Si è conclusa nel segno della Svizzera la prima giornata di prove libere della A1 Grand Prix a Chengdu, con Neel Jani autore del miglior tempo nella sessione numero 2. Il corridore elvetico ha marcato il riferimento di 1'16.349, abbassando di quasi quattro decimi il primato stabilito nel turno riservato ai rookies da Narain Karthikeyan, comunque ottimo terzo in quest'occasione. A occupare la seconda posizione c'è, come al mattino, Nicolas Prost, titolare della Francia inizialmente al comando della classifica.

Classifica che in generale si dimostra particolarmente raccolta, con il terzetto di testa racchiuso in 125 millesimi e i primi dodici in un secondo. Non si pensi tuttavia ad un circuito poco selettivo, anzi: il tracciato cinese si è rivelato finora piuttosto arduo da interpretare, soprattutto per le sconnessioni che hanno tradito vari concorrenti, incappati per questo in testacoda o escursioni nella ghiaia. Fra questi Fairuz Fauzy (vincitore di Gara 1 a Zandvoort), la cui uscita ha richiesto l'esposizione delle bandiere rosse; simile destino, per due volte, con l'idolo locale Ho-Pin Tung, alla fine soltanto 17esimo.

Buona quarta piazza per il sudafricano Adrian Zaugg, seguito da Robert Doornbos, all'esordio assoluto in A1GP: il portacolori dell'Olanda, che si alternerà di round in round con Jeroen Bleekemolen, abbina quest'impegno a quello nella Superleague Formula con la vettura del Milan. Sesta piazza per Danny Watts tra le fila della Gran Bretagna, messosi alle spalle il portoghese Filipe Albuquerque e Marco Andretti, autore di un debutto abbastanza positivo nella World Cup of Motorsport.

Restando in tema di new-entry, Chris Van Der Drift (Nuova Zelanda) è 14esimo, davanti al nostro Edoardo Piscopo, il quale riprende le redini dell'Italia dopo aver lasciato spazio a Fabio Onidi a Zandvoort e a Christian Montanari nelle rookie sessions. E' rimasto fermo ai box il Messico, ancora al lavoro sulla propria vettura. L'equipe rossoverde, su concessione degli organizzatori, potrà comunque sostenere domani una frazione di prove-extra. Intanto David Garza ha finalmente potuto saggiare la macchina marchiata Ferrari percorrendo qualche tornata con la Svizzera.

Jacopo Rubino

Classifica

01. Svizzera – Neel Jani – 1'16.349
02. Francia – Nicolas Prost – +0.097
03. India – Narain Karthikeyan – +0.125
04. Sudafrica – Adrian Zaugg – +0.208
05. Olanda – Robert Doornbos – +0.209
06. Gran Bretagna – Danny Watts – +0.252
07. Portogallo – Filipe Albuquerque – +0.710
08. Stati Uniti – Marco Andretti – +0.834
09. Irlanda – Adam Carroll – +0.834
10. Malesia – Fairuz Fauzy – +0.851
11. Brasile – Felipe Guimaraes – +0.885
12. Australia – John Martin – +0.974
13. Libano – Daniel Morad – +1.120
14. Nuova Zelanda – Chris Van Der Drift – +1.334
15. Italia – Edoardo Piscopo – +1.787
16. Monaco – Clivio Piccione – +1.884
17. Cina – Ho-Pin Tung – +2.319
18. Indonesia – Satrio Hermanto – +2.682
19. Corea del Sud – Jin Woo Hwang – +4.192

Senza tempo

20. David Garza – Messico


Stop&Go Communcation

Si è conclusa nel segno della Svizzera la prima giornata di prove libere della A1 Grand Prix a Chengdu, con […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/a1gpA1GP0711082.jpg Chengdu, Libere 2: Jani segna il miglior tempo con la Svizzera