Simone Faggioli su Osella Zytek ha vinto la 47esima Coppa Carotti, 49esima Rieti Terminillo, la settima prova del Campionato Italiano Velocità Montagna con validità per la serie europea, organizzata dall’Automobile Club Rieti in collaborazione con l’AC Roma. La gara è stata accorciata di 925 metri alla vigilia per ragioni legate alla sicurezza, ma questo non ha impedito di polverizzare ogni tempo al cinque volte campione italiano e leader di gruppo E2/M, autore di una prestazione maiuscola.

Ancora una volta secondo sul podio di gara il pisano Michele Camarlinghi al volante della versione biposto della potente vettura di Atella, la PA 30 sempre con motore Zytek, di gruppo E2/M. A completare il podio un sempre bravo calabrese Carmelo Scaramozzino con la versione 02 della Lola Zytek di F3000. Quarto posto per il valtellinese Fausto Bormoilini, frequentatore della serie europea con la Reynard, con la quale ha preceduto il pistoiese Franco Cinelli che ha chiesto il possibile alla Lola Zytek curata dal Team CMS. Sesta posizione per un altro italiano protagonista in Europa, il piemontese Renzo Napione, segtuito dal vincitore della classe 2000 delle monoposto di gruppo E2/M, il siciliano Samuele Cassibba, con la sua Tatuus ex F.Master ripristinata a tempo di record dal team dopo l’uscita di strada in prova.

Il giovane ragusano ha preceduto nell’assluta il papà Giovanni Cassibba, secondo di gruppo E2/B con la Osella PA 20/S BMW, con la quale sembra aver trovato di nuovo il pieno feeling. A completare la top ten il ceco Otakar Kramski su Reynard tallonato dal napoletano Enrico Maione vincitore del gruppo CN al volante dell’Osella PA 21/S Honda. Tra le monoposto ancora un dodicesimo posto ed un bel successo in classe 1600 per il pugliese Francesco Leogrande e la Gloria C810P con motore Suzuki, grazie all’efficace lavoro sull’assetto svolto dopo le prove. Sempre tra i prototipi in configurazione gruppo CN il sardo Omar Magliona ha fatto il pieno di punti con l’Osella PA 21/S Honda curata dalla sua struttura, che ha sofferto qualche problema al motore in prova, anche se alle spalle dell’ ottimo vincitore su vettura gemella.

Terzo sul podio il sempre più convincente cagliaritano Gianclaudio Dessì che migliora le sue prestazioni al volante dell’Osella PA 21/S di gara in gara, quarta posizione di classe per l’ascolano Fabrizio Peroni, consapevole del limite della sua attempata Lucchini Honda rispetto alla più aggiornata concorrenza. L’anconetano Leo Isolani aveva promesso il successo e lo ha centrato con la Ferrari 575, guadagnando importanti punti in gruppo GT, dove insegue con tenacia il poliedrico veneto Antonio Forato, al Terminillo tornato al volante della Ferrari F430, con la quale ha vinto nell’affollata GT4 davanti al pescarese Sergio Santuccione su Porsche 996.

Altro successo per il Team Isolani con il terzo posto di gruppo e la vittoria in classe GT3 per il cosentino Giacomo Fiertler al volante della versione 360 Modena del Cavallino. Continua sempre più proficuo l’apprendistato della friulana Elena Croce che ha preso in fretta confidenza con lo scorrevole tracciato al volante della potente Ferrari F430. Sempre ricco d’emozioni il gruppo E1 Italia dove nella serrata sfida si è imposto il pluricampione romano Marco Iacoangeli con la BMW 320, con la quale ha preceduto di 39 centesimi di secondo il leader teramano Roberto Di Giuseppe, fiducioso nelle regolazioni della sua Alfa 155 GTA sin dalle prove. Ottimo successo di classe 2000 per il sempre più leader campano Luigi Sambuco, che dopo qualche rifinitura al’assetto dell’Alfa 155 ha sferrato l’attacco decisivo. Solo 4° di classe il trapanese Daniele Amato limitato da un problema ai freni per la sua Opel Astra GSI. In classe 1600 ancora il cosentino di Villapiana Giuseppe Aragona che ha vinto, nonostante la sua prima volta sul Terminillo, al volante della rivisitata Peugeot 106 1.6 16V.

Classifica (Top 10)

01. Faggioli (Osella FA 30 Zytek) in 5:01.27
02. Camarlinghi (Osella PA 30 Zytek) a 13.59
03. Scaramozzino (Lola Zytek 02) a 26.36
04. Bormolini (Reynard Mugen) a 27.86
05. Cinelli (Lola Zytek) a 28.50
06. Napione (Reynard Mugen) a 32.88
07. Cassibba S. (Tatuus F.Master) a 36.26
08. Cassibba G. (Osella PA 20/S BMW) a 36.77
09. Kramsky (Reynard Mugen) a 38.09
10. Maione (Osella PA 21/S Honda) a 38.65


Stop&Go Communcation

Simone Faggioli su Osella Zytek ha vinto la 47esima Coppa Carotti, 49esima Rieti Terminillo, la settima prova del Campionato Italiano […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/mixage-110710-012.jpg CIVM – Rieti Terminillo: Va a Simone Faggioli e all’Osella la 47° Coppa Bruno Carotti. Camarlinghi e Scaramozzino 2° e 3°