Un weekend davvero entusiasmante per questa 21ma edizione della Winter Cup, concluso con quattro finali spettacolari e avvincenti.

Uno spettacolo di prim’ordine l’ha offerto la categoria KZ2, con i 34 finalisti a darsi battaglia fino all’ultimi giro e soprattutto con diversi capovolgimenti in testa alla corsa. Leader della gara sono stati all’inizio il bresciano Marco Ardigò (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), poi il francese Anthony Abbasse (Sodi-Tm-Bridgestone) e infine il giovane bresciano Luca Corberi, compagno di squadra di Ardigò, che è riuscito a completare una bella rimonta dall’ottava posizione e ad intravedere per tre giri la gioia della vittoria. Dopo essere scivolato in terza posizione, nelle ultime due tornate è stato però Ardigò a riproporsi velocissimo e riprendere il comando della gara. L’arrivo in volata ha visto il successo di Ardigò con tre decimi di vantaggio su Corberi e 5 decimi su Abbasse. Con questa vittoria, Ardigò ha raggiunto quota tre successi nella Winter Cup.

Nella categoria OK è stato il danese pilota ufficiale di Tony Kart Nicklas Nielsen, a confermarsi il più veloce di tutti dopo essersi imposto anche nelle manche e in Prefinale. Nella Winter Cup Nielsen si è così aggiudicato il suo secondo trofeo consecutivo con una vittoria limpida sul friulano Lorenzo Travisanutto (Tony Kart-Vortex-Bridgestone) e sul polacco Campione del Mondo Karol Basz (Kosmic-Vortex-Bridgestone).

Nella OK Junior il successo è andato all’inglese Fin Kenneally del Team Ricky Flynn (FA Kart-Vortex-Bridgestone) dopo che ad aggiudicarsi le due Prefinali erano stati rispettivamente il suo compagno di squadra, il francese Timothy Peisselon, e il russo Ivan Shvetsov (Tony Kart-Vortex-Bridgestone). Sul traguardo al termine di una bella battaglia, al secondo posto si è piazzato Shvetsov ma il russo è stato poi penalizzato di una posizione lasciando il secondo posto a Peisselon.

Nella Mini Rok, che ha avuto una partecipazione record di ben 105 piloti, ha vissuto su un arrivo in volata che si è risolto negli ultimi metri a favore del pugliese Luigi Coluccio (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), seguito dal romano Francesco Pizzi (Energy-Vortex-Bridgestone) e dal francese Evann Mallet (CRG-Vortex-Bridgestone). Nel dopo gara a Coluccio è stata però comminata una penalizzazione di dieci secondi (spoiler) e la vittoria è andata a Francesco Pizzi. Mallet è salito al secondo posto, mentre al terzo si è piazzato Roman Stanek, vincitore delle manche e della sua Prefinale.


Stop&Go Communcation

Molto belle e combattute le finali che al circuito South Garda Karting hanno sancito il gran successo della 21ma Winter Cup, con una partecipazione record di 268 piloti […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/02/Mini_FMP_4925-1024x683.jpg Winter Cup – Ardigò (KZ2), Nielsen (OK), Kenneally (OKJ) e Coluccio (Mini Rok) si aggiudicano la 21a edizione