L’edizione annuale del Trofeo Circuito Internazionale Napoli è coincisa con la terza prova del Campionato regionale Campania. Spettacolo, performance ed agonismo sono tornati sui 1699 metri del circuito ai piedi del Vesuvio dopo la pausa per i kart di inizio primavera. Vittorie andate per le classi di vertice al pontino Fioravanti, al romano Vittorio Ghirelli e al pilota ascolano Benedetti. Il piccolo driver di Terzigno, Kiko è sempre più leader della 60 Baby, nella 60 Mini vince Albanese da Siena. Per la classe Italia, vittorie a Coccia da Napoli e Feola anche lui da Napoli (100-125cc rispettivamente)

Per la II° edizione del Trofeo Circuito Internazionale Napoli, terza prova del campionato Campania, nove le classi in gara con i frazionamenti fra i 100cc ed i 125 più, l’avvincente presenza dei 60cc per i Baby ed i Mini. In totale gli iscritti sono stati 171.

Il modello di gara è stato l’interessante one-day-race ovvero con le prove libere, le cronometrate e le finali di gara tutte nella giornata di domenica, con un ulteriore prova di sforzo organizzativo e logistico, superato a pieni voti dai promotori dell’evento e logicamente dall’amministrazione del circuito di Sarno.

Con il Trofeo del Circuito in archivio, iniziano davvero le procedure per il conto alla rovescia in vista dello straordinario e magico doppio evento iridato in programma sulla pista campana nel week-end del 3-6 settembre con la disputa della Coppa del Mondo CIK-FIA classe KZ1 e della Coppa del Mondo CIK-FIA classe KF3.

SINTESI e CLASSIFICHE delle FINALI di gara

KF2 (giri 15). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania

E’ nuovamente family business la questione della vittoria in questa categoria. I fratelli Ghirelli da Roma, sempre ad amare e gradire il catrame del Circuito ai piedi del Vesuvio. La griglia di partenza vedeva Vittorio Ghirelli in pole, appaiato con l’intruso Cinti, seguiti da Edolo Ghirelli e Russo. Sempre con occhio alla classifica, il leader Di Bellonio, risentendo del caldo partiva dall’ottava posizione. Sono bastate poche tornate per Edolo Ghirelli, a prendere il comando della gara. Vittorio Ghirelli, a mantenere una posizione che conta, la seconda, relegando Cinti in terza. Il caldo, assolutamente non rende fluide le posizioni, anzi, si congelano. Il trio tende ad arrivare fino alla bandiera a scacchi. Ma come nelle migliori famiglie, screzio sportivo fra i fratelli da Roma. Toccata da Vittorio per Edolo all’ultimo di gara e purtroppo quest’ultimo ne ha la peggio vanificando lo sforzo e abbandonando ogni sogno di gloria. Ne parleranno a casa….Settimo in una gara non fortunata Di Bellonio.

Ordine di arrivo: 1) Ghirelli V. (Tony/Vortex) in 16.57.398; 2) Cinti R. (Kosmic/Vortex) a 3"792 ; 3) Russo VM. (Zanardi/Parilla) a 4"240; 4) Borghese C. (Tecno/Iame) a 13"060;5) Schettino M. (Am/Tm) a 15"088

KF3 (giri 15). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

Categoria come al solito combattuta. Ed i combattimenti sono incredibilmente faticosi, nel senso che la finale di gara è coincisa con la temperatura più alta della giornata. In prima fila partivano Fioravanti e Vigorito, seguiti da Profeta e Romano. I soliti noti insomma. Allo start, partenza aggressiva per le prime linee. Si vede che l’agonismo è forte e sentito. Fioravanti mantiene la testa della gara. Gasparrini sembra rallentare, forse il caldo e lo stesso Vigorito, avellinese e leader di classifica ha per qualche tornata un certo appannamento. Ma facendo forza su tutte le sue risorse, da ancora una volta il meglio e vola in recupero arrivando in seconda piazza incalzando il sempre leader Fioravanti da Latina. A seguirli, Profeta, Raia e Auriemma protagonisti di una gara più che attenta.

