Il BoP automatico ha definito una maggiore pressione del turbo sulle nuove Aston Martin iscritte in GTE-Pro in vista della la 6 Ore di Silverstone.

Alle due Vantage ufficiali è stato garantito un incremento di +0,06 a tutti i regimi, a cui si aggiungono 5 litri extra di carburante nel serbatoio, che diventa così il più capiente della categoria con 103 litri contro i 98 di BMW e Porsche e i 92 di Ferrari e Ford. Un incremento comunque relativamente modesto per le nuove GT di Banbury, mai in lotta per il primato nei due primi appuntamenti del World Endurance Championship 2018/2019.

La procedura automatica, innescata per la seconda volta dopo Spa, ha avvantaggiato – se così si può dire – anche le Ferrari 488 GTE Evo, cui è stata concessa una maggiore pressione del turbo di +0,01 a tutti i regimi.

Nessuna variazione per i dominatori delle prime due prove, Porsche e Ford, ma nemmeno per le BMW M8, che a Le Mans avevano lasciato intravedere qualche miglioramento. Equivalenze invariate rispetto a Spa infine per tutti e tre marchi i impegnati in GTE-Am.

Al momento nessuna reazione ufficiale da parte di Aston e Ferrari, ma siamo sicuri che, date le premesse, non tarderanno a mancare, magari direttamente da Silverstone, dove da venerdì 17 inizieranno le attività in pista con le prime libere. Lo start della 6 Ore domenica 19 agosto alle ore 12 locali.

Piero Lonardo


Stop&Go Communcation

Leggero incremento della pressione del turbo anche per le Ferrari

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/PL59360-1024x682.jpg WEC – Il BoP in aiuto delle Aston a Silverstone