Sono stati ben 228 i piloti presenti alla classica del karting d’estate per il Trofeo del Garda in notturna a Lonato, in uno degli appuntamenti più ambiti e seguiti dell’attività sportiva nazionale che ha così potuto festeggiare nel migliore dei modi il traguardo della 20esima edizione con un parterre di iscritti di prim’ordine.

E’ stato indubbiamente un successo importante il risultato complessivo dei 228 piloti presenti in questa manifestazione, con un buon segnale di fiducia che si estende a tutto il comparto nazionale del karting in un momento così difficile per l’economia.

Con 11 categorie in pista, le gare si sono susseguite con la massima regolarità, con una lunga maratona che si è conclusa nei tempi previsti terminando poco prima di mezzanotte nella suggestiva e inusuale ambientazione notturna dopo quasi 6 ore di battaglie iniziate sotto il sole del pomeriggio.

Dante nella KZ2. Nella categoria più prestazionale, la KZ2, ad aggiudicarsi la Finale è stato Massimo Dante (CKR-Tm), pilota trentino fra i maggiori protagonisti anche del Campionato Italiano CSAI Karting. Dante è stato autore di un bel recupero dopo essersi piazzato terzo in una delle due batterie che si sono disputate in questa categoria, e dopo una buona partenza dalla quinta posizione si è portato ben presto in testa per concludere senza problemi con la vittoria. Alle spalle di Dante si sono piazzati il bresciano Cristiano Falciti (VRK-Tm), vincitore della prima batteria, e il bergamasco Mirko Colombo (Energy-Tm), vincitore della seconda batteria. Ottimo quarto il napoletano Felice Tiene, pilota ufficiale della CRG, che ha preso parte inquesta categoria (corre abitualmente nella KF) per acquisire il diritto a gareggiare nella Coppa del Mondo KZ2 in programma a Sarno il 2 settembre.

In KF2 domina Pandolfi. In KF2 ha dominato il savonese Alessandro Pandolfi (Intrepid-Tm), vincitore anche della Prefinale. Pandolfi in Finale ha preceduto sul traguardo i due milanesi Andrea Moretti (Tony kart-Tm) e Fabio Filippo Cavallaro (SKI-Bmb).

In KF3 Imberti all’ultimo giro. In KF3, dopo la vittoria in Prefinale del bresciano Tommaso Mosca, è stato il bergamasco Michele Imberti (Tony Kart-Tm) a prendere il sopravvento nella parte conclusivadella Finale ed a vincere sul trentino Davide De Marco (Tony Kart-Vortex) e sullo stesso Tommaso Mosca (Bremer-Bmb).

Nella 60 Mini Lorandi su tutti. Nella 60 Mini, per bambini di 9-12 anni, ancora una volta il bresciano di Salò Leonardo Lorandi (Tony Kart-Vortex) si è imposto nella categoria non lasciando scampo agli avversari, aggiudicandosi sia la Prefinale che la Finale. Alle spalle di Lorandi si sono piazzati il compagno di team l’indonesiano Kush Maini (Tony Kart-Lenzo) e il lodigiano Edoardo Recchia (Pcr-Comer).

60 Baby a Scarfò. Nella categoria più piccola, la 60 Baby (8-9 anni), sul podio della Finale sono saliti i tre giovani lombardi: Alessio Scarfò (Tony Kart-Lke) che ha vinto negli ultimi giri di gara su Andrea di Brigida (Tony Kart-Parilla) e Miriana Ancilla Capella (Top Kart-Lke), mentre in Prefinale a imporsi era stato il veneto Alexander Zailinger (Top Kart-Parilla).

Bombardelli nella Prodriver Pro. Nella 125 Prodriver PRO ha dominato il trentino Luca Bombardelli (CKR-Tm), vincendo sia la Prefinale che la Finale. In Finale Bombardelli è restato sempre in testa alla gara vincendo sul bergamasco Ferruccio Alacqua (Kalì-Kart-Tm) e sul vicentino Enrico Bernardotto ((Maranello-Tm), autore di una bella rimonta dal fondo dello schieramento.

Gonfiantini nella Prodriver AM. Dopo il quarto posto in Prefinale, il toscano Matteo Gonfiantini (CRG-Tm) è stato l’autore di una bella vittoria nella Prodriver AM conquistata davanti al bergamasco Andrea Ceresoli (CKR-Tm) e il modenese Luca Ferri (CRG-Tm). L’altro modenese Riccardo Morselli (CRG-Tm), vincitore della Prefinale, è stato invece costretto al rito in Finale.

Come consuetudine, nella manifestazione di quest’anno hanno gareggiato anche le categorie della Rok Cup, con 100 piloti in lizza per il Campionato della Rok Cup area Nord.

Mini Rok a Zanchi. Nella Mini Rok, non si è fatto sfuggire la vittoria il bolognese Ludovic Zanchi (Maranello-Vortex), dopo un bel duello con il pavese Domenico Cicognini (Kosmic-Vortex), secondo sul traguardo. Terzo si è piazzato il piemontese Alessio Gandolfi (Top Kart-Vortex).

Dominio di Corberi nella Junior. Dopo le sue recenti belle prestazioni nella KF3 internazionale, nella Junior Rok si è ripresentato il campione di casa Luca Corberi (Kosmic-Vortex), che ha dominato la categoria aggiudicandosi senza problemi sia la Prefinale che la Finale. Maggior avversario di Corberi in Finale si è rivelato il genovese Giuseppe Gaglianò (Tony Kart-Vortex), ma alla fine si è dovuto accontentare del secondo posto. Terzo si è piazzato il varesino Alessandro Burlan (Kosmic-Vortex).

Nella Rok vittoria per Cremaschi. Nell’affollata categoria Rok, dopo le due batterie di qualificazione andate rispettivamente al pratese Riccardo Geltrude e al genovese Federico Moriondo (ambedue su Tony Kart-Vortex), la vittoria inFinale l’ha raggiunta il pavese Marco Cremaschi (Tony Kart-Vortex), che si era piazzato secondo nella prima batteria. In Finale Moriondo si è classificato al secondo posto, mentre in terza posizione ha concluso il varesino Massimo Rabaglia (CRG-Vortex).

Zani leader della Super Rok. Nella Super Rok ad aggiudicarsi sia la Prefinale che la Finale è stato il bresciano Cristopher Zani (Kosmic-Vortex), protagonista anche nel campionato italiano. Zani ha dominato sia la Prefinale che la Finale con un passo decisamente superiore a tutti. In Finale Zani ha preceduto il pavese Alessio Costantini (Maranello-Vortex) e il monzese Massimo Reginato (Tony kart-Vortex).


Stop&Go Communcation

Sono stati ben 228 i piloti presenti alla classica del karting d’estate per il Trofeo del Garda in notturna a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2012/07/Corberi-Luca31_JuniorRok_FMP_9101.jpg Trofeo del Garda – 228 piloti a Lonato per la prova clou dell’estate