Piloti ticinesi sempre più merce rara? Sembrerebbe proprio di sì visto che il contingente di driver del Canton Ticino impegnati nella quarta prova del Campionato Svizzero che si è svolta nel fine settimana a Levier si è ridotto a soli quattro elementi dopo i fasti del passato. Assenti per l’occasione Marco Bellanca e i fratelli Di Pietro, oltre a Raffaele Marciello, impegnato nella serie WSK a Sarno nella quale purtroppo ha mancato a causa di una serie di sfortunati contatti l’accesso alla finale di giornata, i colori ticinesi sono stati difesi da Alex Fontana, Ivan Rechsteiner, Oliver Holdener e Leonardo Corti. Se poi si considera che il 15enne Fontana, a partire dal 2009, sarà presente solo in competizioni di livello europeo e mondiale con qualche assaggio, sponsors permettendo, in monoposto, c’è da stare poco allegri. Urge il ricambio, insomma, nel mondo del Karting ticinese!

Ricambio frenato da una parte dalla attuale situazione economica ma anche dall’elevato livello, sotto certi versi addirittura esasperato per quanto riguarda la tecnica e la necessità di trascorrere giorni "in pista", a cui è arrivato il Karting in questi ultimi anni. A Levier, quarta prova valida per il Nazionale, si è assistito ad un weekend in chiaro/scuro per i nostri piloti. Solo Fontana e Rechsteiner si sono messi a tratti in luce. Il primo, campione svizzero lo scorso anno in KF3, ha stabilito il secondo tempo assoluto in prova nella categoria maggiore, la KF2. Urtato in partenza da Kilchenmann (a sua volta spinto da un altro concorrente), il luganese è finito nella ghiaia e ha dovuto rimontare dalla 17. posizione per concludere alla fine al 5. rango.

Il luganese con grande grinta ha cercato insomma di salvare il salvabile, riuscendo a mantenere, anche se con l’amaro in bocca, il secondo posto assoluto in campionato (vittoria e leadership per Patrick Müller). Meno fortunata invece la prova per il più esperto dei nostri piloti, Leonardo Corti. Partito bene nella prima manche (occupava la terza posizione), l’internazionale ticinese è poi sceso progressivamente fino al 15. rango finale a causa di problemi tecnici. Nella categoria Mini, nella quale si è imposto Michael Müller, si è distinto ancora una volta il giovane Ivan Rechsteiner (già vincitore quest’anno a Mirecourt) che si è imposto in volata nella prima manche e ha concluso ottimo terzo nella seconda. In finale complice una "chiusura" da parte di un altro concorrente quando occupava la 3. posizione, Rechsteiner è rimasto vittima di uno spettacolare incidente fortunatamente senza conseguenze che non gli ha permesso di andare oltre il 6. rango finale. Un veloce controllo in ambulanza e qualche escoriazione per il pilotino di Paradiso che comunque ha consolidato il 5. rango nella classifica generale di Campionato Svizzero.

Nella Super Mini infine poca fortuna per Oliver Holdener che ha terminato 15. in una gara vinta da Randy Berglas. Nelle altre categorie (senza ticinesi in pista) successo di Philipp Witzany in KZ2, Rinaldo Grämiger nella 125 Sport e Yves Von Aesch in KF3.

Nella foto, il giovane Ivan Rechsteiner (Lugano Kart Team)


Stop&Go Communcation

Piloti ticinesi sempre più merce rara? Sembrerebbe proprio di sì visto che il contingente di driver del Canton Ticino impegnati […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/Rechsteiner-Levier-gruppo-CS-2008.jpg Swiss – Levier: Weekend in chiaroscuro per i piloti ticinesi, con qualche dubbio sul futuro