Dall’inviato: Le vetture della ALMS sono quelle che forse hanno patito più di tutte il ritardo nel programma di stamane qui a Baltimore.

A farne le spese più di tutti è stata la Muscle Milk Aston Martin, che ha compiuto circa mezzo giro nella prima sessione di libere del primo pomeriggio prima di arrestarsi alla fine del tornantino per noie tecniche, senza più poter ripartire per tutta la giornata.

Poiché la prima sessione di libere si è dovuta concludere anzitempo a causa dell’uscita di pista della Porsche 911 GT3 di Duncan Ende alla curva 2, si è deciso di rispettare il programma originale, gestendo una seconda sessione di prove libere prima delle qualifiche.  

In LM P1 alla fine via libera quindi per le due Lola-Dyson, con Guy Smith a siglare la pole con 1’27″750 davanti al compagno di squadra Steven Kane. Solo 10° l’altra LM P1 in gara, la Lola-Autocon con Chris McMurry

Tra le LM PC, che faticavano ad uscire dalla angusta pit lane a causa del ridotto raggio dello sterzo, lotta dura fra gli equipaggi dell’Intersport Racing, del Genoa Racing e del Core Autosport. Alla fine l’hanno spuntata questi ultimi, con la vettura #06 dei capolista del campionato Gunnar Jeannette e Ricardo Gonzalez davanti alla #37 di Kyle Marcelli e Tomy Drissi e alla #63 di Eric Lux ed Elton Julian. da segnalare la penalità assegnata alla #52 del PR1/Mathiasen Racing di Dobson e Lewis, posti in fondo alla griglia di classe per contatto evitabile.

Grandissimo spettacolo come sempre in GT. Nella mattinata era stato dominio Corvette, sempre a proprio agio ed in controllo fino al finale di sessione, quando sono state superate a sorpresa dalla Porsche del Team Falken Tire di Wolf Henzler.

Nel pomeriggio le vetture giallo-nere hanno ribadito il dominio su questo tracciato, ma dovevano fare i conti con le BMW M3 del team Rahal Letterman, che con Dirk Werner ha strappato nel finale di sessione la pole al veterano danese della Corvette con uno strepitoso 1’31″362. Terza e quarta ancora una BMW ed una Corvette, con Joey Hand davanti a Tommy Milner. Quinta piazza per Wolf Henzler con la prima delle Porsche. Sesta la prima delle Ferrari, la sempre consistente #01 dell’Extreme Speed. Qualifiche terminate anzitempo per la Ferrari del Risi Competizione, penalizzata e posta in fondo allo schieramento insieme alla Porsche di punta del team Flying Lizards di Patrick Long per un contatto giudicato “rischio ingiustificabile” Un vero peccato per la rossa F458 Italia, che stava compiendo il proprio miglior giro.

Infine per la GTC ancora pole di categoria per Jeroen Bleekemolen ed il Black Swan Racing davanti alla Porsche dell’Alex Job Racing condotta da un sorprendente Leh Keen. I rivali in classifica generale del TRG, Ende e Pumpelly partirànno in fondo allo schieramento, non avendo potuto disputare le qualifiche a causa del crash della mattinata.

A domani per il warm-up in mattinata e la gara di due ore, che inizierà alle 3:30 PM locali.

Piero Lonardo

La classifica delle libere-1

La classifica delle libere-2

La classifica delle qualifiche

 


Stop&Go Communcation

Dall’inviato: Le vetture della ALMS sono quelle che forse hanno patito più di tutte il ritardo nel programma di stamane […]

ALMS – Baltimore: Libere e Qualifiche: Dyson senza rivali in pole insieme a BMW