Il Campionato Italiano Velocità Montagna arriva nelle Marche dal 20 al 22 luglio per la 51esima Coppa Paolino Teodori, la classica ascolana che ha riscosso la prima soddisfazione da un elenco iscritti particolarmente numeroso con circa 200 presenze.

Oltre che ottava prova della massima serie tricolore CSAI, la gara avrà validità FIA per l’International Hill Climb Challenge e per l’European Hill Climb Cup. Il tracciato è quello classico e molto amato dai piloti, che da Colle San Marco porta a Colle San Giacomo lungo 5,031 chilometri che coprono una pendenza media del 7,50% ed un dislivello di 377,44 metri. Tracciato scorrevole con prima parte guidata, tecnico nel tratto centrale, poi i famosi tornanti prima della curva molto tecnica che anticipa il traguardo.

L’assenza per concomitante impegno europeo del leader Simone Faggioli sarà occasione ghiotta per il trentino Christian Merli a cercare di riagguantare la testa della classifica assoluta al volante della Radical SR4 da 1600cc, biposto di Gruppo E2/B, curata dall’Autosport Sorrento. Nove lunghezze dividono l’alfiere Vimotorsport dalla vetta di campionato. Merli dovrà comunque fare i conti con il concittadino Adolfo Bottura, che dopo l’ottima esperienza sul Bondone ha riconfermato la scelta della Lola Zytek, con la monoposto di F3000 punterà dritto al successo in gara. Ma per il primato nella corsa marchigiana altri nomi punteranno al primato, ad iniziare dal bresciano già campione europeo Giulio Regosa, il sempre verde bresciano dell’Ateneo che ha scelto la Osella FA 30 Zytek per la sua incursione in CIVM. Con le Tatuus F.Master di classe 2000 daranno la caccia ai punti tricolori, ma anche alle parti alte della classifica, il giovane siciliano Samulele Cassibba, attuale leader della classifica Under 25, di classe e 2° di Gruppo E2/M, ma ad insidiarlo ci penserà il sempre più temibile trentino Gino Pedrotti in continua aumento di feeling con la sua monoposto. Sulla Gloria CP5 di classe 1600 ci sarà il reatino Graziano Buttoletti. Ma tra le monoposto numerosi saranno i piloti in lizza per il primato di categoria, come il trapanese Alberto Santoro sulla F.Master, il calabrese Attilio Ferragina e l’abruzzese Alfredo Visconti sulle Gloria.

Oltre Merli, ad ambire al ruolo di primi attori del Gruppo E2/B ci saranno due esperti siciliani della Catania Corse, come il ragusano Giovanni Cassibba alla prova del nove nella gara di casa per la Picchio P4 Turbo ed il trapanese Vincenzo Conticelli al volante della potente Osella PA 30 Zytek. Nella 2500 su Osella BMW a voler rafforzare il comando in classe sarà il ragusano Francesco Corallo, mentre in classe 1600 il giovane orvietano Michele Fattorini torna in corsa per la classifica Under con la Radical Prosport, mentre il potentino Achille Lombardi cercherà conferma della sempre più efficace intesa con la Radical SR4. Ma anche tra le biposto a preparazione più permissiva saranno un buon numero le vetture da vedere in gara, come la Ligier con motore BMW affidata all’eugubino Andrea Picchi, le Lucchini BMW dell’abruzzese Bielanski e del salernitano Cappelli e le Oslla PA 21/S dell’umbro Rampini e del giovane calabrese dal nome importante Domenico Scola. Si ripropone il duello tra le Osella PA 21/S Honda per il comando in Gruppo CN tra l’attuale leader calabrese della New Media Rosario Iaquinta che è passato in testa con la vittoria al Bondone, complice un problema ai freni per il sardo dell’Ateneo Omar Magliona che dispone della versione EVO della biposto. Tra i due ago della bilancia può rivelarsi il giovane trapanese Francesco Conticelli anche lui sulla PA 21/S Evo. Gara di rientro in salita anche per il campano Giuseppe D’Angelo d nuovo su Osella PA 21.

In Gruppo GT atteso rientro di Antonio Forato, il veneto della Rubicone Corse chiaramente intenzionato a tornare in testa al Gruppo al volante della Lamborghini Gallardo Gt Cup, dopo che l’assenza forzata al Bondone ha facilitato la scalata verso la vetta al siciliano dell’Autosport Abruzzo Ignazio Cannavò con la Ferrari F430 GT3, ma come ago della bilancia si porrà, in quella che sente la gara di casa, il pescarese Sergio Santuccione, il driver A.C.N. Forze di Polizia, di nuovo della partita con la Porsche 996 GT Cup, ora a punto di motore.

L’incertezza è garanzia di consueto spettacolo in Gruppo E1, categoria molto affollata in ogni classe, dove in testa dopo la bella vittoria al Bondone si trova il teramano Marco Gramnezi, l’alfiere AB Motorsport in stato di particolare forma al volante dell’Alfa 155 V6, contro il primo degli inseguitori, il bolognese dell’Ateneo Fulvio Giuliani sempre più combattivo con la Lancia Delta EVO in continuo sviluppo con le cure della Fluido Corse. Ha dimostrato di saper essere un terzo incomodo efficace il brillante gentleman napoletano Piero Nappi con la sua ammirata Ferrari 550.

Altra classe molto numerosa è la 1600, dove torna in campo il veneto Luca Gaetani al volante della Citroen C2, con cui potrà misurarsi con esperti piloti della categoria anche se certo dei suoi punti tricolori, ad iniziare dal calabrese Giuseppe Aragona su Peugeot 106. Con l’inseparabile Citroen C1 andrà a caccia di altri punti utili la pilota umbra Deborah Broccolini, molto a suo agio sul tracciato ascolano che precede proprio la sua gara di casa a Gubbio. Si attende un avvincente duello dal Gruppo A e non solo per la vetta.

In Gruppo N torna al via il veneto Lino Vardanega, il neo portacolori New Media di nuovo pronto alla sfida con la Mitsubishi EEvo X dopo la sfortunata uscita di scena in Trentino. Ci sarà il giovane toscano della Scuderia Etruria Lorenzo Mercati, sulla versione Evo IX della vettura giapponese, ma torna in campo ad Ascoli anche il salernitano Giovanni Del Prete in una gara test sulla sua Mitsubishi Lancer.

Autentico exploit del Gruppo Racing Start alla Coppa Paolino Teodori, con 11 iscritti alla categoria riservata alle vetture strettamente di serie.


Stop&Go Communcation

Il Campionato Italiano Velocità Montagna arriva nelle Marche dal 20 al 22 luglio per la 51esima Coppa Paolino Teodori, la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/mixage-190712-011.jpg CIVM – L’ottava prova è la Coppa Paolino Teodori di Ascoli