Dopo una supremazia espressa già nelle prove di qualificazione il quinto round del Campionato Italiano Prototipi, disputatosi al Mugello, si chiude con la netta vittoria di Franco Ghiotto al volante della Norma BME M20 BMW del Team WRC di classe CN4. Involatosi al comando fin dai primi metri, il vicentino si è limitato a controllare la gara davanti al compagno di squadra e rivale di campionato Davide Uboldi. A causa di un contatto all’ultimo giro con Filippo Ponti (Ligier-Honda CN2), il comasco della WRC è stato superato da Marco Cencetti, così secondo al volante della Norma-Honda 2.0 (Spes Autosport) con la quale si aggiudica anche il successo di classe CN2 e dallo stesso Ponti terzo sotto la bandiera a scacchi e secondo di classe CN2. Ottimo quinto assoluto e terzo di classe CN4 il romano Claudio Francisci (Tiga-BMW – Star Service) che è riuscito a controllare fino al traguardo gli attacchi di Ivan Bellarosa (Ligier-Honda – CN2 Avelon Formula) sesto assoluto e terzo di classe CN2 davanti all’altra Ligier-Honda di Jacopo Faccioni (Scuderia NT).

Allo start sono subito le Norma-BMW di Ghiotto e Uboldi a lanciarsi al comando, mentre Francisci, secondo sulla griglia di partenza, deve cedere a Ponti autore di uno scatto bruciante dalla sesta posizione. Cencetti e Faccioni seguono al quinto e sesto posto davanti a Bellarosa che scivola al settimo posto. Nel corso del secondo giro Cencetti si porta al quarto posto, mentre Francisci e Faccioni si accodano davanti a Bellarosa, Carboni e Manfrè. In testa alla gara Ghiotto guadagna subito ampio margine sul rivale e compagno di squadra Uboldi che insegue patendo 4,6" di ritardo già al terzo passaggio. Il ritmo del comasco non è irresistibile e così Ponti e Cencetti, primi di classe CN2, si avvicinano pericolosamente alla terza posizione. Uboldi al quinto giro ritorna però sui tempi da primato e riguadagna metri sui due inseguitori che invece rimangono in lotta per il terzo posto assoluto e per il primato tra le 2.000. Alle spalle di Francisci e Bellarosa in lotta per la quinta posizione, segue Faccioni, mentre all’ottavo posto rimonta Ranieri Randaccio che precede Alberti e Vita ai ferri corti davanti a Marika Diana. Alla metà gara Uboldi alza nuovamente il ritmo consentendo l’avvicinamento di Ponti e Cencetti che così non demordono dal puntare alla seconda posizione. I distacchi sono però ad elastico con la Norma WRC che riesce a rintuzzare sistematicamente l’avvicinamento degli inseguitori. Nelle retrovie Scotti riesce ad infilare Armetta per il 12esimo posto, mentre, complice l’avvio dei doppiaggi, Cencetti guadagna la scia di Ponti al decimo giro. Grazie ad una sapiente gestione delle scie il giovane portacolori della Biotec Sport riesce a blindare la terza posizione assoluta, mentre il rivale di casa Target non abbandona il contatto. Alle loro spalle Francisci dal 12esimo giro riesce a guadagnare margine su Bellarosa, fino a quel momento vicinissimo al romano della Star Service, mentre più indietro Alberti si porta all’ottavo posto ai danni di Randaccio. Se Ghiotto comanda la gara in piena scioltezza, alle battute finali Uboldi si ritrova ancora una volta in scia le CN2 di Ponti e Cencetti. Gli ultimi minuti sono tutti con il fiato sospeso con il terzetto che al 17esimo giro si ritrova ai ferri corti. Il più determinato è Cencetti che alla penultima tornata infila Ponti. Il giovane comasco non ci sta e risponde nello stesso giro riguadagnando il terzo posto. Negli ultimi metri il colpo di scena. Ponti nel tentativo di attacco tocca Uboldi, ma ad approfittarne è Cencetti che taglia il traguardo al secondo posto davanti a Ponti, mentre Uboldi ferma la sua vettura subito dopo aver tagliato il traguardo in quarta posizione. Quinto Francisci che precede Bellarosa, Faccioni, Randaccio, Alberti e Scotti.

CLASSIFICA GARA – 1) Ghiotto (Norma-BMW CN4), 19 giri in 35’32.046 a 168.269 km/h; 2) Cencetti (Norma-Honda CN2) a 12.248; 3) Ponti (Ligier-Honda CN2) a 12.956; 4) Uboldi (Norma-BMW CN4) a 22.947; 5) Francisci (Tiga-BMW – CN4), a 43.440; 6) Bellarosa (Ligier-Honda CN2) a 45.188; 7) Faccioni (Liegier-Honda CN2) a 1’00549; 8) Randaccio (Lucchini-BMW CN4), a 1’01.881; 9) Alberti (Lucchini-AlfaRomeo CN4) a 1’02.709; 10) Scotti (Norma-Honda CN2) a 1’11.078. Giro più veloce (2°) Ghiotto in 1’49.295 a 172.761 km/h.

Classifica Assoluta conduttori dopo cinque gare: 1. Ghiotto p. 74; 2. Uboldi p. 65; 3. Francisci, p. 28; 4. Jacoboni, p. 26; 5. Faccioni p. 21; 5. Cencetti p.21; 7. Ponti p.19; 8. Arfè p. 17; 8. Alberti p.17; 10. Bellarosa p. 14

Classifica Coppa C.S.A.I. CN4: 1. 1. Ghiotto, p. 46; 1. Uboldi p. 44; 3. 3. Francisci, p. 23

Classifica Coppa C.S.A.I. CN2: 1. Faccioni, p. 32; 2. Cencetti p. 26; 3. Arfè, p. 25

Classifica Coppa C.S.A.I. Costruttori: 1. Norma Italia, punti 135; 2. Lucchini Engineering, p. 54; 3. Ligier, p. 51; 4. Tiga p. 28; 5. Osella, p. 20


Stop&Go Communcation

Dopo una supremazia espressa già nelle prove di qualificazione il quinto round del Campionato Italiano Prototipi, disputatosi al Mugello, si […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/sportgtGhiotto-Uboldi3.jpg CIP – Mugello, Gara: “Coast to coast” perfetto per Franco Ghiotto