Come Roberto Cavallari della JD, anche Matteo Di Persia, patron della DieGi Motorsport, non va per il sottile esprimendosi sulla crisi della Formula Abarth. “Il problema del campionato? È la CSAI…”, afferma senza mezzi termini ai microfoni di Stop&Go.

“Abbiamo a disposizione una signora macchina e non riusciamo a mettere insieme una griglia decente, e soprattutto non siamo in grado di pescare dal vivaio del karting. Ad una settimana dalla prima gara c’erano ancora un sacco di incognite sulla promozione e la gestione. La Formula Renault 2.0, con una macchina pessima, intanto va fortissimo”.

Il boss della scuderia brianzola è lapidario: “Sono sicuro che alla fine dell’anno la Formula Abarth chiuda i battenti. Le squadre fanno i salti mortali per tirare a campare, facciamo avanti e indietro dal Sudamerica per cercare nuovi piloti a cui siamo quasi costretti a vendere fumo. La qualità è davvero bassa. Qualsiasi corridore straniero che ho cercato ha rifiutato di venire a correre qui, nemmeno sottoprezzo. Tutti vogliono disputare la F.Renault, non sappiamo più cosa inventarci”.

“Gli aggiornamenti sul loro sito web sono pochi, sulle macchine c’è il simbolo della Ferrari Driver Academy, ma in realtà non sembra interessare molto. Alla fine sono sopravvissuti appena quattro team”.

“La CSAI non combina niente per migliorare le situazione, non siamo certo noi scuderie a dover fare i miracoli: evidentemente a loro basta un campionato con una dozzina scarsa di macchine”.

La DieGi Motorsport sarà ai nastri di partenza con il debuttante Javier Francisco Amado, uno dei tre venezuelani iscritti.

Michele Benso – Jacopo Rubino


Stop&Go Communcation

Come Roberto Cavallari della JD, anche Matteo Di Persia, patron della DieGi Motorsport, non va per il sottile esprimendosi sulla […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/03/fabarth-290312-03.jpg Crisi F.Abarth – Matteo Di Persia (DieGi): “Il problema è la CSAI…”