Sugli sterrati di Gubbio, sarà un assalto in forze quello preparato dalla scuderia Island Motorsport. Il sodalizio presieduto da Fulvio Garajo, infatti, schiererà un mix di qualità e quantità al 24° Rally San Crispino, sesto round del Campionato Italiano Rally (CIR) e terzo atto del Trofeo Rally Terra (TRT), in programma sugli asfalti umbri, il prossimo fine settimana.

Del gruppo farà parte, innanzitutto, Renato Travaglia (Ford Fiesta S2000 della Pro Race gommata Yokohama), nuovamente navigato da Simone Scattolin. Pur non iscritto a nessuna serie italiana, il pilota trentino proseguirà nello sviluppo degli pneumatici nipponici, così come iniziato al “San Marino” dove ha conquistato il secondo gradino del podio, ai primi di luglio. “L’idea di partecipare alla competizione è stata talmente improvvisa che l’ho saputa solo in tempo per l’iscrizione – ha raccontato un entusiasta Travaglia alla vigilia – Una splendida sorpresa. La gara? Impegnativa, difficile, dove si potrà verificare a quale livello di preparazione siamo arrivati sia con la vettura, sia con le coperture”.    

Dopo quasi un mese di pausa, rientrerà Franco Cunico (Peugeot 207 S2000 della Delta Rally), affiancato da Rudy Pollet, reduce dalla quinta piazza assoluta centrata nel Salento. E il driver vicentino sarà atteso all’ennesima sfida in carriera: presentarsi al via della prima trasferta stagionale sulle “strade bianche” con l’obiettivo di incamerare punti pesanti nel “Tricolore”. “Sarà la prima volta che utilizzerò la Peugeot sulla terra a differenza dei miei diretti avversari e, di conseguenza, dovremo lavorare sodo fin dallo shake-down per trovare il giusto assetto che ci permetta di stare al passo con i primi – ha precisato Cunico – La manifestazione? Una vetrina storica per tutta la specialità ed un forte legame affettivo con queste zone per il sottoscritto, avendo avuto la fortuna di corrervi quando ancora si parlava del Sanremo iridato”.

Nella serie riservata ai “trofeisti”, prossima al giro di boa, l’altro veterano Andrea Aghini (Peugeot 207 S2000 della Racing Lions), in coppia con il fido Max Cerrai, vorrà sfruttare l’occasione per puntare ad un piazzamento di rilievo e tentare, così, di ridurre il gap che lo separa dall’attuale capofila Mikkelsen, sicuro assente in Umbria. Missione affatto impossibile per il conduttore toscano, già resosi protagonista di una grande rimonta alle falde del Monte Titano, due settimane addietro. Altrettanto motivati a far bene saranno Max Tonso (Ford Fiesta S2000 dell’A-Style Team), coadiuvato dall’esperto Lorenzo Granai, e l’altro affiatato binomio formato da Tullio Versace (Citroen C2 della Versace Unlimited) e Cristina Caldart.

“Sarebbe già un problema avere due galli in un pollaio, figuriamoci gestirne tre – ha chiosato con un sorriso il patron Garajo – Scherzi a parte, ci riempie d’orgoglio essere rappresentati nella medesima trasferta anche da fuoriclasse plurititolati del calibro di Travaglia, Cunico e Aghini. Quasi un sogno per ogni presidente di scuderia. Tra l’altro, credo che sia la prima volta che i tre big corrano con la stessa livrea. Insomma, si prospetta un emozionante San Crispino”.


Stop&Go Communcation

Sugli sterrati di Gubbio, sarà un assalto in forze quello preparato dalla scuderia Island Motorsport. Il sodalizio presieduto da Fulvio […]

CIR – Tris d’assi per Island Motorsport al Rally San Crispino