Il clima di Anderstorp non è certo il più mite del mondo e in Svezia anche in piena estate la latitudine si fa sentire.

Questa mattina quando ci si è svegliati con la pioggia tutti hanno pensato a preparare gli assetti da bagnato, ma quando a pochi minuti dall’inizio della gara ha smesso di piovere ed è apparso un discreto sole era giunto il momento di rivedere le scelte e 3 piloti:  Norbert Siedler, Oliver Campos e Johnny Cecotto Jr. hanno deciso di azzardare le slick; scelta che ha pagato.

Per il pilota della Adm i primi giri sono stati difficili e, partito dalla 12. posizione in griglia, ha sicuramente faticato per tenere la macchina in pista mentre intorno a lui gli altri concorrenti volavano e si impantanavano. Sì perché, intorno al vecchio circuito teatro delle imprese della Tyrrell 6 ruote e della Brabham BT46B (quella col ventilatore, per intenderci) al posto di erba e ghiaia c’era un lago di fango….

 

La situazione generale ha giocato a favore dell’austriaco, con la corsa lungamente congelata dietro la safety per permettere i soccorsi (ben poco adeguati, con addirittura fuoristrada adibiti al recupero che affiancavano le macchine in pista….) alle vetture incidentate. Ciò ha permesso a Siedler di poter godere della pista che giro dopo giro si asciugava e, verso la metà della gara, ha iniziato a recuperare secondi su secondi sul momentaneo capolista Jerome D’Ambrosio, che dalla quarta fila si era fatto largo fino a conquistare la testa della corsa, concludendo – di conserva – con addirittura 16 secondi di vantaggio sul primo degli inseguitori.

A podio guarda caso termineranno rispettivamente lo spagnolo Oliver Campos, secondo  e Johnny Cecotto Jr., terzo. Dietro di loro il vuoto: quarto Juho Annala seguito dal primo degli italiani Marcello Puglisi, autore di una gara difficile finita con le gomme rain distrutte. Al sesto posto Rodolfo Avilla e poi il nostro Ignazio Belluardo. In questa gara condizionata dalle condizioni meteorologiche solamente 16 piloti hanno visto la bandiera a scacchi. Un’ecatombe che ha coinvolto anche la vetta della classifica con i protagonisti del campionato costretti al ritiro come Jerome D’Ambrosio – fuori addirittura all’ultimo giro – e Toti Gatto o fuori dai punti. Il solo Pablo Sanchez Lopez ha concluso ottavo. 

Classifica Gara 2   

TEAMLAPSTIMEGAP

 

1Norbert SIEDLER   ADM Motorsport25 laps in45:24.135 
2Oliver CAMPOS HULL   Iris Project2545:41.51717.382
3Johnny CECOTTO JR   Ombra Racing2545:41.72917.594
4Juho ANNALA   Jenzer Motorsport2546:55.9961:31.861
5Marcello PUGLISI   Promotorsport2546:57.3821:33.247
6Rodolfo AVILA   Cram Competition2546:59.4581:35.323
7Ignazio BELLUARDO   Promotorsport2445:24.6341 LAP
8Pablo SANCHEZ LOPEZ   Alan Racing2445:28.8131 LAP
9Arturo LLOBELL   Cram Competition2445:35.2151 LAP
10Erik JANIS   ISR2445:43.4231 LAP
11Giuseppe TERRANOVA   Alan Racing2445:48.0791 LAP
12Nick DE BRUIJN   ISR2445:51.6051 LAP
13Alberto COSTA   Euronova Racing2445:59.5751 LAP
14Kasper ANDERSEN   J.D. Motorsport2446:00.6501 LAP
15Michele CALIENDO   ADM Motorsport2446:21.8741 LAP
16Jerome D'AMBROSIO   Cram Competition2343:36.1492 LAPS

Giro più veloce: Norbert Siedler 1'26"359

* Clicca qui per andare direttamente alle Classifiche di Campionato

Alfonso Liberi


Stop&Go Communcation

Il clima di Anderstorp non è certo il più mite del mondo e in Svezia anche in piena estate la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Siedler.jpg Anderstorp: Gara 2, Siedler re della pioggia