Ad una settimana dall’inizio del sesto appuntamento stagionale, Andy Soucek si è detto fiducioso riguardo le ampie speranze di guidare per la seconda volta una vettura di F1, e magari entrarci a pieno regime con un posto ufficiale nei prossimi anni. Il pilota spagnolo è attualmente in testa al campionato con 62 punti, riscontrando poca resistenza da parte dei suoi giovani rivali in queste prime prove. Sarà per la maggiore esperienza acquisita in passato nei campi di gara? Soucek conferma, senza sconti.

“Sono pronto per cogliere questa importante occasione di poter guidare una Formula 1. Spero di ottenere una seconda chance come quella avuta nel 2006 con Toyota", esordisce Soucek, classe '84 con un passato in GP2 e World Series by Renault. "Credo di avere le giuste capacità, l’esperienza, l’effettiva maturità nell’adattarmi rapidamente ad una vettura di quel calibro. Sono avvantaggiato senz'altro dal fatto che ho già percorso dei km in ‘sella’ a queste monoposto, i limiti per poter arrivare in alto sono elevati ma posso farcela”.

Soucek, oltre a sognare la Formula 1 come un giusto premio per l’ottima stagione fin qui compiuta, ha espresso l’intenzione di voler continuare con lo stesso trend anche ad Oschersleben e nelle tappe successive che restano alla conclusione del campionato. Non lesinando qualche complimento all’ideatore di questo ritorno della categoria cadetta, ossia Jonathan Palmer.

“Ad Oschersleben andrò per vincere, perchè nelle ultime due prove son riuscito a fare la differenza. Questo dimostra il mio periodo di forma, perchè la Formula 2 oltre ad essere selettiva, è anche un’occasione per metterci in mostra, a livello di pilota. Perché in altre categorie, è il team a fare la differenza su chi guida il mezzo portato in pista. E invece tutto questo accade al contrario da noi, già a partire dalle qualifiche, dove i primi sei sono separati da soli due decimi di secondo, mentre in top 18 il gap è meno di un secondo. Tutti abbiamo le possibilità di metterci in evidenza e di vincere".

Ok, la Formula 2 può assomigliare all’America come opportunità in carriera. Ma come la mettiamo con le vere possibilità di entrare in F1 nel 2010? Sulla carta, citando le voci del paddock, Campos avrebbe già opzionato De La Rosa e Petrov, su USGPE riflettori puntati su Villeneuve e Wurz, magari da affiancare a un rookie americano, su Manor infine si pensa a una coppia totally english… Soucek, acquisita la superlicenza con tutta probabilità a fine stagione, spera inoltre in un posticino in Williams per il dopo Rosberg-Nakajima…


Stop&Go Communcation

Ad una settimana dall’inizio del sesto appuntamento stagionale, Andy Soucek si è detto fiducioso riguardo le ampie speranze di guidare […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/f2soucek1.jpg Andy Soucek si confessa: “Penso unicamente alla F1”