Dopo una lunga ed estenuante analisi di tute le informazioni raccolte durante l’esame finale, svoltosi lunedì 17 ottobre sulla pista South Garda, la giuria del Rok Talent Award ha proclamato i due vincitori: Ryota Kiyohara (KF2) e Giuseppe Gaglianò (KF3). Il compito dei giurati è stato arduo perché i dodici piloti che sono entrati nella finalissima del Rok Talent lo hanno fatto al termine di un percorso lungo e duro, che ha visto gli iscritti al progetto Vortex correre nei rispettivi campionati nazionali, poi nella Rok Cup International Final ed in fine, confrontarsi nel test finale.

Con il passare delle gare i Rokker iscritti hanno dimostrato tutto il loro talento e la loro preparazione, dagli oltre 130 iscritti si è passati ai 58 che sono riusciti a qualificarsi per la Rok Final. La dura ed avvincente selezione che solo la pista sa fare ha fatto il resto, consegnandoci i nomi dei 12 super finalisti, coloro che si sono contesi i due ambitissimi volanti da piloti ufficiali Vortex.

Durante la prova finale i giurati hanno lavora duramente per mettere a nudo le caratteristiche di ogni singolo Rok Talent, ne hanno valutato le capacità di guida sotto ogni aspetto. Il modo di affrontare la tensione, la rapidità di raggiungere il limite, la costanza e la grinta, ma anche la capacità di relazionarsi con i membri della squadra e la disinvoltura con cui si sono espressi con i media.

Ne è scaturito un quadro molto interessante di ciascun pilota e si è avuta la conferma che i Rok Talent finalisti sono piloti di altissimo livello, giovani che se proseguiranno con questo impegno e questa determinazione potranno ottenere grandi risultati nel karting internazionale. Il successo del Rok Talent Award è stato tale che tutti i media e gli addetti ai lavori hanno rivolto grande attenzione nei confronti del progetto Vortex, al quale si riconosce all’unanimità la grande dote di aver assegnato un premio (anzi due) ed un’opportunità mai offerti sino ad oggi.

Prepariamoci a vedere due Rokker sulla più importante ribalta del karting mondiale nel 2012, due Rok Talent in pista nel Campionato Europeo e nella Coppa del mondo CIK-FIA.

DIARIO DEL ROK TALENT AWARD FINAL

  • Appuntamento alle ore 8:00, nel paddock del circuito internazionale South Garda, presso l’hospitality Tony Kart-Vortex.
  • I responsabili del progetto illustrano ai giovani Rokker il programma della giornata. I magnifici 12 vengono divisi in due gruppi. Sei saranno impegnati in pista la mattina e gli altri sei dovranno sostenere il colloquio con i giornalisti Mark Burgess (editore Karting Magazine), Rob Howden (editore e-Karting News), Jacky Foulatier(editore KartMag).
  • Ore 9:00. Ha inizio la prima sessione di warm-up. I piloti girano per 15 minuti con i loro mezzi, i Rok con cui hanno conquistato la finale del Rok Talent Award 2011. La prova finale ha inizio!
  • Ore 9:30. Nella grande tenda-officina del Tony Kart Racing Team-Vortex i primi sei Rok Talent familiarizzano con lo staff del Tony Kart Racing Team, provano le misure dei sedili, sistemano al meglio ogni dettaglio dei kart a loro affidati. Tutti i Rokker entrano nella dimensione di pilota ufficiale Vortex.
  • Ore 10:00. Scatta la prima prova con il KF. Ciascuno degli esaminati prende confidenza con il mezzo affidatogli. Ad osservare ogni passo in pista dei Rokker ci sono tre tutor d’eccezione, Alessandro Piccini, Marco Ardigò ed Armand Convers. Contemporaneamente nell’hospitality i giornalisti sottopongono gli altri sei piloti a domande a raffica, per comprenderne a fondo determinazione e capacità comunicative.
  • Ore 10:30. Dopo aver perfezionato ogni dettaglio si riparte per una sessione breve, un warm-up di cinque minuti che precede la simulazione di gara.
  • Ore 11:00. Parte la simulazione di gara. 15 minuti concentrati, senza sosta, pensando soltanto a non commettere errori ed a rendere al massimo.
  • Ore 11:30. Si passa al lavoro con la telemetria, si esaminano i dati con l’ausilio dell’ingegnere e ci si scambiano le opinioni su come sono andati i turni.
  • Ore 12:00. Briefing conclusivo con i tecnici del Tony Kart Racing Team, i piloti ufficiali ed i team manager Giacomo Aliprandi (Team Manager Tony Kart Racing Team) e Olivier Marechal (Team Manager Kosmic Kart).
  • Ore 12:30. Pausa pranzo. Un momento di relax per tutti, è l’occasione per scambiare impressioni ed opinioni sull’andamento della giornata.
  • Ore 14:00. Il programma riparte a ruoli invertiti. Chi ha girato al mattino affronta i giornalisti e le foto pubblicitarie, gli altri indossano casco e tuta per scendere in pista.

