Col sottofondo dei tanti rumours, finalmente tradotti in comunicati ufficiali, sulla futura parnership con la Ferrari, si sono svolte le qualifiche del Round 2 dell’A1GP a Brno. Le prove libere del venerdì, che per la prima volta in questa stagione potevano vedere in pista anche i “rookies” eventualmente nominati dai teams, hanno visto primeggiare Christian Vietoris ed l’A1GP Team Germany. La stellina di Willy Weber ha spiccato un ottimo 1’45”336, più veloce di oltre 2” del miglior giro in gara ottenuto lo scorso anno dal malese Alex Yoong.

Da segnalare fra gli esordienti sia l’esordio in A1GP del nostro Paolo Bossini che quello della prima pilotessa, la giovanissima svizzera Natacha Gachnang, che vanta esperienze sia europee (kart, Formula BMW) che USA (Mazda Championship). La cugina del ben più noto Sebastien Buemi, quest’oggi impegnato nell’appuntamento finale dell’Euro 3, non ha assolutamente sfigurato. Nella sessione di libere di stamane invece il più veloce è stato il neozelandese Jonny Reid con un poco significativo 1’46”469.

 

Ma veniamo alle qualifiche serie. Nella prima sessione valida per l’assegnazione dei posti in griglia della Sprint Race di domattina, i drivers, anche quelli meno accreditati, hanno aspettato parecchio a scendere in pista. A rompere il fatidico ghiaccio è stato lo statunitense Buddy Rice a cui è bastato uno scarso 1’47”252 per mantenere la pole provvisoria per diversi minuti. Con l’approssimarsi della fine della sessione, come al solito, c’è stato invece un continuo avvicendarsi di best laps; prima Adam Carroll per l’Irlanda ha limato ben 1”2 al tempo dell’ex vincitore di Indy poi, a sessione scaduta, sono passati sulla linea del traguardo i grossi calibri e si sono avvicendati in cima alla lista via via Nuova Zelanda, Olanda e Sudafrica con un buon 1’45”158. Enrico Toccacelo non è riuscito ad andare oltre l’undicesimo tempo, a quasi 2” da Zaugg. Un miglioramento rispetto a quanto ottenuto nelle libere, ma anche un chiaro segnale che i problemi per la monoposto azzurra son ancora di là dall’essere risolti. Non segna un tempo valido il Canada, la cui monoposto –afflitta da problemi tecnici – riesce ad uscire dai box troppo tardi e prende la bandiera a scacchi al termine del giro di lancio.

 

Nella SQ2 l’Italia esce curiosamente subito ma ottiene una prestazione da dimenticare, forse complice un treno di gomme usate o sicuramente non all’altezza. Poco dopo si lancia Robbie Kerr ma per soli 5 millesimi non scalfisce la leadership del sudafricano.

Ci riesce invece negli attimi finali Jonny Reid ma l’illusione dura pochi attimi, perché poco dopo Zaugg passa sul traguardo segnando uno strepitoso 1’44”859, aggiudicandosi la terza pole position consecutiva per il Team South Africa davanti, appunto alla Nuova Zelanda; poi Gran Bretagna, Irlanda – grazie ad un ottimo Adam Carroll al debutto in categoria – e Olanda. La monoposto orange si gira all’ultima curva e stalla sulla ghiaia facendo sì che l’ottimo Jeroen Bleekemolen (nella foto) non riesce a migliorarsi, cosa che riesce invece alla maggior parte dei piloti così che l’Italia al termine si ritrova solo sedicesima, a ben 2”239 dal polesitter.

 

Secondo il regolamento dell’A1GP 2007/08, si resetta tutto per attribuire la pole position della Feature Race, la gara lunga, che da quest’anno non assegna un maggior punteggio ma sulla base della quale vengono attriubiti i premi in denaro di tappa.

Accusa gravi problemi agli ammortizzatori posteriori la monoposto del dominatore del 2006, Alex Yoong e, tra i primi pilosti ad uscire, si segnala prima l’indiano Karthikeyan e poi l’australiano Ian Dyk con un buon 1’46”209, che resiste fino al passaggio di Bleekemolen che segna un buon 1’45”556. Tra si installa nella 2° posizione provvisoria in griglia il Team China. L’Italia è addirittura quinta a meno di 1” dall’Olanda, ma l’impressione è che i big abbiano risparmiato i set di gomme nuove.