Ordine di arrivo: 1) Fioravanti D. (Tony/Vortex) in 17.11.165 ; 2) Vigorito G. (Tony/Vortex) a 0".483; 3) Profeta A. (Tony/Vortex) a 1".537; 4) Raia M. (Tony/XTR) a 8".435 ; 5) Auriemma G. (Lenzo/Lke) a 8".733

125 KZ2 (giri 15). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

Caputo, allo start, capoclassifica, questa volta parte con un certo ritardo. E’ solo settimo, ma la volontà di far punti è grande. Il bravissimo pilota di Salerno Celenta è pole man, e continuando con le qualificazione, come aggettivi, la bellissima Citro, parte in seconda fila. Celenta purtroppo non parte, riducendo ulteriormente il parco degli sfidanti. Prende le retini in testa alla gara Benedetti da Ascoli Piceno ed il competitivo franco belga di Caserta Arrue a seguirlo. Terzo è Cavalieri. Citro però è in attesa di errori altrui che alla fine capitalizzerà. I distacchi si contano in secondi, non in centesimi. Situazioni di gara quindi cementate. Gara sfortunata per il leader di classifica Caputo. Vincerà Benedetti

Ordine di arrivo: 1) Benedetti A. (Tony/Vortex) in 16.21.342; 2) Cavalieri A. (Brm/Pavesi) a 6".986 ; 3) Citro MV. (Birel/Tm) a 9".907; 4) D’Alonzo L. (Top/tm) a 21"316; 5) Adesso K. (Tony-Tm) a 38.067.

Decisioni dopo-gara: Arrue Alex 2° al traguardo. escluso dalla classifica per sottopeso.

60 Minikart (giri 8). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

Griglia di partenza purtroppo rivoluzionata nel giro di installazione con il bravissimo Alex da Bari, costretto a partire per problemi tecnici dalla pit lane in coda allo schieramento. Peccato davvero vedere questi piccoli campioncini disperarsi. La gara è come al solito per la categoria, concitata alla partenza. I primi metri del circuito di Sarno vanno interpretati con il massimo ed oltre della concentrazione, quella che per qualche attimo è mancata al romeno Atanasiu che si fa superare in blocco. Nulla di preoccupante perché già alla staccata del curvone opposto al lato pit, il ragazzino sembra rimettersi in gara. L’avellinese Di Pietro prende il comando temporaneo della gara ma il distacco con gli inseguitori e minimo, tant’è che si alternano alla testa di gara anche Albanese da Siena ed il napoletano Paparo che non a caso è leader di campionato. L’occhio volge verso le posizioni di coda con uno scatenatissimo Alex che cerca di rimediare i danni avuti in partenza. Tellone, malgrado l’età ha un caratterino niente male e la sua gara è tutta improntata a comunque non sfigurare. Vince in autorità Albanese in una finale di categoria avvincente che ha visto ben 35 piloti al via

Ordine di arrivo: 1) Albanese D. (Alonso/Vortex ) in 10.35.218; 2) Paparo V. (Top/Vortex) a 0".182; 3) Di Pietro V. (Top/Vortex) a 0".477; 4) Benedetti Pf. (Intrepid/Iame ) a 3".478; 5) Tano L. (Birel/Parilla ) a 4".077.

60 Babykart (giri 5). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

In questa categoria vige un equazione. Ovvero, primo posto uguale Kiko. Il pilotino di Terzigno interpreta a meraviglia ed ancora una volta i 1699 metri del Circuito Internazionale Napoli. Questo non vuol dire che i suoi compagni di gara sono solo delle comparse, anzi. Basta seguirli, tutti a scoprire come disegnare al meglio questa o quella curva, giro dopo giro.

Ordine di arrivo: 1) Kiko (Top/Comer) in 7.28.083; 2) Luongo A. (Top/Comer) a 6".207; 3) Merolla A. (Top/Comer) a 11".787.

