Per uno dei grandi protagonisti che rientra prepotentemente in classifica, ce n’è un altro che lascia la maratona sudamericana.

Si tratta di Carlos Sainz (Buggy SMG), costretto al ritiro a causa di un incidente avvenuto nel breve tratto di neutralizzazione della tappa. La vettura è andata distrutta, mentre l’equipaggio è ok (solo qualche graffio per il suo navigatore Timo Gottschalk). L’equipaggio composto dal “Matador” e dal copilota tedesco era già finito fuori classifica nella giornata di ieri, con la rottura di una sospensione che lo aveva portato a oltre tre ore di ritardo da Nani Roma.

Lo spagnolo della Mini resta comunque sulla graticola. La seconda posizione di Stephane Peterhansel nella tappa odierna – alle spalle di Nasser Al-Attiyah – ha praticamente azzerato il gap tra i due. Ora il ritardo è di appena 2’15 a tre tappe dalla fine, con il francese che negli ultimi tre giorni è riuscito a dimezzare uno svantaggio di mezz’ora. Resta dunque una corsa a due, con il Principe del Qatar saldamente terzo. Bella è invece la lotta per il quarto posto, con la lotta tra De Villiers (Toyota) e Terranova (Mini) giocata sul filo dei secondi. Domani è in programma la terz’ultima tappa, 602 chilometri con il trasferimento da Antofagasta a El Salvador.

Classifica Generale

  1. Roma/Perin – Mini – 38:52:57
  2. Peterhansel/Cottret – Mini – +2:15
  3. Al-Attiyah/Cruz – Mini – +46:01
  4. De Villiers/Von Zitzewitz – Toyota – +1.14:16
  5. Terranova/Fiuza – Mini – +1.14:36
  6. Holowczyc/Zhiltsov – Mini – +3.17:31
  7. Dabrowski/Czachor – Toyota – +4.03:57
  8. Lavielle/Garcin – Haval – +4.32:45
  9. Malysz/Marton – Toyota – +4.51:03
  10. Kaczmarski/Palmeiro – Mini – +5.33:54

Luca Piana