Fabio Francia (Osella-Honda CN2 – Progetto Corsa) conquista il terzo round del Campionato Italiano Prototipi e con il suo secondo successo stagionale agguantato a Magione il pilota milanese si avvicina alla vetta della classifica sempre detenuta da Raffaele Giammaria (Norma-Honda CN2 – Norma Italia) dopo aver chiuso al secondo posto sul traguardo. Nelle fasi finali il pilota romano tenta anche l’attacco, ma Francia riesce a resistergli nonostante un problema al cofano anteriore. Terzo posto per Davide Uboldi (Lucchini-BMW CN4), lontano, però, dal ritmo di testa, mentre gara sfortunata per il poleman Marco Didaio (Norma-BMW CN4) costretto al ritiro per un incidente in fase di doppiaggio quando aveva riconquistato il comando dopo il sorpasso su Francia. Quarto posto assoluto, terzo di CN2, per Ivan Bellarosa (Ligier-Honda CN2 – Avelon) che si riscatta dal week-end in ombra di Misano.

Cronaca: Alla partenza Didaio conserva il primato guadagnato nelle qualifiche davanti a Francia, Giammaria, Uboldi, Franco Ghiotto (Norma-BMW CN4 – WRC), Michele Serafini (Osella-Honda CN2 Piloti Toscani), Ivan Bellarosa (Ligier-Honda CN2 – Avelon) e Marco Jacoboni (Lucchini-AlfaRomeo CN4 Audisio&Benvenuto). Nelle fasi iniziali il trio di testa procede a stretto contatto e non si fa attendere l’attacco di Francia. Già alla seconda tornata arriva il sorpasso del pilota Osella con il giovane vercellese che tenta di rifarsi pericoloso, ma poi non insiste e controlla la seconda posizione su Giammaria.
Il ritmo di Francia diventa subito inavvicinabile per la concorrenza che rimane staccata a più di due secondi con Didaio e Giammaria sempre vicini e Ghiotto alle prese con Serafini che prova a lanciarsi per la quinta posizione, ma senza esito. La lotta tra la Lucchini CN4 e la Osella CN2 consente l’avvicinamento della Ligier CN2 di Bellarosa che si accoda a stretto contatto in settima posizione. Intanto in testa alla gara cala il ritmo di Francia alle prese con un problema al fissaggio del cofano anteriore e Didaio inizia a recuperare con un passo di mezzo secondo più veloce al giro. Complice un doppiaggio il giovane pilota della WRC riguadagna la testa della gara al 17° giro, mentre Bellarosa sale al quinto posto grazie agli errori di Serafini che perde posizioni e di Ghiotto che impatta contro le protezioni fermandosi ai box. La corsa dei primi continua inarrestabile ed al 26° giro Didaio raggiunge per il doppiaggio un gruppo indiavolato in lotta per l’ottava posizione e composto da Claudio Francisci (Tiga-BMW CN4 StarService), Filippo Vita (LucchiniAlfaRomeo CN4 Siliprandi Racing), Maurizio Arfè (Osella-Honda CN2 Progetto Corsa), Bernardo Manfrè (Ligier-Honda CN2 Biotec), Glauco Solieri (Ligier-Honda CN2 Avelon), Ranieri Randaccio (Lucchini-BMW CN4 StarService) e Lorenzo Scotti (Ligier-Honda CN2 Biotec).
Didaio si districa nel mucchio e proprio quando sembrava esserne uscito indenne, viene centrato da Vita che spedisce la Lucchini del vercellese nelle vie di fuga del Curvone. Mentre Didaio si dispera fuori dall’abitacolo, Francia si riporta al comando con Giammaria che anche grazie ai doppiaggi si fa pericolosissimo alle spalle del leader. Gli ultimi giri sono con il fiato sospeso, ma Francia riesce a difendere la posizione e Giammaria non può che accontentarsi del secondo posto. Alle spalle di Uboldi, Bellarosa e Serafini è Arfè ad emergere dal gruppo in lotta alle spalle dei primi e chiude settimo evitando il doppiaggio.

Top 10 Campionato
1. Giammaria (Norma-Honda CN2) punti 42
2. Francia (Osella-Honda CN2) 32
3. Serafini (Osella-Honda CN2) 28
4. Uboldi (Lucchini-BMW CN4) 26
5. Francisci (Tiga-BMW CN4) 18
6. Arfè (Osella-Honda CN2) 18
7. Bellarosa (Ligier-Honda CN2) 5
8. Jacoboni (Lucchini-Alfa Romeo CN4) 15
9. Marco Didaio (Norma-BMW CN4) 14
10. Armetta (Norma-Honda CN2)

Nella foto, Fabio Francia


Stop&Go Communcation

Fabio Francia (Osella-Honda CN2 – Progetto Corsa) conquista il terzo round del Campionato Italiano Prototipi e con il suo secondo […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/cip_2_fabio_francia.jpg CIP: Magione – Gara, Francia vince e riduce il gap …