A distanza di quindici giorni, dopo la pausa estiva, il CIVM 2011 ha riacceso i motori per trasferirsi in Umbria per la disputa del 46^ Trofeo Fagioli, uno dei più ricchi e animati appuntamenti che si correrà domenica 21 agosto. Sul veloce e selettivo tracciato di 4,150 metri che dall’abitato di Gubbio conduce fino alla vetta di Madonna della Cima andrà in scena la decima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, inserita in uno scenario suggestivo e definita dagli addetti ai lavori, per via della meticolosità nell’allestimento, la “Montecarlo” delle salite.

La serie organizzata da ACI Sport in stretta collaborazione con la Commissione Sportiva Automobilistica dell’Automobile Club d’Italia, potrebbe essere decisiva per l’assegnazione dei primi titoli italiani. Tutto esaurito nell’elenco iscritti con il sardo Omar Magliona, alfiere della scuderia romana Best Lap, che al volante dell’Osella Pa/21 S motorizzata Honda 2000 c.c. curata e seguita magistralmente dal Faggioli Team, potrebbe in terra Umbra già chiudere la rincorsa al titolo di categoria, dove comanda con un cospicuo vantaggio.

Il giovane Omar è da sempre un avversario acerrimo e temuto per la grinta e testardaggine che lo contraddistingue e in quel di Gubbio si presenterà con il morale alle stelle pronto al successo per difendere ipotecare e riconfermare il titolo di gruppo CN. Bisognerà solo attendere il pomeriggio del 21 agosto, esordisce Omar, non nascondo di essere un po’ trepidante, la mia stagione è una continua ed esaltante contentezza. La corsa umbra entrerà nel vivo venerdì 19 con le verifiche tecnico sportive, sabato 20 sarà la volta delle prove ufficiali, due le manche, mentre domenica 21 alle ore 10 il via di gara uno, ed alle 14 la gara due che decreterà il vincitore assoluto di questa ennesima sfida a tutto gas.


Stop&Go Communcation

A distanza di quindici giorni, dopo la pausa estiva, il CIVM 2011 ha riacceso i motori per trasferirsi in Umbria […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/10/gjhhjghjghjhhh.jpg CIVM – Trofeo Luigi Fagioli: Magliona pronto alla battaglia