 

Dopo qualche minuto le macchine ripartono per l’FQ2 ed infatti quasi tutti iniziano a migliorarsi, tra cui Robbie Kerr che a metà sessione migliora di 6” il tempo della pole provvisoria, però Bleekemolen piazza la zampata e si riappropria del palo con uno spettacolare 1’44”649, che nessuno di coloro che transiteranno in seguito riuscirà a migliorare, nemmeno Zaugg che praticamente bissa il tempo che gli è valso la pole della Sprint Race e che lo affiancherà domani in griglia. Dietro la Gran Bretagna e la Svizzera, sempre nelle posizioni di testa, poi le sorprese Cina e Brasile. Enrico Toccacelo si milgliora quel tanto che basta da aggiudicarsi il 12° tempo. Discreta delusione per Erik Janis e la vettura di casa, che partirà in ultima fila in gara corta e 17° nella Feature Race. Alla fine il team ha deciso di non schierare il ben più consistente Tomas Enge che invece, nell’ambito delle consuete attività promozionali dell’A1GP, si è divertito a guidare nientemeno che un treno !

 

Collegamento domani a partire dalle 14 su SkySport3 per la differita della Sprint Race e la diretta della Feature Race. Speriamo in Gabriele Tarquini, che affiancherà lo scarsissimo Nicola Paolella, il quale anche oggi è riuscito a donarci un paio di perle, invocando per 5 minuti buoni il tempo di Toccacelo e perseverando ancora, esattamente come a Zandvoort, nello scambiare la vettura Indonesiana (sigla INA, livrea bianca e rossa, simile alla bandiera nazionale) per quella Indiana (sigla IND, livrea azzurra e bianca con target arancio-bianco-verde sul cockpit). Chiederei all’emittente di destinarlo ad altri sport più semplici da commentare come il curling ….

 

Piero Lonardo

 

Brno, Czech Republic  »  Sprint Race: starting grid
Pos A1 TeamQ1Q2 Gap
1South Africa  1'45.1581'44.859
2New Zealand  1'45.5781'45.0770.218
3Great Britain  1'46.1261'45.1630.304
4Ireland  1'46.0491'45.3040.445
5Netherlands  1'45.359 NO TIME0.500
6Switzerland  1'45.3671'45.9180.508
7Germany  1'46.1731'45.4090.550
8Portugal  1'47.1401'45.8220.963
9Brazil  1'47.4901'45.9931.134
10France  1'46.4061'46.0071.148
11China  1'46.3871'47.5761.528
12India  1'46.4231'46.5101.564
13Pakistan  1'52.0071'46.7521.893
14USA  1'47.2521'46.7801.921
15Mexico  1'50.0441'46.9012.042
16Italy  1'47.0981'47.8982.239
17Indonesia  1'49.0481'47.2312.372
18Malaysia  1'47.4631'47.6232.604
19Australia  1'47.5211'48.3602.662
20Canada NO TIME1'47.5382.679
21Czech Republic  1'47.9181'48.8553.059
22Lebanon NO TIME1'48.2493.390

 

Brno, Czech Republic  »  Feature Race: starting grid
Pos A1 TeamQ3Q4 Gap
1Netherlands  1'45.5561'44.649
2South Africa  1'47.5021'44.8720.223
3Great Britain  1'46.7191'44.9270.278
4Switzerland  1'46.2561'45.0990.450
5China  1'45.9661'45.2940.645
6Brazil  1'47.1401'45.3280.679
7New Zealand  1'47.0121'45.4710.822
8France  1'47.4691'45.7011.052
9Germany  1'47.2861'45.7651.116
10Canada  1'47.6571'45.8891.240
11India  1'47.3861'45.9181.269
12Italy  1'46.4761'46.0231.374
13Mexico  1'47.7101'46.2041.555
14Australia  1'46.2092'08.3441.560
15Indonesia  1'49.5741'46.5311.882
16Portugal  1'47.4731'46.7832.134
17Czech Republic  1'46.9262'11.5022.277
18Ireland  1'47.0281'54.4522.379
19Pakistan  1'48.5501'47.0382.389
20USA  1'48.3361'47.3902.741
21Lebanon  1'48.0121'48.5913.363
22Malaysia NO TIME1'59.71815.069


Stop&Go Communcation

Col sottofondo dei tanti rumours, finalmente tradotti in comunicati ufficiali, sulla futura parnership con la Ferrari, si sono svolte le […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/01YOBY90SGR6680OT3UDC0J3PO1S_336.jpg A1 Gp: Brno, Domani partono davanti Zaugg e Bleekemolen