Si è svolta questa mattina ad Assen la prima sessione di prove libere della Superleague Formula, in quello che è il round numero 2 della stagione a quasi un mese e mezzo dall’apertura a Silverstone. Nuvole e basse temperature (circa 9 gradi centigradi quella dell’aria) hanno accolto i piloti sul tracciato olandese, che per adesso vede in testa Sebastien Bourdais. Un risultato tutt’altro che casuale verrebbe da dire, considerando che il transalpino detiene il record della pista grazie alla pole-position conquistata tre anni in Champ Car (1:18.765).

Tempi decisamente più alti al momento in Superleague, con l’alfiere dell’Olympique Lione autore nei minuti finali di un 1:25.508 che lo colloca davanti al connazionale Tristan Gommendy, staccato di 183 millesimi. In vetta, quindi, troviamo due piloti che nel 2007 si cimentearono qui nell’ormai defunta Champ Car. La conoscenza del percorso si direbbe abbia giocato un ruolo determinante nei primi 45 minuti a disposizione, seppur un altro driver di esperienza come Franck Montagny (3°) non sia in realtà particolarmente staccato con la vettura del Bordeaux, testata la scorsa settimana a Magny-Cours.

Guidano le operazioni, perciò, tre corridori francesi, che diventano addirittura 4 nella top-five, in cui si è inserito anche il romanista Julien Jousse. 4° posizione invece per il leader del campionato Craig Dolby, protagonista peraltro di un fuoripista nelle fasi conclusive che l’ha portato contro le barriere di protezione.

Buon inizio per lo spagnolo Marcos Martinez (6°), seguito da Max Wissel e dal vicentino Davide Rigon. Un po’ arretrati gli idoli locali: il migliore per adesso è Chris van der Drift (neozelandese originario dei Paesi Bassi), che ha terminato 9° davanti al milanista Yelmer Buurman. Soltanto 15° Robert Doornbos, il più atteso in assoluto dai fans locali. L’alfiere del Corinthians è davanti all’indiano Narain Karthikeyan, che guida la monoposto del PSV Eindhoven, unico club della Eredivisie presente.

Il turno è stato a lungo interrotto dopo l’errore di Borja Garcia, subito ko senza riuscire a segnare nemmeno un riferimento cronometrico. A sorpresa (nonostante alcune indiscrezioni circolate in questi giorni) lo schieramento è tornato a contare 18 partenti. L’organizzazione non ha comunicato ancora nulla in forma ufficiale, ma al via è tornato il Guoan Pechino, campione 2008 con Rigon. La squadra cinese si affida a John Martin, giunto 12°. Rientrata in gruppo pure Maria de Villota, assente a Silverstone. La 30enne dell’Atletico Madrid non è tuttavia apparsa particolarmente competitiva, rimediando un pesante distacco dai rivali.

Classifica

01. Sebastien Bourdais – Olympique Lione – 1:25.508
02. Tristan Gommendy – Galatasaray – 1:25.691
03. Franck Montagny – Bordeaux – 1:25.818
04. Craig Dolby – Tottenham – 1:26.331
05. Julien Jousse – Roma – 1:26.391
06. Marcos Martinez – Siviglia – 1:26.522
07. Max Wissel – Basilea – 1:26.583
08. Davide Rigon – Anderlecht – 1:26.702
09. Chris van der Drift – Olympiacos – 1:26.753
10. Yelmer Buurman – Milan – 1:26.774
11. Franck Perera – Flamengo – 1:26.937
12. John Martin – Guoan Pechino – 1:27.015
13. James Walker – Liverpool – 1:27.048
14. Alvaro Parente – Porto – 1:27.073
15. Robert Doornbos – Corinthians – 1:27.640
16. Narain Karthikeyan – PSV Eindhoven – 1:27.763
17. Maria de Villota – Atletico Madrid – 1:33.052
18. Borja Garcia – Sporting Lisbona


Stop&Go Communcation

Si è svolta questa mattina ad Assen la prima sessione di prove libere della Superleague Formula, in quello che è […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/slfslf-140510-01.jpg Assen, Libere 1: Sebastien Bourdais apre davanti a tutti, tris di francesi al comando. In pista torna il Guoan Pechino!