Da quanto si è evidenziato a Muro Leccese, in questa settimana di test precampionato, emerge un quadro di grande vitalità per la WSK International Series, pronta a partire dal Circuito Internazionale La Conca con la gara d’apertura del prossimo 16 marzo. L’attesa per la terza stagione di questa "FIA Authorised Series", organizzata da WSK Promotion, è tale da aver richiamato in pista oltre 120 piloti, sugli oltre 250 iscritti alla serie, che hanno partecipato alla lunga sessione di test collettivi conclusasi oggi. Fin da martedì 22 gennaio, infatti, i più blasonati Costruttori, i più importanti team privati e i piloti più noti del karting internazionale hanno tenuto costantemente impegnato il circuito di Muro Leccese. La preparazione della nuova stagione, che avrà inizio tra meno di due mesi, richiede un lavoro di affinamento tecnico su telai, motori e pneumatici che in questi giorni non ha avuto soste. Proprio alle gomme è stata dedicata grande attenzione, nella scelta e nel collaudo delle mescole che andranno a equipaggiare le quattro categorie della WSK 2008.

Come da programma, la scelta di marche e mescole di pneumatici, da destinare in fornitura unica alle ripettive categorie, è stata definita. La KF3 (motori da 125cc, con limite di rotazione 14.000 giri/minuto) sarà dotata di gomme Dunlop dalla mescola dura, siglata DDH. Le Bridgestone che saranno fornite alla KF2 (stessa cilindrata, con limite a 15.000 giri) saranno invece del tipo medio, denominato YKB. Gomme Vega di tipo medio, siglato XM, sono invece state destinate alla KZ2, unica categoria 125cc a essere dotata di cambio di velocità. Alla KF1 (motori 125cc da 16.000 giri) erano già state assegnate le Bridgestone a mescola speciale, le stesse utilizzate nel Mondiale e nell’Europeo CIK-FIA. A questa importante decisione hanno partecipato non solo i piloti con i rispettivi tecnici, ma anche i responsabili delle tre case di pneumatici, giunti sul circuito di Muro Leccese per seguire i lavori di persona.

A Muro Leccese i costruttori sono stati rappresentati in larga maggioranza: Birel, CRG, Tony Kart, CKR, Comer, Energy, FA Kart, Gillard, Intrepid, Kosmic, Maranello, Spirit, Wright e Zanardi sono stati i marchi presenti, sia in forma ufficiale che attraverso le rispettive strutture private. Tra i piloti si è visto all’opera il bresciano Marco Ardigò, Campione del Mondo uscente, impegnato nello sviluppo del suo Tony-Vortex, così come le altre star del volante presenti. Come ulteriore servizio, allo scopo di garantire a tutti dati affidabili, l’organizzazione ha predisposto il rilevamento tempi a cura della Federazione Italiana Cronometristi.

Quanto la stagione WSK sarà combattuta lo dimostra il gran numero di piloti al vertice delle prestazioni, nelle rispettive categorie. Le liste dei tempi sul giro (nei 5 giorni di test ne sono state emesse ben 112, contenenti i risultati intermedi di ogni giornata) vedono in testa alla KF1 il 5 volte Campione del Mondo Davide Forè (Maranello-Iame), che sul finire della giornata di oggi ha segnato con 46"992 la migliore prestazione della settimana. Il secondo tempo è del francese Arnaud Kozlinki (CRG-Maxter), che con 47"083 si è piazzato davanti all’inglese Gary Catt (Tony-Vortex), autore di 47"115. In KZ1 il più veloce è stato inizialmente il cavese Francesco Laudato (Birel-TM), che ha segnato nei primi giorni 46"049. Questa prestazione è poi stata superata dal bresciano Roberto Toninelli (Intrepid-TM), che ieri ha segnato 46"021. Terzo tempo per il giovane calabrese Leonardo Fuoco (CRG-Maxter), sorpresa della settimana con il tempo di 46"111.

La KF2 ha visto prevalere con 47"345 l’inglese Oliver Rowland (Tony-Vortex), più veloce d’un soffio del suo compagno di marca, il finlandese Petri Suvanto, che ha girato più alto di un solo millesimo. Terzo e primo degli italiani è stato Mario Turchetto, che ha girato al volante del nuovo telaio Spirit in 47"373. Bene anche il romano Federico Scionti che, nonostante sia nella stagione del debutto nella ex 100 ICA dopo la gavetta in KF3, ha mostrato un passo in crescendo chiudendo alla fine col 6° miglior tempo assoluto in sella al suo Tony-Vortex gestito dal Team Imparato.

Il più veloce in KF3 è stato invece l’olandese Nick de Vries (Zanardi-XTR), che ha segnato 48"631 contro il 48"846 del francese Brandon Maisano (Intrepid). Terzo il danese Nikolai Moller Madse (Tony-Vortex), davanti con 48"863 ad un incredibile Antonio Giovinazzi (Top-Comer), primo degli italiani con 48"927. Alti e bassi per il nostro Lorenzo Camplese. Il talento abruzzese si è comunque messo in luce soprattutto nelle prime due giornate di prove leccesi. Assenti, va detto, alcuni pezzi da Novanta quali i boys Maranello (ufficiali e semi-ufficiali) tipo il finlandese Aaro Vainio e il bergamasco Kevin Ceccon. Ora l'attesa è volta tutta al primo round della WSK 2008, in programma a Muro Leccese (LE) sul Circuito Internazionale La Conca, dal 13 al 16 marzo prossimi. Intanto però big e non si sono dati appuntamento al South Garda di Lonato per la imminente e tradizionale Winter Cup. Il modo migliore per affilare le armi …

Nella foto, Davide Forè (Maranello Racing Kart)


Stop&Go Communcation

Da quanto si è evidenziato a Muro Leccese, in questa settimana di test precampionato, emerge un quadro di grande vitalità […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Foregen08.jpg Wsk, Test La Conca: Toninelli, For