Simone Faggioli ha vinto la 29° Iglesias Sant’Angelo. A quattro anni dall’ultimo successo nella gara dell’ACI Cagliari, al volante dell’Osella FA30 Zytek da 3000cc. di gruppo E2/M il fiorentino ha inaugurato il Campionato Italiano Velocitù Montagna 2013 festeggiando sul podio sardo con al fianco il giovane umbro Michele Fattorini, secondo con la Lola-Zytek di F3000, e il trentino Diego De Gasperi, terzo assoluto con lo stesso modello monoposto del vincitore sul quale era all’esordio.

La classifica rispetta l’ordine di arrivo della prima salita di gara, scattata in mattinata e rimasta l’unica disputata in quanto la direzione della corsa ha deciso di stoppare definitivamente le partenze poco dopo l’inizio di Gara 2 per l’impossibilità di ripristinare le condizioni di sicurezza in un punto del tracciato rimasto danneggiato dopo l’uscita di strada di Martina Siddi, che con la sua Renault Clio Williams si è appoggiata al guard rail in un curva a sinistra poco dopo lo start, e la vettura è scivolata sotto la sede stradale.

Dunque valida soltanto la classifica di Gara 1, che subito dietro a Faggioli, Fattorini e De Gasperi ha premiato il “padrone di casa” Omar Magliona, autore di una prestazione da leader nel gruppo dei prototipi CN e tra le vetture motorizzate 2000 con l’Osella PA21 Evo Honda, tra l’altro ad appena tre decimi dal podio assoluto. Podio che invece è sfuggito alla nuovissima Osella PA2000 di Christian Merli, migliore prestazione nelle prove ufficiali di sabato ma sfortunato in gara per un inconveniente al pescaggio della benzina che gli ha fatto spegnere l’auto a poche curve dal traguardo. Alla fine il trentino si è classificato soltanto al nono posto assoluto e terzo del gruppo E2/B, vinto da un altro sardo, Antonio Lasia, quinto assoluto con l’Osella PA20 BMW.

Altri due piloti dell’isola in sesta e settima posizione: Marco Satta, vincitore in passato a Iglesias, con la Lola-Zytek e Auro Siddi con la Lucchini Alfa Romeo, seguiti da un’altra Lola-Zytek, quella del trentino Adolfo Bottura, ottavo. Detto di Merli nono, un altro trentino, Gino Pedrotti, ha chiuso la top-ten con una Formula Renault 2.0.

Tra le auto a ruote coperte e vincitore del gruppo delle elaborate vetture del gruppo E1 Italia la sorpresa sarda Giacomo Grussu al volante della Renault Clio Cup, che ha approfittato del testacoda occorso poco dopo il via al dominatore in prova tra le E1 Fulvio Giuliani con la Lancia Delta Evo. Bellissima la gara delle Ferrari nel gruppo delle Gran Turismo: a imporsi il padovano Roberto Ragazzi con la 458 davanti alla F430 di un altro veneto, Bruno Jarach.

Il bolzanino Rudi Bicciato ha invece dominato il gruppo A con la Mitsubishi Lancer Evo, mentre in gruppo N si è imposto l’altro alto atesino Armin Hafner, che ha preceduto di poco più di un secondo il sardo Marco Canu, entrambi ancora su Mitsu Lancer Evo.

La sfida tra le vetture turbo delle vetture più vicine alla serie, quelle del gruppo Racing Start, è stata vinta dal giovane bresciano Nicola Novaglio con la Mini Cooper S davanti all’esperto bergamasco Mario Tacchini con l’Opel Corsa OPC. Il toscano Stefano Silvestrelli si è invece aggiudicato il gruppo delle Racing Start aspirate al volante della Suzuki Swift Sport.

Nel prossimo weekend il CIVM sarà di nuovo in azione con la Luzzi-Sambucina, in provincia di Cosenza.

Classifica (Top 10)

01. Simone Faggioli – Osella FA30 – 2:48.07
02. Michele Fattorini – Lola B02/50 – +15.66
03. Diego De Gasperi – Osella FA30 – +17.27
04. Omar Magliona – Osella PA21S Evo – +17.56
05. Antonio Lasia – Osella PA/20 BMW – +22.67
06. Marco Satta – Lola B02/50 – +26.77
07. Auro Siddi – Lucchini Alfa Romeo – +27.02
08. Adolfo Bottura – Lola B99/50 – +28.14
09. Christian Merli – Osella PA2000 – +40.65
10. Gino Pedrotti – Formula Renault 2.0 – +44.62


Stop&Go Communcation

Simone Faggioli ha vinto la 29° Iglesias Sant’Angelo, appuntamento di apertura della stagione 2013 del Campionato Italiano Velocità Montagna.

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/05/civm-iglesias-faggioli-060513-01.jpg CIVM – Iglesias Sant’Angelo: Faggioli inaugura la stagione