prima del via dei confronti tra le “dune” di sassi dei fiumi Meduna, Cosa e Tagliamento, è dato dall’elevato numero di partecipanti e tutti di alto valore: basta infatti citare nomi di campioni del calibro di Riccardo Colombo su Mitsubishi L200, Giovanni Manfrinato con il Renault Megane proto, Lorenzo Codecà a bordo del Suzuki Grand Vitara ufficiale a difendere il titolo di campione italiano in carica, ed un Luca Cantamessa esordiente nella categoria maggiore del T1 con il Mitsubishi Pajero.

Di rilievo è il passaggio al Gruppo T1 di Claudio Petrucci, che esordisce alla guida del Great Wall Hover 5 schierato da Erre Motors. I nostri colori sono poi ben rappresentati anche tra i fuoristrada di serie con Elvis Borsoi su Mitsubishi Pajero, Andrea Lolli e Alberto Spinetti con le Suzuki ed attesi protagonisti assieme a Massimo Mancusi anche del primo appuntamento del Suzuki Challenge, il monomarca Grand Vitara 1.9 DDiS della Casa giapponese.

Il Gruppo T3 vivrà sul confronto tra Paolo Biglieri, T3 Light, ed i piemontesi Diego Salerno e Claudio Marenco a bordo degli evoluti Polaris RZR. In TH sarà Paolo Cau a presentarsi al volante del Mitsubishi Pajero Evolution Erre Motors Team, per difendersi dagli attacchi di Mauro Cantarello, a bordo di un Mitsubishi Pinin, del veloce Giuseppe Ananasso su Pajero e Alberto Gazzetta su Suzuki Vitara.

Il programma dell’edizione del ventennale dell’Italian Baja da Fiera Pordenone scatta domani pomeriggio con le verifiche tecniche e sportive, ed entra nel vivo alle ore 15.45 di venerdì 15 con lo start della gara da Sacile, a cui segue la prima frazione competitiva denominata “Royal Beach” nell’alveo del fiume Meduna tra Cordenons e Zoppola. La prima semitappa terminerà intorno alle ore 17 e darà il via ai festeggiamenti dei venti anni della manifestazione che culminerà con la festa serale alla presenza del Presidente Automobile Club Italia Angelo Sticchi Damiani.

La prima tappa di gara proseguirà dalle 9.10 di sabato 16, con termine dieci ore dopo alle 19.30. Domenica 17 sarà la giornata conclusiva dell’Italian Baja, con start alle 9.05 ed arrivo in via “Piazza XX Settembre” a Pordenone intorno alle 16.30. Due le tappe, cinque i Settori Selettivi per un chilometraggio cronometrato pari a 346,11 chilometri distribuiti sui 569,41 della maratona nella campagna pordenonese. Cerimonia di premiazione al “Padiglione 5” della Fiera di Pordenone, ore 18.


Stop&Go Communcation

Come da tradizione spetta all’Italian Baja ad aprire la stagione del Cross Country Italiano, che si preannuncia interessante e tutta da scoprire.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/italianbaja-crosscountry-150313-01.jpg Cross Country – Apertura dal sapore iridato con l’Italian Baja