Non c’era modo migliore di debuttare sulla Lola B05/52 per Vladimir Arabadzhiev. Il pilota bulgaro ha infatti vinto Gara 2 sul circuito di Brno, precedendo Adrian Zaugg di solo mezzo secondo. Partendo dalla prima fila a fianco proprio di Zaugg, che era in pole, Arabadzhiev ha azzeccato lo start perfetto passando il sudafricano ancora prima della staccata della prima curva, e da lì non ha più mollato la posizione nonostante il pilota della Trident gli abbia messo una notevole pressione seguendolo da molto vicino.

Alle loro spalle si è piazzato Edoardo Piscopo, che chiude il weekend ceco con due podi che lo lanciano in testa alla classifica della serie insieme a Luca Filippi. Piscopo, che partiva settimo, è stato in bagarre con Fabio Onidi e Duncan Tappy nelle prime fasi di gara, ma ha poi potuto approfittare degli errori e delle sfortune degli avversari. Il primo ad autoeliminarsi dalla contesa è stato infatti Tappy, penalizzato con un drive-through per partenza anticipata, mentre Onidi, che stava facendo un’ottima gara, è stato costretto a fermarsi al 7° giro per un problema elettrico.

A quel punto, Piscopo ha iniziato a spingere per recuperare su Adrien Tambay, che si trovava in terza piazza. Il francese, che fino a quel momento aveva condotto una gara senza sbavature, ha forse sentito la pressione andando lungo in staccata e urtando le barriere, per fortuna senza conseguenze. L’uscita di pista di Tambay ha lasciato la quarta piazza a un ottimo Julian Leal: il pilota colombiano, che partiva dalla decima piazza, ha condotto una gara in netto recupero facendo anche segnare il terzo giro più veloce della gara. Il giro più veloce vero e proprio, invece, è stato appannaggio di Luca Filippi. Il vincitore di gara 1 nella seconda prova si trovava invischiato nelle retrovie in lotta con Pantano e Iaconelli, e ha così deciso di rientrare ai box dove il team euronova gli ha cambiato le gomme anteriori. Tornato in pista, Filippi ha fatto registrare un 1’43″260 che è il nuovo record della pista di Brno. L’Auto GP ha frantumato con ben 4″ di distacco il vecchio record del circuito che apparteneva all’A1GP, un 1’47″296 fatto registrare da Alex Yoong nel 2006.

Con il punto del giro veloce, Filippi ha raggiunto Piscopo in testa alla classifica dell’evento. Questo significa che i due si divideranno 130.000 euro di premio, cioè la somma delle cifre spettanti al primo e al secondo classificato.

Vladimir Arabadzhiev: “Sinceramente non ero sicuro di potercela fare, soprattutto perché montavo gomme con già 11 giri di prove libere sulle spalle. Però sono partito bene, e da lì non è stato difficile. Adrian mi riprendeva soprattutto alla prima curva, ma nel resto del circuito riuscivo a staccarlo. È stata una bella gara, sono davvero molto felice”.

Adrian Zaugg: “Non sono contento della partenza, ma il resto della gara è stato ok. Devo dire grazie al team, che ha sapuito intuire come sarebbe cambiata la pista fra gara 1 e gara 2 e mi ha dato il set-up giusto. Ho provato ad attaccare Arabadzhiev ma quando mi avvicinavo perdevo grip. Ho provato anche a rallentare per risparmiare le gomme e riprovare nel finale, ma non è servito”.

Edoardo Piscopo: “Due podi sono un gran risultato, e visto che i campionati si vincono con la costanza questo è un grande inizio. Sono contento per la DAMS che ha lavorato tanto e per me, che finalmente raccolgo risultati dopo qualche mese di sfortuna”.

Classifica

01. Vladimir Arabadzhiev – DAMS – 13 giri in 22:58.445
02. Adrian Zaugg – Trident Racing – +0.486
03. Edoardo Piscopo – DAMS – + 2.304
04. Julian Leal – Trident Racing – +4.365
05. Walter Grubmuller – Charouz Gravity Racing – +5.859
06. Jan Charouz – Charouz Gravity Racing – +8.101
07. Jonny Reid – Super Nova – +9.025
08. Carlos Iaconelli – Durango – +12.227
09. Giorgio Pantano – Super Nova – +15.689
10. Celso Miguez – RP Motorsport – +20.204
11. Duncan Tappy – DAMS – +22.869
12. Stefano Bizzarri – RP Motorsport – +26.179
13. Luca Filippi – Euronova Racing – +1:02.946
14. Adrien Tambay – Charouz Gravity Racing – +2 giri
15. Fabio Onidi – Lazarus – + 6 giri
16. Tomas Kostka – Charouz Gravity Racing – DNS

Giro più veloce: Filippi in 1:43.260 alla media di 188,367 km/h

Classifica piloti: 1. Filippi e Piscopo 12 punti; 3. Arabadzhiev 8; 4. Zaugg, Charouz e Onidi 6; 7. Tappy 4; 8. Leal e Tambay 3; 10. Grubmueller 2; 11. Reid 1

Classifica Team: 1. DAMS 22 punti; 2. Euronova 12; 3. Charouz Gravity Racing 11; 4. Trident 9; 5. Lazarus 6; 6. Super Nova 1


Stop&Go Communcation

Non c’era modo migliore di debuttare sulla Lola B05/52 per Vladimir Arabadzhiev. Il pilota bulgaro ha infatti vinto Gara 2 […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/auto-gpautogp-250410-02.jpg Brno, Gara 2: Il bulgaro Vladimir Arabadzhiev trionfa nella seconda manche davanti a Zaugg. Ancora a podio Piscopo