Gara priva di particolari sorprese quella andata in scena oggi a Brands Hatch. A spuntarla alla fine è l’Irlanda di Adam Carroll, autore di una splendida prestazione a suon di giri più veloci. Niente da fare per India e Messico, anch’essi autori di una grande corsa, che si devono accontentare di concludere il podio. Hildebrand più che positivo nella gara di debutto (4°) mentre Portogallo e Svizzera deludono. Liuzzi fa quello che può recuperando fino alla 10° posizione.

Cronaca della gara

Ottimo scatto di Salvador Duran allo spegnersi dei semafori rossi, il pilota messicano beffa Adam Carroll portandosi subito in testa precedendo l’irlandese, a sua volta braccato da Stati Uniti, Portogallo, India ed Olanda. Non entusiasmante invece la partenza di Neel Jani, il quale perde una posizione a favore dell’Australia inseguendo dalla 9° posizione. Subito gara all’attacco anche per l’Italia con Vitantonio Liuzzi che guadagna ben tre posizioni solo nel primo giro. Problemi per il Brasile, costretto al ritiro fin da subito.

Dopo poche tornate inizia il valzer dei pit stop con Messico, Irlanda ed India che decidono di anticiparlo lasciando la testa della corsa a Stati Uniti e Portogallo mentre più indietro continuano le difficoltà per Jani, protagonista di una dura lotta con John Martin.

A 10 giri dalla fine con i pit stop completati la classifica si mostra così modificata, con Irlanda, India, Stati Uniti, Messico, Portogallo, Olanda, Australia e Svizzera. Ottima rimonta di Liuzzi che sceglie bene la strategia recuperando ancora fino alla 11° posizione. Ritiro ai box purtroppo anche per il Monaco di Clivio Piccione.

Carroll fa il vuoto dietro di se mentre si accende una bella lotta per la conquista dell’ultimo gradino del podio tra Messico, Stati Uniti, Portogallo ed Olanda. Salvador Duran compie una bellissima manovra ai danni di Hildebrand agguantando la terza posizione mentre lo statunitense è impegnato nel contenere l’improvvisa  rimonta di Albuquerque e Bleekemolen. Ottima prestazione per Karthikeyan, solitario nella sua seconda piazza amministrando i distacchi tra il leader Carroll e la vettura di Duran.

Più indietro si mostra in tutta la sua aggressività lo stile di guida di Earl Bamber, che dopo aver superato l’Italia e conquistato l’11° posizione si avventa all’inseguimento del Libano di Daniel Morad. L’attacco non va a buon fine ed entrambe le vetture volano fuori pista costringendo i piloti al ritiro. Liuzzi ringrazia e passa sul traguardo in 10° piazza.

La gara si conclude così con Irlanda ed India in prima e seconda posizione e con Messico, Stati Uniti, Portogallo, Olanda, Australia e Svizzera a punti.

A1GP – Brands Hatch – Sprint Race:

1 – Ireland – Adam Carroll – 18 – 2232.704 –


2 – India – Narain Karthikeyan – 18 – 22
39.934 – 7.230


3 – Mexico – Salvador Durán – 18 – 22
45.044 – 12.340


4 – USA – J.R. Hildebrand – 18 – 22
45.393 – 12.689


5 – Portugal – Filipe Albuquerque – 18 – 22
45.722 – 13.018


6 – Netherlands – Jeroen Bleekemolen – 18 – 22
46.487 – 13.783


7 – Australia – John Martin – 18 – 22
47.912 – 15.208


8 – Switzerland – Neel Jani – 18 – 22
54.924 – 22.220


9 – France – Nicolas Prost – 18 – 22
55.649 – 22.945


10 – Italy – Vitantonio Liuzzi – 18 – 22
59.766 – 27.062


11 – Germany – Michael Ammermüller – 18 – 23
04.651 – 31.947


12 – Indonesia – Satrio Hermanto – 18 – 23
05.863 – 33.159


13 – Great Britain – Dan Clarke – 18 – 23
06.245 – 33.541


14 – China – Cheng Cong Fu – 18 – 23
07.667 – 34.963


15 – South Africa – Alan van der Merwe – 18 – 23
13.192 – 40.488


16 – Malaysia – Aaron Lim – 18 – 23
14.232 – 41.528


17 – Lebanon – Daniel Morad – 13 – 16
51.416 – 5 laps


18 – New Zealand – Earl Bamber – 13 – 16
51.675 – 5 laps


19 – Monaco – Clivio Piccione – 8 – 10
53.522 – 10 laps


– – Brazil – Felipe Guimarães – 0 – –

Antonio Mancini


Stop&Go Communcation

Gara priva di particolari sorprese quella andata in scena oggi a Brands Hatch. A spuntarla alla fine è l’Irlanda di […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/a1gp00_irlanda.jpg Brands Hatch – Sprint Race: Carroll scatenato ipoteca il titolo, benissimo l’India