Earl Bamber è stato confermato vincitore della seconda gara di Imola valida sia per l'International Formula Master che per la serie italiana. Il neozelandese dell'ADM era finito sotto inchiesta per una barra sulla quale non sarebbe stato visibile il simbolo del costruttore Tatuus. Alla fine, però, tutto è rientrato.

La barra era infatti in perfetta regola. L'unico problema era che, essendo stata recuperata da una monoposto bruciata su un bilico andato a fuoco per una perdita di benzina, si presentava annerita. Oltre al danno, quindi, l'ADM di Renato Melchioretto avrebbe rischiato addirittura anche la beffa. Per fortuna tutto è bene quello che finisce bene.


Stop&Go Communcation

Earl Bamber è stato confermato vincitore della seconda gara di Imola valida sia per l'International Formula Master che per la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/bamber18.jpg Bamber confermato vincitore a Imola, la barra è regolare