Ancora una volta il Trofeo Andrea Margutti si è concluso con una serie di finali spettacolari e come sempre la manifestazione, inserita nel calendario CIK-FIA, si è rivelata avvincente e di grande contenuto sportivo e agonistico. Anche per questa 22. edizione l’organizzazione Parma Karting e la famiglia Margutti sono stati premiati dalla bella riuscita dell’evento, che ha visto un’affluenza di 213 piloti con il record di partecipazione di ben 33 paesi.
 
Per il terzo anno consecutivo la gara si è svolta alla Pista 7 Laghi di Castelletto di Branduzzo (Pavia), continuando così la tradizione di un evento istituito in ricordo del giovane Andrea Margutti, deceduto nel lontano 1989, contribuendo a formare un sempre più ricco palmares. Ad aggiudicarsi le quattro categorie di quest’anno, con qualche sorpresa rispetto a quanto era stato espresso nelle prove e nelle manches eliminatorie, sono stati tutti piloti stranieri: il ceco Adam Janous (Intrepid-Tm) in KZ2, quindi lo svizzero Alain Valente (Swiss Hutless-Bmb) in KF2, il danese Slavco Ivanovic (Tony Kart-Vortex) in KF3 e il romeno Marco Dionisios (Top Kart-Lke) nella 60 Mini.
 
In KZ2 il ceco Adam Janous si era comunque già messo in evidenza nelle manche vincendo una gara, ma è riuscito da subito ad esprimersi al meglio in finale dopo essersi piazzato secondo in prefinale. Qui chi ha mancato l’appuntamento con la vittoria è stata la ragazza olandese Beitske Visser (Intrepid-Tm), afflitta da problemi ai freni nell’ultima manche di domenica mattina e poi costretta a un gran recupero fino al sesto posto in finale. Sul podio sono comunque terminati due italiani, il piemontese Massimo Aceto (Crg-Tm) e il lombardo Alberto Cavalieri (Intrepid-Pavesi), ottimi interpreti di questa categoria e sempre fra i maggiori protagonisti.
 
In KF2 ci aspettavamo il colpo vincente del poleman romano Gianmarco Ercoli o del francese del Ferrari Driver Academy Brandon Maisano, ma entrambi sono state vittime di circostanze che li hanno visti alzare bandiera bianca. Ercoli sbattuto fuori nel dopo start della Prefinale ha dovuto rincorrere scattando ultimo in Finale e giungendo 6° sotto la bandiera a scacchi dopo una incredibile rimonta a colpi di best laps. Mentre il pilota transalpino della FDA, dopo aver vinto la prefinale e essersi involato in testa nella finale, ha accusato un calo tecnico e ha perso terreno, tanto da doversi accontentare della quarta posizione. La vittoria è così andata allo svizzero Alain Valente  (Swiss Hutless-Bmb), conquistata davanti al connazionale Pascal Eberle e dal russo Ivan Kostyukov, ambedue su Tony Kart-Vortex. Costretto al ritiro il belga Yannic De Brabander (Parolin-Tm) dopo essersi installato in seconda posizione alle spalle di Maisano.
 
In KF3 è stato il danese Slavco Ivanovic (Tony Kart-Vortex) a confermarsi anche in finale il più veloce di tutti e fra i maggiori protagonisti del weekend. Chi sembrava poter contrastare il danese era soprattutto il francese Esteban Ocon (FA Kart-Vortex), ottimo nelle manche ma poi quarto in finale. Sul podio alle spalle di Ivanovic, si sono quindi piazzati lo svedese Robin Hansson (Energy-Tm) e l’inglese Harrison Scott (Intrepid-Tm). Costretto purtroppo al ritiro per incidente Kevin Lavelli (Top Kart-Comer), che era scattato dalla prima fila.
 
Nella 60 Mini il romeno Marcu Dionisios (Top Kart-LKE) si è confermato ai massimi livelli anche in finale, vincendo la gara conclusiva davanti ai due russi Alexander Zhirkov (Birel-Bmb) e Robert Shwartzman, con Birel anche quest’ultimo ma con motore LKE come gran parte della griglia della 60 Mini, da un anno a questa parte, per le sue eccezionali e affidabili performances.


Stop&Go Communcation

Ancora una volta il Trofeo Andrea Margutti si è concluso con una serie di finali spettacolari e come sempre la […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/KF3_Ivanovic_IMG_2490.jpg Trofeo Margutti – Finali: Janous, Valente, Ivanovic e Dionisios, passa lo straniero…