    Daniele Basiliotti – Italia – Rok (KF2)
    “E’ stata certamente un’esperienza positiva, in questa finale mi è piaciuto molto il fatto di vivere l’ambiente dell’interno di un grande racing team. Il grande rammarico è che, vista la mia età, compirò 18 anni nel 2012, non potò più partecipare al Rok Talent.”

    Mats Borg Andersen – Norvegia – Rok (KF2)
    “E’ stato tutto molto divertente, mi è piaciuto essere a contatto diretto con campioni come Ardigò e poter ricevere da loro consigli utili per migliorare. Non c’è una cosa sola che mi è piaciuta, tutto è stato molto bello, per me essere proiettato da un piccolo team alla squadra più migliore del mondo è incredibile. Mi spiace di non poter più partecipare, infatti il prossimo anno non avrò più l’età per riscrivermi.”

    Gabriele Bensi – Italia – Rok (KF2)
    “E’ fantastico provare con il team ufficiale Tony Kart-Vortex, avere tutte le attenzioni su di se e poter imparare molte cose sul metodo di lavoro che questa magnifica squadra. I meccanici sono bravissimi, veloci ed anche molto simpatici, tutti ci hanno messo a nostro agio.”

    Christopher Zani – Italia – Super Rok (KF2)
    “Tutto è stato organizzato nei dettagli e sono soddisfatto di essere arrivato sino a qui. Ho vinto la finalissima e poi mi sono trovato qui, una doppia soddisfazione è stata per me.”

    Kiyohara Ryota – Giappone – Super Rok (KF2)
    “Sono felice. Ho corso su una pista che non conoscevo, contro rivali che l’avevano provata a fondo ed ho fatto un’ottima figura, raggiungendo anche la finale del Rok Talent. L’organizzazione della finale e del rok talent è stata perfetta, è stata un esperienza indimenticabile.”

    Gianmarco Ercoli – Italia – Super Rok (KF2)
    “Avevo già fatto dei test-selezione, ma vivere una giornata all’interno di un team così ben organizzato mi ha fatto molto piacere.”

    Luca Corberi – Italia – Junior Rok (KF3)
    “Conoscevo molti membri del team, ma vivere una giornata così, da pilota ufficiale, è stato molto bello. Entrare nella finale del Rok Talent era un obbiettivo che volevo raggiungere e ce l’ho fatta, non posso che essere soddisfatto.”

    Toshiki Oyu – Giappone – Junior Rok (KF3)
    “Faccio i complimenti alla Vortex per la bella organizzazione e per l’iniziativa così bella, rivolta ai giovani.”

    Giuseppe Gaglianò – Italia – Junior Rok (KF3)
    “E’ stato tutto bellissimo, mi sono goduto ogni istante, ho guidato il KF3 con piacere, è un mezzo divertente e l’assistenza della Vortex e della Tony Kart ha reso tutto indimenticabile. Il prossimo anno sarò il primo ad iscriversi al Rok Talent Award.”

    Michael Müller – Svizzera – Mini Rok (KF3)
    “Sono stato felice di fare questa esperienza ed ho imparato molto. La ripeterò ancora nel 2012… Sempre che non venga scelto.”

    Lorenzo Franchetto – Italia – Mini Rok (KF3)
    “E’ tutto molto interessante, mi sono divertite ed ho vissuto questa giornata senza troppa emozione. Mi è piaciuta.”

    Christian Castelli – Italia – Mini Rok (KF3)
    “L’organizzazione della Vortex è perfetta, tutti sono stati molto professionali e ci hanno dato importanza. Abbiamo svolto una giornata come se facessimo parte del team ufficiale, abbiamo lavorato con i meccanici sotto la tenda ed il bilico, siamo stati nell’hospitality e tutto il resto. Sono felice di essere arrivato in finale per aver fatto già questa esperienza.”


    Stop&Go Communcation

    Dopo una lunga ed estenuante analisi di tute le informazioni raccolte durante l’esame finale, svoltosi lunedì 17 ottobre sulla pista […]

    http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2011/12/talent2011rok.jpg Rok Cup – Ryota Kiyohara (KF2) e Giuseppe Gaglianò (KF3) sono i Rok Talent 2011