100 Italia (giri 15). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

Parte male il più veloce delle qualifiche Di Maio, superato da Coccia e Monda. I due Piccolo, Carlo e Luigi, sono in agguato a seguirli ed infatti, Piccolo Luigi, in breve tempo prende la vetta della corsa. Di Maio, rimette le sue cose a posto e recupera le posizioni perse. Monda, primo nella classifica di campionato viaggia in sordina. Luigi Piccolo, pian piano esce dalle posizioni che contano, alternandosi con l’altro Piccolo, Carlo. Mentre è ora il napoletano Coccia a guidare la corsa seguito da un attentissimo fin dall’inizio Petillo. Posizioni consolidate e vittoria alla fine a Coccia

Ordine di arrivo: 1) Coccia C. (Top/Tm) in 7.17.782; 2) Petillo C. (Parolin/Tm) a 0".710; 3) Piccolo C. (Maranello/Tm) a 2".344.

125 Italia (giri 15). Valevole anche per il Campionato Regionale Campania.

I tre cavalieri della pole, ovvero La Cava, D’Alelio e Marrocco, purtroppo dicono addio alla gloria in una sfortunata quanto agitata partenza. Rivoluzione quindi ai primi metri della finale ma con il furbo Feola a far da spettatore al terremoto e quindi guadagnare subito la testa della gara. Covino, Cozzolino ed Izzo viaggiano in un fazzoletto ma sono anche loro spettatori di una cavalcata solitaria del leader della gara e della classifica. Il napoletano Feola infatti, conferma la sua volontà di far bottino pieno ma è Covino che azzarda a rovinargli ogni piano. Alle battute finali, ci riesce il napoletano, Covino questa volta, che agguanta la vetta della corsa. E’ un duello, Feola si riprende la posizione e vince sul serio.

Ordine di arrivo: 1) Feola P. (Parolin/Tm) in 16.39.602; 2) Covino M. (Dr/Tm) a 0".315; 3) Izzo G. (Brm/Tm) a 0".847; 4) Cozzolino S. (Fa/Tm) a 1".050; 5) Catapano A. (Crg/Tm) a 10".843.

MTL 100 (giri 10). Valevole anche per il Trofeo Reg. MTL.

Prima finale in programma con la linea di pole formata da Franzese e Zupo. Gara e qualifiche in atteggiamento da attesa per il leader in classifica Russo che parte in griglia un po’ attardato dalla terza fila. Ma ecco che questi davvero scatta guadagnando dai primi metri dallo start la terza posizione seguendo i leader Franzese e Zupo. Purtoppo per Procope la gara finale finisce anzitempo. Il gruppo con il passare dei giri si sgrana. Il leader Zupo, di Terzigno nel napoletano, guadagna un bel margine sul secondo, Franzese. Inoltre, un arrembante Borghese che scala posizioni. Colpo di scena nel finale di gara con i giudici che squalificano Franzese e quindi all’arrivo un perfetto Zupo ed un eccezionale Borghese che intanto supera anche Russo a formare il podio.

Ordine di arrivo: 1) Zupo V. (Birel/Maxter) in 12.01.073; 2) Borghese PL. (Tecno/Tm)a 6".476; 3) Auricchio F. (Top/Comer) a 7"632; 4) Gervasio F.(Birel/Tm) a 7"901; 5) Noviello C, (Intrepid/Tm) a 25.826.

Decisione dopo-gara: Russo A. escluso dalla classifica per sottopeso.

125 MTL (giri 15). Valevole anche per il Trofeo Reg. MTL.

Ben nutrito lo schieramento, con 26 piloti a darsi battaglia. La questione per la vittoria si limita però a soli due Ausilio e Polisi, capo classifica. Battaglia di nervi in circuito ed uno sfortunato Silvano a a finire nel basso della pattuglia. Alla fine, vincerà Ausilio. Da Napoli.

Ordine di arrivo: 1) Aulisio P. (Parolin/Tm) in 11.19.492; 2) Polisi P. (CRG/Tm) a 0".164; 3) Perrillo L. (Brm/Tm) a 2".043; 4) Pulcinaro G. (Maranello/Tm) a 3".452; 5) Sebeto A. (Parolin/Tm) a 4".167

Nella foto, Vittorio Ghirelli (KF2) 


Stop&Go Communcation

L’edizione annuale del Trofeo Circuito Internazionale Napoli è coincisa con la terza prova del Campionato regionale Campania. Spettacolo, performance ed […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/ghirelli-lonato-2009-low.jpg Trofeo Circuito Internazionale Napoli – Report: Fioravanti (KF3), Ghirelli (KF2) e Benedetti (KZ2) i mattatori